sabato 10 aprile 2010

UNA BREVE TELEFONATA

Pronto Carlo? Ciao... sì sono io...
xxxxxxxxxx ?
Perché telefono a quest'ora dici?
xx
Veramente un motivo c'è altrimenti avrei scelto un'ora più opportuna. Però se disturbo...
xxxxxxxxxxxxxxxxxx
Grazie. T'ho chiamato per avere la conferma da te se quello che ho predisposto è esattamente come m'hai detto tu di fare e...
xxxxxxxxxx ?
Sì, sì, tranquillo, adesso comunque ti dico più dettagliatamente. Ti ho anche chiamato per ringraziarti della magnifica notte che mi hai fatto trascorrere...
xxxxxx
Lo so, ho capito, anche tu l'hai trascorsa bene però c'è stato qualcosa in più rispetto le altre volte. È stato così anche per te vero?
xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx
Adesso hai capito perché t'ho chiamato. Proprio questa è la ragione per cui...
xxxxxxxxxxxxxx ?
No, no, stai tranquillo, non ho cambiato idea...
xxxx
D'altra parte tu conosci benissimo la mia mansarda e quindi andrà tutto a gonfie vele...
xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx ?
Ho cominciato dalla porta di casa, ovvio...
xxxxxxxxxxxxxxxxxxx ?
Certo. Ho chiuso a chiave le due serrature...
xxxxxxxxxxxxx ?
Sì, tre giri di chiave ognuna...
xxxxxxxxxxx ?
Il catenaccio è il primo che ho fatto scorrere...
xxxxx
Per entrare devono usare martelli pneumatici, tranquillo...
xxxx ?
Dopo sono passata a sigillare bene le finestre...
xxxxxxxxxxxxxxxx ?
Sì, sì, proprio con quel nastro adesivo bello largo che ti ho fatto vedere ieri...
xxxxx ?
Tutte certo, tanto sono soltanto cinque: due qui all'ingresso-soggiorno, una in camera da letto, una in bagno e una in cucina...
xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx ?
Ti pare possibile che me lo dimenticavo? Tutte le porte sono sigillate in maniera perfetta. Manca soltanto quella della cucina. Adesso vado e porto il cellulare con me, aspettami eh? Appena qualche minuto...
xxxxxxxx
Sei ancora lì, vero Carlo?
xxxxx
Bene. Adesso sto sistemando anche la porta della cucina...Ecco fatto. Sai, ti volevo dire una cosa particolare...
xxxxx ?
Mentre stavo facendo tutte queste operazioni di cui ti ho detto, mi tornavano in mente le bellissime notti trascorse insieme in questi sette mesi, cioè da quando ci siamo conosciuti...
xxxxxxxx
Anche a te? Che bello e intenso il nostro amore, vero?
xx
Bene, sono contenta. Mi sembra di aver finito qui. Porta e finestra sono chiuse ermeticamente e...
xxxxxxxxxxxxx ?
Sì, il cellulare l'ho qui con me. Lo spengo dopo che ti ho salutato. Sto aprendo tutti i rubinetti della macchina del gas...
xxxxxxxxxxxx ?
Sì anche quello del forno. Comincio già a sentire l'odore del gas...Ecco, metto la testa dentro al forno, cellulare e accendino vicino alla mia testa...Allora ti saluto, un bacione grosso grosso... Adesso spengo il cellulare e accendo la fiamma. Ah! Dimenticavo, mi raccomando, salutami tua moglie. Ciao caro.
==================================================================
ROMA
Questa mattina verso le 12:00 i vigili del fuoco sono dovuti intervenire in una palazzina al civico 21 di via del Gazometro per rispondere alla chiamata di alcuni abitanti del luogo.
Una mansarda al piano attico è andata completamente distrutta da un'esplosione forse a causa di una fuga di gas. Non si registrano ulteriori danni all'edificio. Sono in corso gli accertamenti da parte della Polizia Scientifica perchè sembra siano stati rinvenuti i resti di un corpo umano.
In un successivo servizio del nostro inviato forniremo ulteriori dettagli.

37 commenti:

Veneris ha detto...

Oddio ma è tutto vero!? Sono rimasto un po basito.

stella ha detto...

Oh Aldo, che amato in bocca...

Daniela ha detto...

telefonata di lucida follia... e non so se è più folle chi telefona o chi riceve la telefonata!! Un racconto da brivido^^^ e molto ben ritmato anche... aspetto le prossime notizie dall'inviato speciale!! Un bacione^^
P.S. ed anche se in ritardo, ti faccio gli auguri di Pasqua: spero sia stata serena, tranquilla e, perché no?, anche divertente^^^ Un abbraccione caro Aldo!

upupa ha detto...

Aldoooooooooooooo......

Luigina ha detto...

Spero che sia un'invenzione, perché se fosse vera sarebbe troppo inquietante e raccapricciante.... soprattutto le x dell'interlocutore, ma tu sei anche un maestro del thriller e certamente ci toglierai presto ogni dubbio. Preferisco comunque i tuoi racconti divertenti di vita quotidiana. Buona giornata Aldo e mo' so cavoli tua con le tue ammiratrici ;)))))

il monticiano ha detto...

@Veneris: No è pura fantasia.

@stella: Be' è tutto finto.

@Daniela: Soltanto una provocazione,
ulteriori notizie non ce ne saranno.
Ricambio con affetto gli auguri pasquali, graditi ugualmente.

@upupa: non ho capito se è l'urlo di Tarzan o della sua compagna Jane.

@Luigina: Tranquilla, tutto finto. Le varie X all'altro capo del filo, ciascuno può interpretarle come crede.
Putroppo è un periodo che non mi diverto molto.
Grazie altrettanto a te. Spero che si diverta chi legge, se ne ha voglia.

Viviana r ha detto...

Meno male che e pura fantasia perchè mi aveva intristito, poi leggendo i commenti ho capito che sei anche uno scrittore biricchino che sa come tenere con il fiato sospeso i suoi lettori.
Buon fine settimana, Viviana

la Volpe ha detto...

Diosanto, tra te, il Gap e il Russo tutti presi da manie suicide ultimamente? :(

Luz ha detto...

Caro Carlo,
col cazzo che metto la testa nel forno! Sei un emerito stronzo e stai in campana perché non so quando e come colpirò, ma giuro sulla Madonna, i Santi, Gesù Cristo e gli angeli e gli arcangeli e tutti santi, anche se sono atea ma un giuramento così è più fico, che prima o poi ti spezzo tutte e due le gambe. Preparati a provare dolore, molto dolore.

Nounours ha detto...

Le ics non potevano che essere espressioni di consenso, altrimenti fra un paio di ics e l'altre, sarebbe apparso, che ne so?, un 112, un 115, un 118!? Insomma un numero di chiamata d'emergenza... no, no, lui era senz'altro consenziente... e i punti di domanda?... ah!, beh!, ho capito, era quando temeva che lei ci ripensasse!
Arguto e teatrale: un atto unico!!!
Te possino..
Un abbraccio, ciao Aldo.

Nounours ha detto...

Ah s', si! Ho riletto l'inizio: lo dici pure che glel'aveva ordinato lui, m'ara sfuggito strada leggendo. E' terribile! Ma lei come ha fatto ad essere così...prona...
E' un po' cattivello questo racconto...comunque un atto unico!
Ciao di nuovo. Ora vado a vedere se c'è qualcos'altro di cui lamentarmi, forse ho letto troppo in fretta, bye,bye!

sR ha detto...

sei tremendo

gianna ha detto...

e tutto fantasia tua...mah amico Aldo mi sono messa molto male per questo...
non gioccare con il mio debole cuore...
bacio...buon fin di settimana

Malumore ha detto...

cavolo quasi quasi ci ho creduto porca miseria! ho subito dovuto cercare e leggere la tua risposta ai commenti!!bello :D

rosy ha detto...

l'avevo capito immediatamente che era pura fantasia...tu e "pasquale" siete due "apparcantà"
Traduzione dal napoletano all'italiano
"siete due incantatori"

Aldo, mi son comprato il vocabolario
-Napoletano- Italiano-

Apparcantà, non la conoscevo neppure io questa parola
Mo la sappiamo tutte e due.

un abbraccione
Ciao sor ardo

Ibadeth ha detto...

Sembra buffo, ad una prima lettura, ma poi t'accorgi che è triste ed inquietante.
Mi piacciono queste cose, sono come me.
Per fortuna era tutto finto, però...

serenella ha detto...

L'altra sera mi hai fatto ridere, stasera mi sono molto rattristata per questa cronaca di un suicidio annunciato. Mi inquieta Carlo dall'altra parte....molto partecipe, molto coinvolto. E ci credo che quella/o si suicidava. Hai lasciato troppi intrerrogativi nell'aria satura di gas, caro Aldo. Non si fa così....

il monticiano ha detto...

@Viviana r: Io cerco di fare del mio meglio anche perché sono gratificato dai commenti degli amici blogger.
Buona settimana anche a te.

@la Volpe: Non so gli altri ma è un peiodo che non gira per il verso giusto.

@Luz: Io dico che sei preparata e prontissima per scrivere un romanzo dal titolo "Donne che odiano gli utomini". Almeno quel tipo di uomini, non tutti.

@Nounours 1°) e 2°): Quel "te possino" rivolto a me sento di meritarlo. I due personaggi sono inverosimili e odiosi: lui per il suo cinismo, lei per la sua stupidità. In realtà un post provocatorio.

@sR: Quando mi prende il ghiribizzo fatico a frenarmi.

@gianna: Cewrco di non farlo più per evitare qualsiasi disturbo.
Unb forte abbraccio.

@Malumore: Meno male e spero sia servito per attenuare il tuo malumore.

@rosy: Allora adesso io e 2pasquale" ci dobbiamo fornire di un un flauto, un cestino e un serpente, cobra o simile.
Ti abbraccio rosy.

@Ibadeth: Tranquilla, tutto autenticamente finto. Così, tanto per scrivere qualcosa.

@serenella: Non sempre tutti i parti riescono bene, questa volta la mia capoccia ha dato alla luce - o alle tenebre - qualcosa di diverso dal solito.
Spero di poter rimnediare in seguito.

Nounours ha detto...

Buona notte e buona domenica, Aldo!
Non ho avuto niente più da lamentarmi. Da un punto di vista stilistico,il tuo racconto è ottimo come sempre!
Un abbraccio

Ernest ha detto...

Inquietante quanto verosimile (purtroppo) e scitto molto bene... ho veramente temuto che fosse una storia vera.
un saluto

luly ha detto...

Leggerti oggi mi ha seriamente preoccupata. Tutto bene?!? Per fortuna leggo che è tutto frutto di fantasia....
Un abbraccio e buona serata.

Anna2 ha detto...

Ma porca di una miseria!!!
E' stupida questa ragazza!!!
Ma è proprio stupida...mette la testa nel forno,prende l'accendino,saluta la moglie dell'amante,accende il gas,spegne il cellulare...E... BBBUUUMMMM...
Il botto...Non c'è proprio di testa!!!!
Salutoni Aldo caro,mi hai fatto proprio ridere,è una bella domenica.
Un grosso bacio ed un abbraccio da Anna2.

riri ha detto...

Caro Aldo, anch'io, come tutti i tuoi fans preferisco racconti meno trasgressivi",per usare un eufemismo, ma anche se è pura fantasia sono momenti bruttini quelli che viviamo e quando qualcuno ha voglia di farla finita non pensa a chi lascia ed a chi si porta dietro. Per consolarmi vado mangiare una fetta di torta austriaca e te ne mando un pò:-)Un abbraccio.

Nicole ha detto...

E' freddo, quasi asettico. Cronaca di ordinaria follia e disperazione.
Sei stato molto bravo a trasmettere questo volo senza paracadute.

Non sono d'accordo con chi ha scritto che è sono meglio i racconti più soft che tu ci regali. Questa è vita e poi non si possono censurare le idee di chi scrive.Serve tutto per riflettere e questo racconto dà molto in questo senso.
Molto bravo Aldo, anche quando sei amaro.

modesty ha detto...

aldo ma che è?!
ti mando il commissario mio?!
dicono che è bravo, eh?!

:-) love, mod

Antonella ha detto...

Mi hai tenuta con il fiato sospeso... ma che storia...davvero insuperabile! Pensa che tantissimi anni fa, quando ero ragazza, un tizio sconosciuto mi citofonò alle due di notte dicendo "ora vado a casa e ammazzo mia moglie...a qualcuno devo dirlo e lo dico a voi"! Detto ciò andò via senza lasciarmi il tempo di rispondere! Rimasi allibita e per fortuna nessuna notizia triste fu riportata dai giornali il giorno dopo... Era soltanto un ubriaco che non aveva nulla da fare e si divertiva a suonare i citofoni in piena notte...difatti la stessa notizia la comunicò a molti nel mio palazzo!
Scusami per questo piccolo ricordo un pò lunghetto!
Ti abbraccio!

il monticiano ha detto...

@Nounours:Molte Grazie e buona notte anche a te.
Un abbraccio.

@Ernest: Invece è un post dell'assurdo. Spero proprio non si verifichino certe follie.
Un saluto anche a te.

@luly: Tranquilla, tutto procede per il suo verso. Solo fantasia.
Buona notte e un abbraccio anche a te.

@Anna2: Visto? In fondo in fondo è una scenetta comica.
Un abbraccio e un saluto anche a te.

@riri: Buona proprio quella fetta di torta austriaca, grazie.
Adesso posso pure andare a dormire tranquillo. Ogni tanto esco dai binari.
Anche a te un abbraccio.

@Nicole: Be' sono stato un po' amaro, spero non indigesto.
Ad ogni modo ti ringrazio per le tue parole.

@modesty: No, no, il commissario capo Ringo-Hoog deve risolvere prima il caso della dolce Helga.

@Antonella: Invece ti ringrazio di questo tuo ricordo che per fortuna è andato a finire bene.
Grazie e un abbraccio anche da me

riri ha detto...

Caro Aldo ti auguro una buona giornata e volevo aggiungere una cosa al mio commento precedente: fermo restante che ognuno è libero di scrivere quello che più gli aggrada sul proprio blog, la mia era una semplice constatazione amichevole:-) Leggo sempre con gran piacere quello che scrivi, perchè lo fai bene, con garbo ed intelligenza,(come pochi) a prescindere dal tema, vorrei non fraintendessi quello che ho scritto, ci mancherebbe, corbezzoli, scrivi quello che ti aggrada ed io amichevolmente ti dirò il mio sincero parere:-), ed appena verrò a Roma, prima o poi, sarò lieta di abbracciarti come un "vecchio amico":-)
ps. come fai ridere tu con certi raccontini...non lo fa nessuno:-))

Angelo azzurro ha detto...

Il racconto è un pò insolito, d' accordo, ma stilisticamente ben fatto. Del resto nella vita non ci sono solo momenti "rosa". Ci sono anche periodi in cui le tinte sono grigie se non addirittura nere. E' normale. Ed il narratore spesso trasmette su carta i propri stati d'animo. Perchè non dovrebbe essere così? In fondo la scrittura per molti è uno sfogo
Un abbraccio forte

il monticiano ha detto...

@riri: A tutto quello che hai così chiaramente esposto non posso che aggiungere una sola parole: grazie.
Resto in attesa di un vostro abbraccio qui a Roma.

@Angelo azzurro: Proprio così, esattamente come tu dici ed io da appassionato di scrittura mi sfogo
scrivendo spesso anche male.
Un forte abbraccio anche a te.

NADIA ha detto...

holaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa
Sor Aldo bello.......
sò rimasta un pò stupità stavolta però secondo me hai pensato a qulcuno confessa ahahahahah
un abbraccio grande giallo-rosso ^_^
hasta siempre!!!

Pupottina ha detto...

O_O

mamma mia! è una storia vera!!!
il tuo racconto in realtà è sempre così realistico ...

Nicolanondoc ha detto...

Ciao Aldo, molto gustoso questo tuo racconto, lucida follia, tra realtà e fantasia. I miei complimenti. Un abbraccio.
ps. il blog è "un'invenzione bellissima" dove ognuno mette ed inserisce quello che vuole con la propria impronta. :-)

Ibadeth ha detto...

In pratica istigazione al suicidio. Sì, perché quello che parlava all'altro capo del filo con tutte le X era il regista della scena, mi par di capire... e stava dando le ultime istruzioni alla sua bella perché si suicidasse bene bene...

La Mente Persa ha detto...

Mo mi hai fatto toccare ferro ben tre volte! Mannaggiaaaa :)

il monticiano ha detto...

@NADIA: Ebbene sì, lo confesso, ho pensato a quello stesso che hai pensato tu.
Un abbraccione forte.
HASTA SIEMPRE!!!

@Pupottina: No è una stoia di fantasia, inverosimile, pienamente
lontana dalla realtà.

@Nicolanondoc: Grazie.Hai ragione sui "blog" e tu di impronte ne lasci di nitidissime.
Anche a te un abbraccio.

@Ibadeth: Eh sì, la istigava, l'aveva già istruita e convinta ed è riuscito nel suo intento.
Tutto però molto inverosimile.

@La Mente Persa: Volendo ci sono anche i cornetti rossi ed anche
altri amuleti.

Janas ha detto...

Mi ha ricordato "La voce umana".
La GRANDE Nannarella ne interpretò una versione... mentre leggevo, vedevo lei.
Grande anche te, Aldo!!! Bellissimo racconto!