sabato 20 giugno 2009

IL MISTERO DEL BATTILARDO

OVVERO IL NATALE DEL 2007 IN CASA DEL SECONDO DEI 4 FRATELLI
L’antefatto – La vicenda ebbe i suoi inizi circa quindici giorni prima di Natale.
Si stava paventando, con mio sommo dispiacere, la discesa in campo di tre dei quattro eserciti in ordine sparso ed in diverse direzioni quando, con mio sommo piacere, fu deciso all’unanimità che il campo di battaglia doveva essere quello del secondo di quei tre eserciti, in pratica il mio.
Per organizzare l’armamento ed il vettovagliamento, sempre all’unanimità, fu conferito il comando supremo a mia nuora la quale, con piglio deciso, prese in mano sia le redini della situazione sia i marchingegni telefonici, dopo di che le truppe si misero in movimento.
Ognuno dei tre eserciti si era assunto un compito ben definito perché nulla doveva essere lasciato alla ventura.
Poiché io mi trovavo già sul campo di battaglia, mio compito era quello di compilare un preciso inventario di quanto in mio possesso ed eventualmente denunziarne la penuria al centro di comando nel più breve tempo possibile.
Cosa che feci immantinènte.
Il luogo – In ossequio alle decisioni prese, il “campo” fu predisposto nella mia fortezza adatta all’opra.
I partecipanti – Quindici, dagli oltre i 30 ai circa 80 (anni s’intende), più una prossima ai 20 ed una vicina ai 12 (la somma me la evito), così suddivisi: il primo esercito - quello del fratello maggiore composto di sei membri; il secondo - quello del secondo fratello ugualmente di sei membri ed il terzo - quello del terzo fratello di cinque membri.
Un vero peccato l’assenza del quarto esercito guidato dal fratello numero 4 in missione su di un altro campo. Località Germania, fortezza dei suoceri.
L’occasione - Era il pranzo di Natale!
Qualcosa però non deve aver funzionato troppo bene perché nel momento della discesa in campo dei tre eserciti abbiamo avuto tutti la netta sensazione, considerata l’enorme quantità d’armamenti e vettovaglie da ciascun esercito apportata che, anziché una battaglia, si doveva affrontare la guerra dei trent’anni.
Al termine dell’incruènta tenzone (ora d’inizio 14 circa – ora finale 17,30 circa) tutti abbastanza satolli e moderatamente euforici abbiamo dato il là a canti e cori d’esultanza per la vittoria da noi riportata su acciacchi, guai, malinconie e tristezze d’ogni sorta.
Abbiamo sopperito alla mancanza di strumenti musicali con l’impensabile potenza delle nostre corde vocali (e della memoria!).
La tombola e il mercante in fiera si godevano il sonno dei giusti in un comodo cassetto.
Il campo di battaglia…pardon, volevo dire la fortezza dove abito da circa 40 anni non aveva mai vissuto una tale felice giornata. Purtroppo però verso le 21 ha avuto inizio la ritirata dei due eserciti in missione.
Il terzo, il mio, è rimasto in loco.
Nonostante le mie sollecitazioni le truppe in ritirata hanno lasciato sul “campo” vettovaglie in quantità tali da satollare tre persone per un bel po’ di giorni.
Il fatto - La sera del giorno seguente e l’intero giorno successivo numerose telefonate si sono rincorse nell’etere alla ricerca di un BATTILARDO ! (secondo l’edizione Zanichelli del nuovo dizionario Zingarelli: tagliere in legno di piccole dimensioni su cui si battono carne, lardo, verdure e sim.).
L’oggetto, di proprietà di mia nuora, era scomparso. Sebbene io ne possedessi uno lei ha preferito portarsi da casa il suo. D’altronde lei era al comando e io sono uso ad obbedir tacendo) .
Due giorni sono durate le mie affannose ricerche per tutto il campo di battaglia e, finalmente, trovo il fetente ben acquattato e celato sotto le mentite spoglie di alcune buste del fornaio.
Con mio enorme sollievo ho subito provveduto a tranquillizzare gli eserciti collegati via radio-telefono da campo i comandanti dei quali erano in attesa di conoscere l’esito delle ricerche.

23 commenti:

♥gabrybabelle ۶(๏̯͡๏)۶ ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
♥gabrybabelle ۶(๏̯͡๏)۶ ha detto...

Ciao @Monty,oggi,sono senza fiato e senza voce,MA CONTENTA SODDISFATTA E E E HO GODUTO TANTO mi sono "spolmonata" a fischiare il nano e finalmente ho trovato una folla di persone che glie ne ha detto contro,di ogni, al nano,
FINALMENTE rai tre ha mandato in onda le grida,le urla, i fischi,e lui?che rispoonde??Al solito,"sporchi comunisti" mai che si preccupi di capire perchè c'è chi non lo vuole,chi ON lo votersa' mai ,mai-Sai quante persone c'erano che votano per udc,altro che sporchi comunsti!!! Oggi era una piazza variegata,ma lui è andato giu' con le solite frasi scontate!!
questo la dice lunga sul soggetto-non so' gli altri tg che hanno mandato in onda,ho che hanno detto su que cheè successo oggi ,ma non mi frega,
sull'approfondimrnto della notte di rai tre è andato in onda e si sono sentite bene le voci le urla, le grida i fischi!!
e finalmente sembra che i tempi siano maturi,finalmente ci siamo!preparati a un nuovo video "BOLLENTE"qaulcuno lo fara' stanne certo.... LA PAPAVERINA INIETTATA COMINCIA A DARE I SUOI FRUTTI...A" lui"lo glie lo hanno venduto e glie lo lo vendono ancora come "elisir di lunga vita" e non s'è mai preoccupato degli effetti collaterali,bastava ringalluzzirlo e farlo scemo con la storia del ringiovanimento,che pirla!!eh,eh,eh, . mi sa.. che ci siamo...le scosse arrivanoooooo,sta per mollare o lo faranno mollare ohhhhhhhhhh,si pentira' amaramente,ci sono i"FILIMINI"""in giro""hi.hi.hi. ...

Punzy ha detto...

ah barttilardo infame!!
l'aveva preso un folletto e poi te l'ha restituito

ANNA ha detto...

Bellissima ricostruzione, arguta, simpatica, coinvolgente! Ed è così, a tavola, soprattutto in giorni di festa, sembra essere in un campo di battaglia "allegra" . Belle atmosfere e bei ricordi... :)

ALEPH ha detto...

Si era nascosto apposta : odia tua nuora...

luly ha detto...

Fetente di un battilardo!:)
Sono belle le giornate di cui ci hai parlato.....piacevoli ricordi di tempi lontani, non troppo lontani.
La mia ultima battaglia seria l'ho combattuta qualche anno fa a casa dei nonni...che bello!
Ti abbraccio e a presto, caro Aldo.

Pietro ha detto...

bisogna organizzarsi meglio e tracciare tutti gli spostamenti di oggetti e persone

Angelo azzurro ha detto...

Anche secondo me, ci vuole un piano studiato a tavolino per gestire tre eserciti assieme! Così niente brutte sorprese di scomparse indesiderate, hehe!
Saluti

Aglaia ha detto...

c'è chi è stato ucciso per molto meno !!!!!;-))))))
che sono una tua fan e tu un mito oramai è dato saperlo!!!
un abbraccio Aldo:-)

il monticiano ha detto...

@gabrybabelle: Possiamo cominciare a sperare? Dalle tue notizie sembra di sì. Io ci conto e comincio già a pensare chi prenderà in mano la situazione.

@punzy: Sai quante volte l'ho cercato nello stesso posto in cui l'ho ritrovato? O ero cieco io oppure era stato nascosto bene.

@ANNA: Speriamo che si ripeta ancora, possibilmente con gli stessi partecipanti, magari aumentati di numero.

@Aleph: Il fatto è che mia nuora non abita con me e d'altra parte io ero il responsabile dell'armamento.

@luly: con il passare del tempo queste usanze si ripeteranno o scompariranno?
Finchè posso me le godo.
A presto e un abbraccio a tutti voi.

@Pietro: Capperi Pie', preparati perchè la prossima volta chiamo te per l'organizzazione.

@Amgelo azzurro: Ho capito. E' meglio che chiamo anche te il prossimo Natale.
Ciao Angelo.

@Aglaia: E lo so, lo so. Le battaglie si sa come cominciano ma non si sa come vanno a finire.
Un abbraccio anche da me.

Lara ha detto...

Sempre piacevole venirti a leggere, caro Aldo. Era da un po' che ... disertavo, per la fretta ovviamente.
E mi ritrovo pentitissima :D
Ciao e stavolta a presto!!!
Lara

La Mente Persa ha detto...

Esiste il battilardo? Buono, lo devo usare contro i leghisti!

upupa ha detto...

caro monticiano...mi sono veramente divertita!!!!!!!!!!! Che battilardo fetente!
ciao

Bastian Cuntrari ha detto...

... Monty, ma il battilardo mio, me l'hai fregato tu? Non lo trovo...

Bellissimo e divertentissimo post: un po' d'aria fresca ci voleva.

catone ha detto...

SEI SEMPRE IL SOLITO BUONTEMPONE, SPASSOSO E GAGLIARDO DA BUON ALLEGRO VEGLIARDO, QUALE TU SEI. SEI UNICO NEI TUOI RACCONTI.
UN CARO SALUTO

il monticiano ha detto...

@Lara: Sì mi ero accorto della tua assenza ma naturalmente avrai avuto
le tue buone ragioni.
Ciao a rileggerci presto.

@La Mente Persa: E' un'arma impropria ma comunque sempre lega...le.
Eventualmente saresti assolta con formula piena.

@upupa: Hai letto che roba? Mi ha fatto impazzire per due giorni.
Ciao cara.

@Bastian Cuntrari:E no, non cominciano a far circolare in giro voci false e tendenziose. Quando lo ritrovi fallo esaminare da qualcuno per rilevare eventualmente le mie impronte.
Ciao!

@catone: Sono lieto di averti fatto sorridere.
Una caro saluto anche a te.

Vincenzo Cucinotta ha detto...

Letto, fuori tempo massimo: a me lo puoi dire, l'hai nascosto apposta a tua nuora, vero? :-d

stella ha detto...

Chissà come ti sarai incacchiato...a cercare, bello satollo!

NADIA ha detto...

holaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa
SOR ALDO BELLO BUONGIORNO TI SONO MANCATA????

STO INCASINATISSIMA CERCHERO' DI RIPASSARE PIU' TARDI UN MILIONE DE BESITOSI CON INTERESSI VISTA LA MANCANZA!!!!!
HASTA SIEMPRE!!!

Giovanni Greco ha detto...

Bel racconto come al solito, bello e coinvolgente.

magicpolaroid ha detto...

è un pò che non passava di quà, è sempre un piacere leggerti..
a presto, Luis

rosy ha detto...

Caro aldo,la guerra, l'esercito..rendono bene l'idea della famiglia...mi dispiace per l'assenza delll'armata in trasferta sul campo germanico.
Per la prossima volta, cerca alleati casertani...
Ciao super Aldo.

il monticiano ha detto...

@Vincenzo Cucinotta: L'avrei fatto volentieri perchè era stato rifiutato il mio. Ma è andata bene anche così. Tutti alla ricerca.

@stella: Altrochè e per due giorni.
Però satolli ed anche un po' allegrotti lo eravamo quasi tutti.

@NADIA: Sei mancata sì. La tua assenza è stata notata. Accettata la penale di un milione di besitos e relativi interessi.
HASTA SIEMPRE!!!

@Giovanni Greco: Tutto vero anche se raccontato in maniera un po' diversa.

@magicpolaroid: Ehi Luis, contento di rileggerti.
A presto.

@rosy: Se sono alleati e di quelle parti lì sono graditissimi.
Più siamo, meglio è.