mercoledì 14 aprile 2010

LA CONFESSIONE

=Lei ha dichiarato esplicitamente, dinanzi a questa Corte, che vuole difendersi da solo…
=Sì Vostro Onore
=E’ informato che se non può permettersi un proprio avvocato le possiamo assegnare un difensore d’ufficio?
=Non è necessario, perché ho deciso di confessare di aver commesso il reato di cui sono accusato
=Si tratta di tentato omicidio, se ne rende conto?
=Sì Vostro Onore
=Il Pubblico Ministero ha nulla da obiettare?
=No Vostro Onore
=Allora procediamo…A lei la parola, ci dica innanzi tutto quando ha visto per la prima volta il…
=Scusi se la interrompo Vostro Onore…E’ successo circa quattro anni fa, ma oggi voglio confessare di avere pensato di fare, quello che poi ho tentato di fare, sin dai primi giorni, e lo confesso senza alcun timore, poiché so con certezza che non ci saranno amare conseguenze per nessuno anzi, al contrario, ci sarà senz’altro qualcuno che mi approverà e mi darà piena assoluzione.
=Ci spieghi il perché e cerchi di non divagare
=Va bene Vostro Onore
=Signor Pubblico Ministero, proceda pure con le sue domande
=Grazie Vostro Onore…Allora imputato, cerchi di raccontarci tutto dall’inizio, senza omettere nulla
=Ecco…Era già da parecchio tempo che uno dei miei fratelli ed altri parenti ed amici mi tormentavano per farmi entrare in casa il “Pasquale di nome, Casinaro di fatto”, ma io avevo sempre affermato che non c’era posto per lui. Un certo giorno, però, precisamente il 21 maggio 2006, suonano alla porta, apro e appare “Pasquale” il quale, in braccio a mio nipote ed alla di lui futura sposa, complice per aver pensato alla casella di posta e-mail, alla password e ad altre diavolerie, fa il suo ingresso trionfante in casa mia. Ora è vero che lui e i suoi annessi e connessi mi sono piovuti gratis in casa grazie ad un altro mio fratello, ma questo non deve assolvere nessuno dall’avermi quasi costretto a convivere con un simile soggetto…E che cavolo!
=Per ora moderi i termini e porti rispetto alla corte. In seguito si faranno accertamenti per vedere se lei potrà avvalersi delle attenuanti generiche
=Faccio appello alla sua bontà, Vostro Onore
=No, io non uso né bontà né cattiveria, io uso la legge. Avanti, proceda.
=Pasquale ed io abbiamo iniziato con lo studiarci vicendevolmente…
=Si spieghi meglio…
=Proprio così. I primi tempi io facevo una mossa e lui rispondeva docilmente, forse perché capiva che ero alle prime armi poi invece, col trascorrere dei giorni, le cose sono andate complicandosi sempre di più. E nonostante il continuo incitamento di parenti ed amici, fra noi due s’era creato un clima di continua ostilità
=Può fare qualche esempio?
=Altroché, ne ho a vagoni di esempi…
=Perché non ne cita qualcuno?
=Prima di tutto il linguaggio brusco e il tono che usa, e questo sin dal primo giorno che è entrato in casa mia. Perbacco, un po’ di rispetto, non sono più un giovincello…
=Ci vuol far credere che ha fatto quello che ha fatto soltanto per un pizzico, diciamo così, di maleducazione?
=Qui non si tratta di pizzichi e mozzichi, si tratta di ben altro…
=Vale a dire?
=Se commetto un errore, ma chi è che non li commette? Anche lei Vostro Onore può benissimo commetterne…
=Lasci perdere per adesso pensi al suo di errore e, mi creda, ne ha commesso uno davvero grosso
=Scusi, dicevo così, per modo di dire…
=Mi ascolti bene. Sono stufo del suo tergiversare, vada avanti altrimenti sospendo la seduta

Oddio!…Un rumore fortissimo. E’ lo sbattere di una porta che mi sveglia di soprassalto e che mi salva dall’incubo. Non c’è alcun dubbio: l’abbiocco post-pranzo, specialmente dopo una “trimalcionica caponata”, per tacere di tutte le altre leccornie, fa venire gli incubi. Naturalmente il personaggio principale che ho intravisto nell’incubo mentre dormivo è “Pasquale Casinaro”- alias PC – alias elaboratore elettronico - alias chissà che altro.

Sono un novellino nel campo dei PC e pertanto non riesco ancora ad apprezzarne tutti i vantaggi e le opportunità, lo ammetto, ma il fatto è che certe cose mi danno davvero fastidio.
Quando nell’usare Pasquale appaiono sul monitor alcune osservazioni, certi suggerimenti o addirittura dei rimproveri, allora m’incavolo un bel po’. Diventa lui il promotore di certe iniziative e in alcuni momenti si prende anche delle libertà. Ma dove si va finire così? E poi, chi lo autorizza? A volte mi chiedo se per caso dentro il PC non ci abiti qualcuno, che ne so: un nanetto, un robottino, un alieno, forse ET si è trasferito in quest’aggeggio. Devo intimargli lo sfratto, assolutamente, prima che lui intimi a me di dover fare alcune cose.
Per esempio, la frase “Fare clic per iniziare” mi dà fastidio.
Il momento più felice per me è quando ci parlo, o meglio io parlo e lui sta zitto. Certo che se avesse anche la possibilità d’interloquire verbalmente con me allora sì che ci sarebbe da ridere. Approfitto del fatto che lui non parla e non sente e mi tolgo le mie soddisfazioni.
Quando in pratica si permette qualche rimbrotto, lo prendo a male parole: lo mando qui, lo mando là, gli dico di farsi i…cosi suoi, gli intimo di non rompermi le cosiddette, etc…tanto lui che può farmi? Tutt’al più quando io faccio clic sulla tastiera, se vuole, fa finta di non aver capito oppure mi fa apparire sul monitor cose che non mi sono mai sognato di voler vedere. Una di queste, che mi fa andare in bestia, è quella in cui dopo aver scritto qualcosa, “clicco” su “Controllo ortografia e grammatica”: lui mi fa apparire una finestra dove mette in risalto quello che secondo la sua opinione è sbagliato e quindi si permette di dirmi che la “forma utilizzata è arcaica”!…E allora? Non siamo tutti discendenti di Noè?. Oppure: la “forma utilizzata è dialettale”…E allora. a lui che gliene importa? Il mio maggiore divertimento nell’usare lo strumento “Controllo…” arriva quando in un piccolo riquadro della stessa funzione lui, il Pasquale, pur facendo risaltare la parola che non gli garba, è costretto a dire “nessun suggerimento”.
Da qualche tempo poi mi diletto a trascorrere alcuni minuti, non molti, cliccando su “Programmi”-“Giochi” - “Solitario (versione classica)” e cerco di “farlo fesso” tentando di barare con le carte facendo l’indifferente, ma ”Pasquale” vede e provvede e mi mette subito in riga. Nel vero senso della parola, perché malgrado io muova la “freccetta” nella direzione che più mi conviene lui se ne strafotte e sistema le carte al loro giusto posto.
Ultimamente siamo proprio in guerra. Il punto è però che non combattiamo ad armi pari: lui è più giovane di me, è furbo, intelligente e scaltro, io invece un po’ tardo nei riflessi e quindi nei movimenti.
Ma deve cominciare a stare attento, perché le nuove generazioni, le ragazze ed i ragazzi, ma soprattutto le bambine e i bambini, sono talmente svegli che lo maneggiano come un flipper, ne fanno quello che vogliono. Loro sanno scoprire le sue enormi potenzialità, io ancora non ci riesco.
Malgrado tutto tuttavia, devo confessare che mi ci sono affezionato e adesso comincio a volergli bene anche se, e questa è la mia confessione finale, ho avuto varie volte la voglia di farlo fuori.
Chissà, potrebbe anche succedere e allora, anziché un incubo, diventerà un bel sogno!.
Ad ogni modo però sarà meglio che io stia più attento poiché ho l'impressione che Pasquale di notte, quando io dormo, si metta a scrivere in mio nome, vece e conto.

22 commenti:

rosy ha detto...

Sei straordinario!
Ho letto tutto senza mai fermarmi.
Non sarai più giovincello, ma una cosa va detta.
Usi il tuo "pasquale" con tanto sentimento, cosa che forse i ragazzi non fanno.
Nel tuo Pasquale non c'è nascosto nessuno ET ma qualcosa c'è indovina cosa?
Il tuo cuore, le tue parole, non badare a chi usa il pc come un flipper,rendendolo solo una cosa meccanica, tu invece col tuo sentimento hai reso "pasquale" umano, continua cosi che è troppo bello!
Buona giornata a te e pasquale..
grazie a tutte e due delle belle emozioni che ci regalate.
Un abbraccio. Ciao!

zefirina ha detto...

io con pasquale ci parlo, mi ci arrabbio e non faccio mai quello che mi chiede!!!!
infatti poi mi tocca portarlo dal "medico" perchè incasino tutto, eppure lo adoro nonostante già abbia a che fare con lui 8 ore al giorno per via del mio lavoro, non posso fare a meno di interagire con lui persino a casa.

Nounours ha detto...

Ciao Aldo!
Questa volta hai terminato pure con la rima.
Sei riuscito ad umanizzare Pasquale. Grande sentimento e capacità narrativa. Nel sogno tutta la tensione del controllo dell'apparecchio e nella veglia tutta la coscienza della strabiliante possibilità interattiva con l'elaboratore. Io non ho mai dato un nome al mio PC: sono un'ingrata. Forse ci conosciamo ancora troppo poco.
Bacioni!

gianna ha detto...

ola Aldo....le tue storie hano un climax terribile che ci porta, a noi tui seguitori a leggerlo tutto.
Mio Pc non ha nome pero a volte mi arrabio e le grido come se fossi una persona...
un bacio, qua piove ancora....
grazie sempre per visitarmi

sR ha detto...

quanto ti diverti eh?

:D

riri ha detto...

Magnifico come sempre carissimo Aldo! A dirti il vero io lo chiamo "pernacchio" e pur essendo giovanile ahahah, rispetto a mio nipotino mi sento abitante dell'arca:-) lui è l'unico che senza paura clicca dappertutto, tant'è che me lo fa andare in tilt...Il mio rapporto con P. è quindi molto elettrico, non ci capisco quasi niente e devo ricorrere agli informatici di casa. Sei sempre molto spiritoso quando racconti questi tuoi momenti con P.,ma anche il sogno niente male, ti dirò, anch'io ogni tanto lo manderei a quel paese, ma per ora non risponde, ma tranquillo, mi è stato detto che ci sono già dei pasquali che rispondono agli insulti dei cliccanti come noi:-) e non è una bufala.
Ti abbraccio e ti auguro una buona giornata.

Ruby ha detto...

I tuoi racconti, caro Aldo, sono sempre un toccasana!
Anche il mio Pasquale fa capricci, e soprattutto l'amico che dovrebbe permettere a Pasquale di navigare nella rete globale...questa tecnologia sarà utile e infinita, ma a volte fa digrignare i denti!
Spero che la connessione regga ancora un pò, è già una fortuna averti potuto leggere per intero!
Buona serata.

Francy274 ha detto...

:DDD.. sei forte!
Non lo farai mai fuori, lo ami e non vuoi dirglielo, succede anche a me, quando "sta male" gli metterei la sciarpetta di lana e gli preparerei una tisana calda per farlo riprendere, perchè senza.. perdo la mia bella visuale sul mondo.
Un abbraccio simpaticone e uno a Pasquale che mi ha permesso di conoscerTi ;))

Luigina ha detto...

Valà che lo sai mettere in riga bene il tuo Pasquale. Tanti più giovani di te non sanno fare neanche la metà delle cose che sai fare tu e poi la cosa più bella, conserva questi tuoi bellissimi racconti per deliziare le nostre giornate. Se non ci fosse Pasquale e non te l'avessero regalato non ti avremmo conosciuto, perciò io gli sarei più riconoscente ;))

Angelo azzurro ha detto...

Dai Aldo, non puoi parlare sul serio! Se lo fai fuori, noi come facciamo poi a salutarti e godere dei tuoi post?? Non se ne parla neanche! Tu e Pasquale siete indispensabili nella blogossfera, suvvia!!

il monticiano ha detto...

@rosy: Basta però che Pasquale non se ne approfitti.
Non vorrei avere a che fare con nuovo Franchestein.
Grazie di tutto rosi e un caro abbraccio anche a te.

@zefirina: Capperi, ma allora la tua è una vera e propria pasquale-dipendenza.
Spero che quando ci parli si comporti educatamente.

@Nounours: Sì, va bene, ma pasquale a volte non ne vuol sentir parlare di assecondare le mie mosse.
Se vuoi dargli un nome daglielo altisonante, forse di vorrà più bene.
Bacioni anche a te.

@gianna: Ho dovuto informarmi per sapere qualcosa su "climax" ma quando l'ho saputo mi son detto che hai ragione.
Ancora pioggia? Spero finisca presto.

@sR: Io ci provo, spero che anche
chi legge provi la stessa cosa.

@riri: Molto divertente il soprannome "pernacchio" che hai dato al tuo pc.
Appena il mio pasquale si prenderà la licenza di rispondermi in malo modo lo butto fuori di casa.
Un abbraccio anche a te.

@Ruby: Comninazione mentre io stavo commentando sul tuo blog tu stavi facendo altrettanto sul tuo.
Ho perso un po' di tempo perché mi sono soffermato ad ammirarti nella tua foto in prima pagina.
Sulla connessione mi sembra che abbia ripreso in pieno o mi sbaglio? Ti auguro la buonanotte data l'ora.

@Francy274: Mi hai dato un'idea. Dalle maniere brusche passo alle carezze e a lisciarmelo un po'. Hai visto mai cambia atteggiamento nei miei confronti?
Intanto lo abbraccio a nome tuo mentre io mi tengo il mio.

@Luigina: Credimi anche per me. D'altra parte è vero, senza Pasquale non avrei conosciuto, sia pure in modo virtuale, tanta bella gente. Cercherò di trattarlo meglio possibile.

@Angelo azzurro: E va bene, mi pare che volete troppo bene a Pasquale quindi lo tratterò bene, anche se ne sono un po' geloso.

Luz ha detto...

Senza Pasquale ti gireresti i pollici, faresti il "giretto di palazzo" tre o quattro volte al giorno, alzeresti gli occhi al cielo, borbotteresti. In una parola:NOIA, noia mortale.
Pasquale è il sale della giornata, ammettilo!!!

la Volpe ha detto...

caro Aldo, i tuoi non sono problemi, leggiti l'ultimo intervento della Punzy sul suo blog... lei sì che ha problemi informatici seri!!!

buone cose (almeno fino a domenica, poi non ci parleremo per una settimana me sa :p)

Ruby ha detto...

La mia foto in prima pagina? E dove?
Comunque si, caro Aldo, oggi pare reggere la connessione comunque sto cercando informazioni per altri tipi di connessione perchè ultimamente pago un servizio che non ho nemmeno al 40%. Ed io mica li fabbrico i soldi!
Buona serata.

il monticiano ha detto...

@Luz: Certo che lo ammetto è il primo e unico con il quale litigo
tutti i giorni.

@la Volpe: L'ho letto, l'ho letto ed effettivamente sono problemi più seri.
Buone cose e quanto al silemzio per l'intera prossima settimana, pazienza, mi ritirerò in convento.

@Ruby: Riguardo alla foto devo aver preso un abbaglio.
Con le connessioni è una continua battaglia. A volte clicco e mi appaiono sul monitor cose allucinanti.
Buona e dolce notte.

stella ha detto...

Che verve...e fantasia...!

Tina ha detto...

Mi sono divertita a leggerti e non poco, poi ho fatto un pensiero maligno ;-))

E se gli avessero regalato una stringa braille cosa sarebbe successo tra i due? ;-))

Buona giornata Aldo

Guernica ha detto...

"Ultimamente siamo proprio in guerra. Il punto è però che non combattiamo ad armi pari: lui è più giovane di me, è furbo, intelligente e scaltro, io invece un po’ tardo nei riflessi e quindi nei movimenti".

Questo pezzo mi ha fatto morire dalle risate :D
Comunque non mi pare che tu sia tardo e lento nei movimenti, anzi!Mi pare che te la cavi benissimo.
I miei non sanno neppure mandare un sms con il cellulare figurati!ahahah (se mi sentissero!)...

Io ero in battaglia contro Pasquale l'altra sera.Dovevo modificare un file in PDF in JPG...Ho monologato un'oretta, l'ho mandato a quel paese una ventina di volte, sono uscita, sono rientrata e ahah!L'ho sconfitto!;)

Ruby ha detto...

Ah caro Aldo, li prendo spesso anche io con conseguenza di figuracce che solo io so fare :-PP
Ma vabbè, la vita è anche questo.
Comunque se vuoi vedere qualche scatto che faccio ogni tanto, clicca sulle fotine che vedi nel menù a destra sotto la scritta 'Memories'.
Ne trovi qualcuna, di foto, anche qui http://www.google.com/profiles/countryruby#about.
Buon venerdi carissimo, e spero che il tuo Pasquale si sia almeno un pò rimesso.

il monticiano ha detto...

@stella: Grazie, c'è sì fantasia ma anche un bel po' di realtà.

@Tina: La "stringa braille" mi ha molto incuriosito e ho fatto quindi un po' di ricerca per capirne di più. Ho trovato una certa spiegazione ma a me piacerebbe conoscere meglio la tua di spiegazione. Se ti va, naturalmente.
Puoi farlo anche via mail.
A te auguro la buona notte.

@Guernica: Non mi parlare di sms
per favore che a me si drizzano quei quattro capelli che mi sono rimasti.
Però, a quanto leggo, anche il tuo di Pasquale a volte si ribella. Chissà che gli passa per la testa a questi soggeti.

@Ruby: Dopo aver attentamente esaminato i tuoi album allora non avevo preso una abbaglio.
Pasquale sta un po' meglio ed io cerco di trattarlo con più amore.
Ricambio con affetto il tuo augurio.

chicchina ha detto...

Ma sei sempre a tu per tu col tuo pasquale?Non fargli prendere troppe confidenze,poi chi lo ferma più.
Perchè pare un'insieme di meccanismi infernali fatti apposta per farci lmpazzire,almeno noialtri che l'abbiamo conosciuto,da adulti,ma in fondo credo che abbia un'anima e vuole solo il nostro bene,se lo maltrattiamo o lo facciamo uscire dai.. binari,come facciamo poi ad incontrare tante belle persone, a raccontarci,stupirci,viaggiare con la fantasia?
Un saluto rispettoso a Pasquale ed un abbraccio per te.Ciao

rosy ha detto...

Buona settimana a te e "pasquale"
Ciao fratellone.