giovedì 8 settembre 2011

DOLORINO QUOTIDIANO

È più che comprensibile che persone della quarta o quinta età avvertano quotidianamente o quasi un dolorino.
Quando è ".....ino" pazienza, si sopporta e si attende che passi, ma quando è ".....one" allora le cose cambiano.
Tre giorni fa mi è capitato questo. La sera prima mi metto a dormire verso mezzanotte e mezza, mi addormento abbastanza rapidamente grazie alla solita compressa, ma alle cinque del mattino successivo un fortissimo dolore alla caviglia del piede sinistro, più precisamente al malleolo laterale esterno, mi sveglia e mi fa quasi gridare.
Allora mi dico "e mo, che è 'sta novità?". Perché non si tratta dei soliti crampi notturni che ogni tanto si fanno vivi ma trascorsi alcuni minuti spariscono, questo è un dolore più forte e dura più a lungo.
Molto lentamente cerco di alzarmi e provo a poggiare il piede sul pavimento: è una parola, vedo le stelle.
Non capisco: ieri stavo abbastanza bene, non sono caduto in strada e neppure per le scale, non ho subito distorsioni e anche quando ho fatto la doccia tutto è andato liscio, non ho giocato a calcio, a calcio a 5 e neppure a quello a 8 . E allora? Non mi pare che questa notte sia andato in discoteca a fare quattro salti (neppure in padella).
Aspetto ancora una mezz'ora poi ci riprovo.
Piano piano, trascinando il piede sinistro senza poggiarlo, vado in bagno e lì so' dolori. Resisto, zoppico, provo a camminare solo con la sola gamba destra ma niente da fare.
Verso le 8 a.m. telefono al pupo – mio figlio, 52 anni, fisioterapista – gli dico come stanno le cose.
Dopo un'oretta viene, mi esamina il piede, lo tocca, lo liscia, lo ricopre con una pomata oleosa, ma il dolore persiste. Dice che non c'è gonfiore e che il malleolo laterale interno sta bene. Beato lui, io no. Con il passare delle ore siamo – o meglio sono – allo stesso punto.
Il pupo mi suggerisce di mettere sopra il piede una borsa di ghiaccio. Eseguo ma non cambia nulla.
Mi rassegno, dico un bel po' di litanie e, alla solita ora, molto goffamente mi metto a letto pronto a trascorrere una notte in bianco.
E invece no. L'indomani, poco dopo le quattro del mattino, al polpaccio destro si fa vivo un crampo che mi costringe ad alzarmi e...MIRACOLO!!!...il piede sinistro non mi fa male nemmeno un po'.
Tutto sparito. Dalla contentezza mi viene la voglia di saltellare ma riesco a fermarmi in tempo.
Sai com'è, è capace che il "dolorino" si rifaccia vivo.
Mi viene da ridere ricordandomi questa tipica frase "chi non ha buona testa ha buone gambe" ma allora io aggiungo "non sempre però" dato che possono non essere "buone" sia la testa sia le gambe.
Torno alla frase con la quale ho iniziato e dico a me stesso: "è l'età caro mio". Uffa!

30 commenti:

Carla, i colori...pensieri della mia mente. ha detto...

..e meno male che non era nulla! L'afferazione finale è la pi idonea a tutto ciò...è l'età...acci e riacci.
ciaoooAldo

Bastian Cuntrari ha detto...

Non ti preoccupare, amico mio! Anche chi non ha (ancora) raggiunto i tuoi lustri, ogni tanto si sveglia con una novità!
Come diceva il compianto Marcello Marchesi, pure lui rappresentante della mezza (e 'n'anticchia...) età "mal comune... mezza epidemia"!

Pupottina ha detto...

eheheh
a volte c'è chi non ha buono niente ma non è il tuo caso... ogni cosa passa con un po' di tempo e di pazienza...i crampi sono frequenti nei giocani come negli adulti...

zicin ha detto...

Hai ragione... è l'età, ma per fortuna(fuori malocchio ah ah ah)
stai una bellezza di testa e di gamba. Ti auguro di essere sempre spumeggiante e simpatico e di ridere di piccolissimi acciacchetti.
Ciao

Ernest ha detto...

Puff... sparito!
Meno male dai!
un saluto

Nounours(e) ha detto...

Secondo me è il rimedio suggerito dal tuo Pupo che ha funzionato. Il ghiaccio fa miracoli contro l'infiammazione dei tendini e legamenti vari. Tutto è bene ciò che si risolve e quindi passa. Anch'io soffro di tanti doloretti di cui non è il caso di incominciare la litania, perché tanto, credo proprio che si tratti di età e, nel mio caso, anche di gola, ma non da oggi: sono provviste di anni passati e che i doloretti mi impediscono di smaltire. Ghiaccio...ghiaccio :)

Ciao Aldo

Un abbraccio, Nou.

cristiana2011 ha detto...

"Un dolorino al giorno leva il medico di torno"!
Se ci pensi bene, se si fa caso ai dolorini, vuol dire che non ci sono i 'doloroni'.
Altro che una mela al giorno,caro amico!
Cristiana

Grace (ma gnappetta della Val Gina) ha detto...

Io li prenderei a pugni i tuoi dolori, Aldo!
Che ti lasciassero in pace!
Grrr eis (ma VIOLENTA)

Ibadeth ha detto...

Mah, tu dici che sia l'età? Io sono più giovane di te, ma con dolori di questo tipo ci combatto sin dall'età di 23 anni...
Quando succede a me, se impacchi, pomate e ghiaccio non bastano, mi sparo una pera di Voltaren....
Comunque, il crampo che scaccia il dolore è veramente originale. Non saprei quale scegliere, francamente...

AlessandraLace ha detto...

io penso che sia tutto merito der Pupo tuo!!!! meno male che è passato. ti abbraccio

Punzy ha detto...

beh dai.. l'importante è che sia andato via!!! un bbraccio Aldone!!!

Sandra M. ha detto...

E appena spriscono...mamma mia com si sta da-dio, vero?
Però penso anch'io che "il pupo" abbia contribuito.
Felice notte Aldo...e BUON COMPLEANNO!!!!

Angelo azzurro ha detto...

Dice il detto:tutto è bene quel che finisce bene"!
Auguri Aldo!!! Oggi è il tuo giorno.
Tanta, tanta salute ti vengano donate in grande quantità! Un abbraccio forte, lucia

Gianna ha detto...

Buon compleanno, Aldo!

riri ha detto...

No sempre i crampi sono dannosi:-) Per fortuna che tutto si è risolto, caro Aldo, credimi non è solo l'età, ogni età ha i suoi acciacchi..di crampi poi..preferisco non parlare, pensa che fui costretta a prendere delle pastiglie terribili (per 2 volte), tradotte in napoletano si chiamavano: Achinunoten:-))))Baci, buon fine settimana e riguardati.

Maraptica ha detto...

L'importante è che sia passato. Anzi, l'importante è che non torni più :) Ciao Aldo

La Mente Persa ha detto...

Vieni a fare boxe!

Alberto ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Alberto ha detto...

E spero che anche il polpaccio destro abbia finito di lamentarsi.

DIANA. BRUNA ha detto...

Ciao Aldo,
intanto ancora MILLE AUGURI per un felice compleanno, poi....ma cosa vuoi che siano i "doloretti" che passano in fretta come il tuo.
A volte penso che se non avessimo i nostro acciacchetti dovuti alla nostra "veneranda certa età" vorrebbe dire che non saremmo qui a raccontarli..
e allora WWWW gli acciacchetti!!
Bacione
Bruna

Tina ha detto...

Prima Buon Compleanno e 100 mila di questi giorni, poi ... il Pupo ha contribuito ;-))

Aldo, importante che non ci sia più e che non si ripresenti ;-))

Buona serata amico mio ;-))

Grace (ma gnappetta della Val Gina) ha detto...

Buon compleanno?
BUON COMPLEANNO?
Mi stavo perdendo il tuo compleanno?
Nooo, non me lo sarei mai perdonato...
TANTI AUGURI, ALDISSIMOOOOOOO!!!
Bacioni :)))))

riri ha detto...

Aldo, scusami ma solo adesso ho letto che è stato tuo compleanno, allora ti giungano i nostri auguri piu' sinceri con un abbraccio grande..grande:-)
Scusa il ritardo.

elena ha detto...

guarda, si và a periodi! questo è un periodo in cui potrei avere già almeno 100 anni! ;)
l'importante è che le cose passino! ciao

Adriano Maini ha detto...

Invidio il tuo carattere, che ti consente tali simpatiche autoironie!
P.S.
Gli auguri te li ho gia' mandati a parte, vero?

Aglaia ha detto...

Augurissimi in ritardo anche qui Aldo caro!!

Alice Lidden ha detto...

Considerati i miei ultimi problemi di salute sono giunta alla conclusione che, si: dovevi prenderti un Moment per il mal di testa e sarebbe sparito il dolore alla caviglia.
Noi pensiamo che le cose siano logiche ma le cose se ne fregano, e restano ILlogiche!

rosy ha detto...

Aldo
i dolori vanno e vengono
e non si deve avere per forza la terza e la quarta età.
C'è un detto chedice...
"dopo la quarantina nu male ogni mattina
Ci dobbiamo abituare tutti!

Notte serena

enrico ha detto...

E' il famoso dolore che un po' va, un po' viene e chi ce l'ha se lo tiene!

Luigina ha detto...

Una cosa simile è capitata a mia madre,quasi tua coetanea, 2 settimane fa, ma il dolore era alla schiena e irradiava dappertutto. Urlava dal dolore.E non riusciva a muoversi né si poteva toccarla. Chiamo il 118 e 4 forzuti faticano a caricarla in barella. RX alla colonna nessuna frattura solo una contrattura muscolare che non è passata ancora, malgrado 12 iniezioni e le cure fisioterapiche di mio figlio e lei non si muove ancora. Il suo medico dice che l'osteoporosi provoca microfratture che non si vedono con RX. Ora sta facendo la cura per quella e speriamo sia efficace. Scusami la latitanza, ma devo dividermi in 4 in questo periodo e il tempo per i blog è limitato. Auguri.