lunedì 6 febbraio 2012

VOLA DAVVERO IL TEMPO

Bella scoperta che ho fatto. Certo che vola, è così.

L'anno scorso proprio di questi tempi scrissi qualcosa proprio su questo argomento. Mi chiedo però come mai ne parlo durante il mese di febbraio. A causa di freddo, neve e pioggia? Certo, uno della mia età se ne sta a casa e qualche riflessioncella gli viene da fare durante il giorno e non solo. Ad esempio proprio ieri mi dicevo: possibile? Sì a volte parlo anche da solo ma non c'è da meravigliarsi. E allora mi domando: già è lunedi, martedi, mercoledì...etc? Già siamo a...? Ma come vola 'sto tempo!

Però devo ammettere che quando il calendario porta la data del 20 del mese – di ciascun mese -

mi dico: ma quando arriva il 1° del mese che segue? Mi si dira: perchè? Beh, perchè è la stessa domanda che mi facevo quando aspettavo il 27 e se ne capisce bene il motivo specialmente da qualche anno. Allora sì che spero che il tempo voli anche più velocemente. Così come mi farebbe molto piacere che arrivasse, ancor più veloce, la primavera considerato che quasi in tutta Italia ma specialmente qui a Roma, almeno per quanto mi riguarda, dopo i "Giorni della Merla" sono arrivati i "Giorni dell'Orso Polare"

Resta però il fatto che la vita si è allungata - non è colpa mia, lo giuro – ma la memoria è sempre più corta e temo inoltre l'avvicinarsi di un certo giorno.

Possibile che non esiste un rimedio, una soluzione?

Forse sì, solo che devo chiederlo a un tale che dovrei evitare d'incontrare ma non per qualche paura per me ma per la sua incolumità.

Già perché si tratta di quel tale di cui non rammento il nome ma che affermò molto convintamente che quel certo giorno per lui sarebbe arrivato non prima di 150 anni.

Perchè lui sì e io no?

27 commenti:

cristiana2011 ha detto...

Prima di tutto perchè quello è il più grosso ballista d'Italia, invece tu sei una persona seria.
Io sono agnostica, però penso che qualcosa ci sia....oltre. Non sappiamo niente di niente, neanche perchè 'proprio noi' veniamo al mondo tra quei miliardi di spermatozoi di cui facciamo parte.
Chi ci dice che questo non sia solo un passaggio, su questo mondo, e che allo scadere del tempo non ci materializziamo su un altro mondo?
L'universo ne è pieno ed esiste un mistero più grande di noi, basta guardare le stelle per rendersene conto.
Spero solo che 'altrove' ci siano i cani e degli amici come te.
Ciao, buona giornata
Cristià

upupa ha detto...

Io spero che ci sia qualcosa...prati verdi, aria fina e ...devo incontrare di nuovo persone per me SPECIALI!!!!!!!!11
un abbraccio

Nou ha detto...

"Quello".. crede di essere vivo.. ma basta guardarlo

Mi piace molto la prospettiva di Cristiana, a volte anch'io sono percorsa dagli stessi pensieri..Certo ci sarà una bella sorpresa allo scadere del tempo sia che sia in un modo sia che sia in un altro: sia che NON SIA!
Sono appena passata dal blog di Gianna il bene in noi che ha ricordato il religioso e poeta David Maria Turoldo e mi ha colpita una frase del poeta "ogni giorno e un giorno nuovo che sulla Terra nessuno ha ancora vissuto": siamo tutti immersi in un'avventura incredibile. E pur essendo io una che pensa spesso agli aspetti del tempo e dell'esistenza non avevo mai preso coscienza di questo semplice, semplicissimo, dato di fatto che coinvolge tutta l'umanità nello stesso momento.
Ciao Aldo, baci.

riri ha detto...

Caro Alduccio, mi spiace che a Roma i giorni della merla abbiano causato qualche fastidio, ma era stato detto...per il resto il tempo vola, ma io aspetto il 1° perchè mi arriva la pensione e poichè c'è sempre qualche sorpresa negativa sono all'erta, ma arriverà la primavera, voleranno merli senza causare danni e ci riempiremo ancora gli occhi di luce, come quella del sole di oggi, che fa splendere il ghiaccio residuo, ma abbiamo provveduto alle scorte.
Credo che tutto sia scritto ma è l'impronta che si lascia del proprio vissuto a dare un senso migliore, solo che noi la vogliamo lasciare tardissimo!!:-))Vero Alduccio? Un abbraccio da tutti noi:-)

rosy ha detto...

Il tempo è un'illusione.
Il tempo lo abbiamo creato noi, per le cose a cui alludi, e per sapere quando passano i 365 giorni.
Ma il tempo ci sfiora e mai potremo realmente quantificare la sua velocità,
ma comunque passa su di noi lasciando le sue tracce e scrivendo su di noi la sua storia.

Cosa ci sia oltre questo nostro tempo?
Non lo so ma credo che che ognuno di noi deve passare per altre dimensioni fino ad arrivare a una dimensione senza tempo.

Buona settimana Alduccio e coraggio che la neve sparirà e la primavera ritornerà.

Bacione ciao

Ambra ha detto...

Il tema che tu proponi è difficile da discutere, da elaborare e da considerare a propprio riguardo.
Il tempo è infinito quando si è bambini fino a diventare un attimo che sfugge tra le dita quando l'età è avanzata. L'unica cosa che mi consola è pensare che non siamo soli. Milioni di uomini prima di noi hanno seguito il nostro stesso cammino e quando il traguardo sarà raggiunto, beh, faremo come hanno fatto gli altri uomini come noi.

sR ha detto...

Aldo,
il tempo è sempre uguale... siamo noi che lo percepiamo in modo diverso. Troppo diverso. Ma io sono troppo giovane per capirlo.

:)

Cri ha detto...

E chi l'ha detto che lui sì e tu no? :D

Non dico che non ti capisca. A me fanno impressione i miei, di anni, se penso alla discrasia tra quello che mi sento di essere dentro e come sono fuori... E i giorni dell'orsa me li sento tutti addosso. Però per ora posso dire che fin qui ci sono arrivata, e ogni giorno, aprendo gli occhi, posso esclamare "sono ancora qui!". Il resto non voglio saperlo, non mi serve. Esistono momenti di angoscia e dolore straziante che non passano mai, e attimi di gioia purissima che ci trapassano come una lama d'infinito. La vita è questa, e finché ci sono non smetterò mai di grattarne fino allo stremo un po' di senso; e pure senza unghie, visto che me le mangio :D

zefirina ha detto...

la percezione del tempo cambia con gli stati d'animo più che con l'avanzare dell'età, almeno per me e nei ricordi invece alle volte il tempo si dilata e pochi attimi sembrano tutta una vita

Zio Scriba ha detto...

ho appena visto su youtube un brano d'intervista di Battiato a Raimon Panikkar, in cui si parla di "tempiternità". Per Panikkar è assurdo pensare a un'eternità "dopo il tempo": l'unica eternità che è data a ognuno di noi è quella nascosta nelle pieghe del presente, dalla nostra capacità di goderci l'Adesso, di viverlo in profondità. E tu mi sembri una di quelle persone, ricche interiormente, non banali, capaci di farlo!

un abbraccio!

p.s. febbraio mi è sempre stato sulle balle. adesso che mi sono ammalato e fuori sta sotto zero, mi sta sulle balle un pochino di più... :)

Ibadeth ha detto...

... e che ne sai che non ci arrivi anche tu?

Tina ha detto...

Presumo che il 1° del mese noi pensionati lo aspettiamo tutti per lo stesso motivo ;-))

Febbraio non lo posso stramaledire perchè il 10 compie gli anni mio figlio e il 22 mio marito, ma non posso dire che mi sia simpatico, troppo freddo per i miei gusti. ;-))

Per il resto...Aldo, prova a pensare che sei più lucido e razionale di lui e che sei sulla strada buona per arrivare a quel traguardo in quanto, tu ci sei arrivato alla tua età, lui ... spero che non ci arrivi ;-))

Un bacio, un abbraccio e Notte buona amico mio ;-))

riri ha detto...

Un abbbrrrrrr..accio..:-)

DIANA. BRUNA ha detto...

Ciao Aldo...
come mi riconosco in questi tuoi ragionamenti!!!! Del resto non è che siamo poi così lontani come età...
Il contare i giorni, le settimane, i mesi...gli anni che si vedono volare così in fretta...
La memoria che ogni tanto fa i capricci...
Il freddo come mai ho sentito...e non c'entra la neve e il ghiaccio di quest'anno...
Sai però che cosa mi consola? Il fatto che non abbiamo perduto l'entusiasmo, lo stupore, la voglia di fare sempre qualcosa di nuovo, il vedere il bello che prima notavamo meno...distratti da altre cose....e non credi che questo ci aiuta a mantenerci "diversamente giovani?
Ciao Aldo,
un abbraccio stretto
Bruna

serenella ha detto...

Il tempo scorre sempre in modo uguale...lo sappiamo benissimo entrambi ma, come spiego ai bambini a scuola, c'è un modo diverso di percepirlo, a seconda delle circostanze. Intanto, anche per me è volato. Mi ritrovo a 55 anni e mi sento ancora una bambina che deve ancora vivere tutto. E' così anche per te, che sei un dinamico pensionato a cui i soldi non bastano mai, come accade per tutti noi.

Anche qui i giorni dell'orso polare. Che meraviglia! Avevo voglia di neve, quest'anno. Di candore e di silenzio!
Ciao Aldo! ;)

Luz ha detto...

Non lambiccarti il cervello pensando a quella merda di uomo (speriamo che il grande freddo lo faccia crepare come un vaso cinese scagliato contro una parete, visto che è tutto tirato!). Sai che devi fare? Mangiati una bella salsiccia con i broccoletti ripassati in padella e manda affanculo i cattivi pensieri!

Luz ha detto...

Non lambiccarti il cervello pensando a quella merda di uomo (speriamo che il grande freddo lo faccia crepare come un vaso cinese scagliato contro una parete, visto che è tutto tirato!). Sai che devi fare? Mangiati una bella salsiccia con i broccoletti ripassati in padella e manda affanculo i cattivi pensieri!

Angelo azzurro ha detto...

Ciao Aldo, diffida di quel personaggio lì! Spesso inganna :)

Adriano Maini ha detto...

Ah, ma adesso ti vuoi portare alla satira politica? Saresti grande anche in quel campo!

Grace (ma gnappetta della Val Gina) ha detto...

Com'è che si dice? I mesi volano e i giorni non passano mai? Una roba del genere. E' troppo vero..io mi lamento ogni giorno in attesa che arrivi il fine settimana e puntualmente il sabato sera mi dico:
- Cavolo, ma è volata 'sta settimana!

Baci, Aldocheparlidasolo :P

Angelo azzurro ha detto...

Caro Aldo, fai gli auguri di buon compleanno a tuo figlio da parte mia, mi raccomando!! :)

chicchina ha detto...

Ogni giorno è nuovo,Aldo ,e bello, se lo viviamo come dono,specialmente se abbiamo superato i 50 ed abbiamo la fortuna di ragionarci sopra con mente lucida .Poi,que serà serà.
Ma credo che noi amici di blog creeremo,altrove,un posto simpatico dove incontrarci ancora e raccontarci,e sorridere delle cose del mondo,quando lo avremo lasciato agli altri.
E mi viene in mente il grande Totò e "'a livella".
Una buona giornata, speriamo meno polare..

@enio ha detto...

purtroppo, caro amico, il passare del tempo (la vecchiaia) è una malattia incurabile oggigiorno...

Costantino ha detto...

E'un bel problema,caro Aldo.
Ricordo una frase di Marcello Marchesi "l'importante è che la morte ci trovi vivi",e lui visse fino all'ultimo.
Però riguarda me,i pensionati ringiovaniscono,anzichè invecchiare!

AlessandraLace ha detto...

non ci voglio pensare! un abbraccio

Sandra M. ha detto...

Anche a me piace la prospettiva di Cristià...chissà....

Nicole ha detto...

En no! Io ho un appuntamento con te!