martedì 9 giugno 2009

terza ed ultima puntata de LO SPUMANTE

Verso mezzanotte e trenta Fabio, supino sul letto, non riesce a prendere sonno e rimugina sulla serata appena trascorsa. Passano soltanto pochi minuti…Improvvisamente uno squillo del telefono lo scuote dai suoi pensieri. Al buio corre a rispondere così veloce tanto da inciampare in qualcosa, ma non se ne cura minimamente…
=Pronto Fabio?…sono Sa…
=So chi sei…riconoscerei la tua voce tra migliaia di altre…
=Bene…ti è possibile venire da me?…vorrei dirti che…
=Sara…non aggiungere nulla…prendo la macchina e tra venti minuti mi troverai sotto casa tua…
=No…è che non riuscivo ad addormentarmi e allora…
=Nemmeno io…Sto arrivando.
Un quarto d’ora dopo Fabio si ferma con la macchina davanti al portone di Sara, scende, sta per suonare al citofono ma…
=Ti ho visto arrivare dalla finestra e allora ho preferito venirti incontro
=I tuoi sanno che sei uscita?
=Sono andati a dormire da circa mezz’ora ma li avevo avvertiti che dovevo uscire
=Difficoltà?
=No e perché mai?…Entro in macchina…posso?
=Accomodati…Dove ti va di andare?
=Possiamo restare fermi qui?…Ti dispiace?…
=Per niente…
=Prima che noi si faccia il…passo più lungo della gamba…come si usa dire, desidero che tu sappia alcune cose di me,quelle che non puoi conoscere e poi decidi tu se continuare a vederci oppure no
=Ma…Sara, qui non si tratta soltanto di continuare a vederci o meno…
=L’ho capito! E tu forse lo hai capito meglio di me quindi è inutile girarci intorno…Voglio soltanto
aggiungere che puoi omettere di raccontarmi quello che vuoi della tua vita prima di oggi perché, da ora in avanti, avrà valore soltanto quello che noi saremo e faremo…
=Ma io invece voglio che tu sappia tutto di me…
=A suo tempo…Per ora preferisco così. Io ho trent’anni e questo tu lo sai, non mi vedo né sono impegnata con qualcuno ma, quando avevo circa diciotto anni, ho avuto…sì,diciamolo pure, una bella storia d’amore con un mio coetaneo. Avevamo entrambi perso la testa, ma un giorno, dopo poco più di un anno, senza che noi ci sapessimo spiegare il perché, l’abbiamo bruscamente
interrotta. Adesso, dopo tutto questo tempo, dico, e ne sono convinta, che avevamo commesso
un grosso errore solo per averla cominciata. Così come sono convinta di non avere sbagliato quando, due anni fa, ho troncato una lunga relazione che ho avuto con un’altra persona. Ci volevamo bene ma evidentemente c’era qualcosa tra noi che non funzionava. Ci siamo lasciati di comune accordo e senza alcun rancore. Non giudicarmi una donna cinica ma non ho rimpianti e sarei stata benissimo fino a qualche mese fa se, beh!, se non mi fossi presentata al supermercato per essere assunta… mettiamola così!…
=Sara…guardami, ti prego…Avrai notato che non ti ho mai interrotta e aggiungo che ritengo di non avere alcun diritto di esprimere giudizi di qualsiasi genere sul tuo operato né tanto meno sul tuo passato. Cercherò, con tutto me stesso, di essere la persona che non potrai né vorrai mai lasciare e sono certo che tu non sei e né sarai mai una persona da lasciare facilmente
=Allora proviamoci…
Fabio rimane in silenzio soltanto un momento…Poi, con tenerezza, abbraccia e bacia dolcemente Sara che ricambia nello stesso modo e poi…
=Sembriamo due innamorati di fine ottocento…
=Secondo te Sara, se così fosse, ci dovremmo vergognare?
=No…assolutamente…perché anche se non siamo più degli adolescenti ci aspetta, io spero, una vita da vivere felicemente insieme e chissà per quanto tempo
=Io ne sono più che convinto, ma intanto pensiamo a domani…Siamo d’accordo sull’idea del festeggiamento di cui abbiamo parlato poco fa anche se lo celebriamo noi due da soli?
=Pensi sempre al brindisi con lo spumante?
=Certo…e ci aggiungo, per domani sera, una cena a casa mia…Organizziamoci così…domattina
quando ci vedremo al lavoro ti porto un mazzo di chiavi di casa mia. Questo è l’indirizzo: al termine del tuo turno mattutino ci vai…
=Prima però devo fare un salto alla mia di casa…
=Già hai ragione…Comunque quando arrivi a casa mia guarda nel frigorifero dovrebbe esserci quanto necessario per noi due, ma tu aspettami per preparare, se manca qualcosa mi telefoni. Dovresti trovare tutto in ordine perché un’anziana vicina di casa, molto gentile, provvede lei al disbrigo di quasi tutte le faccende domestiche. Per te sarà molto facile orientarti…Puoi, anzi devi, curiosare dappertutto, così comincerai a conoscermi meglio…che ne dici?
=Mi sembra tutto ben organizzato…
=Allora a domani…buonanotte Sara…
=Anche per te Fabio e…grazie per…
=Per che cosa?…Se non fosse così tardi mi metterei a gridare e fare salti di gioia…Grazie a te e…
No basta…fermiamoci qui, è meglio che vada…ciao…
L’indomani, l’atmosfera del supermercato sembra irreale; circola una strana eccitazione tra il personale del turno mattutino che quasi di continuo bisbiglia sottovoce e sorride, ma anche la maggior parte dei clienti abituali che conoscono ed apprezzano tutti i dipendenti, pur non comprendendone il perché, si sente coinvolta e partecipa. Fabio, quasi in stato di grazia, guarda spesso verso Sara la quale, con un bellissimo sorriso sulle labbra questa volta non rivolge lo sguardo altrove, anzi… In alcuni momenti lei ed i suoi colleghi parlottano tra di loro sorridendo, senza per questo trascurare il lavoro. Arriva l’ora del cambio di turno. Il personale di quello mattutino scambia alcune battute con quello del pomeriggio e si accinge ad uscire dal supermercato: Sara davanti ed i colleghi dietro, come se volessero formare un corteo regale. Si fermano prima di oltrepassare l’uscita. Sara, senza preoccuparsi della presenza di clienti e colleghi, con un tono di voce nient’affatto sommesso si volta e…
=Fabio…non preoccuparti dello spumante per brindare, l’ho già acquistato io così appena arrivo a casa tua lo metto in frigorifero per poterlo bere ghiacciato, ciao…a stasera!
Un fragore di applausi ed uno scoppio di risate accompagnano il “corteo” verso l’uscita. Naturalmente prendono parte all’avvenimento anche i clienti abituali presenti al supermercato in quel frangente e, tra di loro, una simpatica vecchietta di circa novant’anni che ha la curiosa abitudine di presentarsi tutti i santi giorni, sia di mattina sia di pomeriggio; gira intorno a tutti gli scaffali che espongono le merci e procede all’acquisto di una sola cosa per volta. E’ in confidenza con tutti e tutti la chiamano affettuosamente “nonna Ninetta” anche se questo, forse, non è neppure il suo vero nome, ma lei non ci fa caso. Nonna Ninetta sentendo tutto quel clamore si avvicina al banco della direzione e…
=Fabio?…ma che succede?…perché tutto questo chiasso?…per lo spumante?
E lui, con un fare furbesco, sorridendo, le risponde:
=Beh!…veramente non è per lo spumante ma per il…”dopo”…comprì madam?.
Nonna Ninetta scuotendo la testa si avvia verso gli scaffali borbottando fra sé:
=Il dopo…lo spumante!... Io questi giovani non riesco proprio a capirli…Forse un giorno ci riuscirò…chissà.

19 commenti:

stella ha detto...

WOW, perchè sono la prima a commentare e WOW per lo spumante galeotto!!

ALEPH ha detto...

Per me sta coppia parte male, sisiisis parte malissimo, si vede che parte male.

ANNA ha detto...

Non li ho capiti sti due tanto meno lei che pareva così "schifata" vabbè non commento rosico in silenzio va! :)

Punzy ha detto...

mi associo ad anna, non li ho capiti bene sti' due..

Angelo azzurro ha detto...

E vissero felici e contenti??

fabio ha detto...

C'è una quarta parte? Lei è alquanto strana, perchè non poteva aspettare oltre la notte? Doveva essere una giustificazione pesante, tipo: ho tre figli avuti da tre compagni diversi, li ho lasciati io però... vuoi fare il padre ai miei pargoli? Questa sì che era una prova d'amore... o gli passava il romanticismo dello spumante?

il monticiano ha detto...

@stella: oltre allo spumante hanno impiegato un bel po'di tempo per capirsi.

@ALEPH: Dici eh? Può anche darsi ma chi lo può prevedere con certezza?

@ANNA: Perchè devi rosicà. Alla fine hanno capito che erano fatti l'uno per l'altra.

@Punzy: A Roma se dice: "l'amore nun è bello se non è stuzzicarello". Che ne dici?

@Angelo azzurro: E siamo ottimisti ogni tanto: vissero felici e contenti!

Angelo azzurro ha detto...

Grazie Aldo, mi hai fatta felice con il lieto fine!
'notte!

chicchina ha detto...

Bella storia,intrigante quanto basta per farci aspettare il segiuto e poi il lieto fine.
Un po di romanticismo ci vuole,fa bene.
ciao,Aldo.

NADIA ha detto...

holaaaaaaaaaaaaa
Sor Aldo bello buongiorno!!!

Sembra una storia di altri tempi, bella, però troppi salamelecchi tra sti 2, secondo me dura da Natale a Santo Stefano!!!!!

Potrebbe avere un segreto???
Ma quale????
gamba di legno???
Occhio di vetro???
il dubbio mi attanaglia!!!!
non sono convinta!?!?! ;))

un besito!!!

hasta siempre!!!!

stella ha detto...

L'importante è aver concluso...meglio tardi che mai...
Aldo!

luly ha detto...

Fabio deve essere uno di quei corteggiatori di cui mi parlavi.....
...vero?!?:)
I lieti finali sono sempre graditi.
Un abbraccio e scrivi ancora!

il monticiano ha detto...

@fabio:ieri ci siamo incrociati mentre tu commentavi io rispondevo.
No quarta parte non c'è, il post lascia a chi legge libertà del seguito che più gradisce.
Tu pensi che non esistano persone simili, uomini o donne?
Grazie, ti annovero tra i commentatori che mi stuzzicano.
Almeno commenti.

@Angelo azzurro: Sei una persona romantica e sentimentale, amante dei lieti fine che purtroppo non si verificano sempre.
Felice giornata.

@chicchina: credevo che non ci fossero più donne romantiche invece per fortuna ci sono ancora.
Ciao chicchina.

@NADIA: Avevo visto giusto allora.
Anche a te piacciono le storie che finiscono bene.
Malgrado i salamelecchi.
Perchè così breve?, diamogli una speranza di maggiore durata.
HASTA SIEMPRE!!!

@stella:Credo proprio che hanno concluso...e bene.
Ciao stella.

@luly:corteggiatori ne esistono di tutti i tipi mentre i finali non sempre sono a lieto fine. Questa volta sì.
Ti abbraccio anch'io e spero di avere ancora la fantasia di scrivere.

l'incarcerato ha detto...

Ho aspettato con ansia il finale di questa storia..poi ci son rimasto male perchè come al solito non c'è mai un finale vero e proprio!

Però se dici che finisce bene, sono contento! :)

Angelo azzurro ha detto...

Aldo, sto sentendo la notizia del prossimo arrivo in Lazio del digitale terrestre. Allora, sei pronto a catapultarti nel futuro?

Aglaia ha detto...

mi sa che chi "rosica" è Nonna Ninetta!!!;-))))))))))))))))))
oH! come si dice...la guera è guera!!!
ahahaha!!! bacio Aldo!

il monticiano ha detto...

@l'incarcerato: almeno per chiudere la storia sì ma il seguito chi mai lo potrà conoscere?

@Angelo azzurro: Nel futuro mi ci sono già catapultato da una ventina di giorni ma se ti dovessi dire cone lo posso far funzionare ce ne corre. Staremo a vedere.

@Aglaia: Soprattutto perchè non rfiesce a star dietro a quelli xhe fanno parte di quella generazione.
Per lei è tutto inconcepibile.

rosy ha detto...

Passo solo per un saluto
non ho tempo di leggere
ciao sor Aldooooo

La Mente Persa ha detto...

Lo spumante galeotto ;)
Ciao Aldo :)