domenica 20 marzo 2011

AD ONOR DEL VERO

Devo ammettere che da un po' di tempo faccio caso ad un atteggiamento nei miei confronti di alcune persone mai viste e conosciute dalle quali ricevo gesti di cortesia veramente graditi.
Allora cerco di trovare una spiegazione logica però non riesco a trovarla.
Appaio ai loro occhi un tipo che attira l'attenzione? Se sì perché dato che non l'ho attirata neppure da giovane? E poi in senso negativo o positivo?
Sarà perché mi vedono vecchio e cadente? Non credo di esserlo proprio del tutto almeno per ora.
L'altra idea che mi frulla per la testa è quella che, visto il freddo che fa, vedendomi abbigliato come un eschimese groenlandese temporaneamente uscito dal suo igloo, reputano opportuno far sì che io rientri nel mio rifugio piuttosto in fretta nel timore di vedermi andar per le terre.
Il particolare curioso è che mi capita maggiormente nei supermercati. E non solo da appartenenti al gentil sesso ma anche da uomini non sempre più giovani di me.
Ci sarà pure un motivo del perché in quei luoghi.
A testimonianza di ciò mi limito a citare soltanto gli ultimi tre episodi.
Tutti i giorni o quasi mi reco ad uno dei supermercati che si trovano nei pressi della mia abitazione
e non sempre lo stesso.
In casa manca sempre qualcosa ed io quando si tratta di roba leggera, durante la mia quotidiana passeggiata, faccio una sosta in questi luoghi di alleggerimento del portafoglio.
N.1 – Mi trovo in fila ad una delle casse per pagare il costo di due bottiglie di vino da 750 ml ciascuna – una di bianco l'altra di rosso – e attendo il mio turno quando la signora che si trova davanti a me, con quattro o cinque pacchetti in mano, si volta e mi fa "prego giovanotto, passi pure prima di me dato che ha soltanto due bottiglie". Io sorrido e così anche la cassiera e ne ha ben donde in quanto la signora avrà più o meno la mia stessa età. Le rispondo "la ringrazio molto ma io, da solo, di giovanotti ventenni ne sommo almeno quattro" e giù qualche altra risatina.
N.2 – Pagato il dovuto alla cassa mi avvicino alla zona ascensori per salire al piano strada quando
l'unico ascensore disponibile mi sta partendo sotto il naso ma un signore che sta dentro fa in tempo ad inserire tra le due porte scorrevoli automatiche che si stanno chiudendo un bastone che tiene in mano e mi dice "prego, venga pure". Per prima cosa cortesemente lo ringrazio e poi l'osservo con la coda dell'occhio. Sicuramente ha più anni di me e quel bastone gli serve perché claudicante. Giunti al piano le porte si aprono e inizia il solito balletto "prego si accomodi" "no, no, prima lei" finché riusciamo ad uscire dall'ascensore entrambi soddisfatti.
Non è dato sapere di cosa ma va bene lo stesso.
N.3 – La solita fila alla cassa. Ho in mano soltanto un pacco di pasta da 500 grammi. Mi metto in coda, questa volta abbastanza lunga. Una signora che mi precede ha il carrello pieno zeppo fino all'orlo. Dopo un paio di minuti si volta e mi dice "passi avanti, prego". A me viene da sorridere, la guardo, avrà poco più di cinquanta anni, occhiali da vista alla moda, occhi celesti e capelli biondi, lunghi, arricciati e sistemati sul capo con una acconciatura che somiglia ad un piccolo mantello.
La ringrazio, le sorrido ancora, lei ricambia mentre la cassiera ci scruta sorridendo anche lei.
Mi piacerebbe conoscere il suo pensiero al riguardo.

31 commenti:

upupa ha detto...

...HAI INCONTRATO PERSONE GENTILI....UN ABBRACCIO

petrolio ha detto...

Son d'accordo con Upupa, ci vuol gentilezza a questo mondo! Mi hanno 'inculcato' il valore fondamentale della cortesia e del rispetto nei confronti di tutti a meno che non spunti fuori un sano principio della poca stima nei confronti del demerito. In assenza di conoscenza approfondita del soggetto per me vale sempre l'EMPATIA e nei tuoi confronti mi pare che avrebbe il sopravvento! Un abbraccio empatico! *****

Adriano Maini ha detto...

Ma, sì, dai, Aldo! Fatene una ragione! Sei tu che sprizzi simpatia da tutti i pori. E le persone che incontri avvertono questo subito.

mark ha detto...

Siamo esseri legati da fili sottili, i tuoi fili attirano gentilezza, non fartene un cruccio, altri fili portano solo negatività.
Saluti

franz90 ha detto...

Anche a me è capitato: in giornate in cui uno si sente particolarmente in forma, ecco che il gentiluomo o la gentildonna, invece di farsi i c. suoi ci tiene a farti sapere che hai una faccia disfatta, che dimostri 20 anni di più. non riesco a vedere altruismo in questi gesti ma una larvata aggressività. Per la serie: quando la gentilezza è fastidiosa.

Luigina ha detto...

Secondo me ti fanno passare perché pur avendo poca roba da pagare alla cassa ti metti in coda e non chiedi di passare avanti. Ioalmeno faccio così non solo con le persone ..anziane. Soprattutto perché ho sempre due spese da fare e da scaricare dal carrello e mi sembra logico lasciar passare una persona che ha solo 1 o 2 articoli da pagare e magari ha già pronti i soldi. Se invece qualcuno lo pretende magari con arroganza e anch'io ho fretta non lo lascio passare. E poi sicuramente perché sei simpatico come si intuisce da come scrivi e parli dei personaggi dei tuoi racconti.Ah, in ascensore non aspetto mai, né do la precedenza all'inquilino del 3° piano, che fuma come ..due turchi, delle sigarette puzzolenti anche in ascensore e una volta che l'ho redarguito mi ha risposto di non rompere i......:)

Ibadeth ha detto...

Non è una cosa strana e nemmeno penso sia dovuto alla tua età (e del resto se la tua foto è recente, nemmeno la dimostri...). E' una cosa abbastanza normale. Io faccio sempre passare avanti chi ha solo un oggetto e sovente la gente mi fa passare per la medesima ragione. Penso che gli altri, in genere, siano gentili... anche se ogni tanto si vedono certe scenette che lasciano perplessi. Dopo tutto, sono atti di gentilezza che non costano nulla.

cristiana2011 ha detto...

Io la penso come Adriano.
Tu sprizzi simpatia e sono certa che non hai mai un'espressione 'ingrugnita, ma il lieve sorriso sul viso di chi è in pace con se' stesso.
Se poi non hai carrelli traboccanti....Fai la prova del nove giorno, poi ci dirai.
Cristiana

Paola ha detto...

E lo sai benissimo... ispiri fiducia e simpatia... e automaticamente le persone si mostrano gentili nei tuoi confronti...
Ciao caro Aldo dal cuore nobile un abbraccio per augurarti buon inizio settimana... e... prego si accomodi... hehehehehe

franz90 ha detto...

POSSIBILE CHE NESSUNO SIA CATTIVO COME ME?

riri ha detto...

Sono daccordo con Upupa anch'io, ma aggiungo che le persone vedono in te un signore con un aspetto che merita rispett. Caro Aldo, anche se sono più picla di te:-) ultimamente mi capita che nella metro, o nei bus, trovo qualcuno che mi cede il posto, certo mi son chiesta se sono così andata giù...ma poi ho trovato la spiegazione: faccio tenerezza, soprattutto ai coetanei. Aldo, noi valiamo e piacciamo:-))Buon primo giorno di primavera:-)

Ambra ha detto...

Io credo che tu abbia una presenza molto accattivante. Ed è per questo che le persone ti cedono il posto. Comunque è una cosa che faccio spesso anch'io quando vedo che chi è dopo di me ha solo una o due cose. Oltre a tutto è una gentilezza che non costa molto.

Ernest ha detto...

che scene che si vedono nei supermercati!
un saluto Aldo

zefirina ha detto...

come si dice se fa lo bene ..ricevi lo bene, e poi tu hai comunque un atteggiamento positivo, io ti ho visto ed emani tranquillità, quindi ovvio che le persone siano gentili con te, l'età non c'entra n ulla

enrico ha detto...

Caro Aldo , è un po' la maledizione che acompagna noi belli e affascinanti, bisogna che ce ne facciamo una raguione. O forse non sarà perchè sappiamo sorridere? Anche Franz lo fa anche se non vuole farsene accorgere. Un abbraccio a tutti che in questi giorni ce n'è bisogno.

Pupottina ha detto...

per fortuna che esistono persone cortesi e poi con la tua simpatia ispiri il buon delle persone.
buon inizio settimana ^_____^

`·. ̧ ̧.· ́ ́ ̄`··.Giusy.·`·. ̧ ̧.· ́ ́ ̄`· ha detto...

Ciao Aldo..bello ciò che scrivi...
Da quel che scrivi traspare tantissima gentilezza e garbo.
Sei una persona molto simpatica.:)
E' tanto che leggo i tuoi commenti da diversi miei amici...
Bene oggi sono qui a farti visita.
Lieta di conoscer il tuo blog...:)

`·. ̧ ̧.· ́ ́ ̄`··.Giusy.·`·. ̧ ̧.· ́ ́ ̄`· ha detto...

P.S.Comunque se posso darti un suggerimento...resta pure così come sei...La semplicità che è in te e la tua simpatia porta ovunque...
Hai il sole sempre in te e intorno a te.
Dolce giornata.

Tina ha detto...

Mica è una questione di età, è una questione di gentilezza, presumo che la tua verve si manifesti anche nel quotidiano e non solo nelle pagine che ci regali.;-))

Mi comporto come Luigina, prima di scaricare il carrello mi volto, se chi ho alle spalle ha uno o due prodotti lo invito a passare, lo trovo normale.
Se me lo chiedono con arroganza ... addà murì in coda.

Buona giornata Aldo ;-))

@enio ha detto...

non ti è passato per la mente che tu sia simpatico al tuo prossimo!

Punzy ha detto...

te lo dico io e ti puoi fidare..sei IRRESISTIBILE!!!!!

Francy274 ha detto...

Aldo, ma non è con tutti quei vestiti addosso Ti scambiano per un milardario americano? Tutto è possibile :DD
Scherzo naturalmente, dico invece che le persone per bene si riconoscono a prima vista, e Tu lo sei, quindi susciti rispetto e simpatia... semplice no?

Nounours(e) ha detto...

Ne trovi di persone carine in giro! e loro trovano te senza sapere che diventeranno personaggi di racconti straordinari.
Un abbraccio, Nou.

TuristadiMestiere ha detto...

ma quale cadente, Aldo! Credo sia giusto far passare avanti un cliente in coda se ha un paio di cose mentre noi ne abbiamo un carrello pieno! Io voglio riabituarmi alla gentilezza del tutto disinteressata, soprattutto se il gesto è accompagnato da un bel sorriso (e non un grugnito di dovere e non di piacere!!!). Buona serata!

la Volpe ha detto...

forse la faccenda dei supermercati dipende, come già han detto altri, dal fatto che è cortesia far passare una persona se ha un solo pacchetto: le fai risparmiare tempo e tu col tuo carrellone pieno non ci perdi che trenta secondi a far sta cortesia

ciao carissimo e perdonami l'assenza... un po' di problemi della vita reale

DIANA. BRUNA ha detto...

Ma come si fa a non farti passare anche se hai il carrello pieno?
Il tuo sguardo mi sa che è talmente accattivante...soprattutto se davanti c'è una bella signora...con gli occhi celesti...con una folta chioma bionda...
che non ti resiste nessuno!!!
Sei troppo simpatico caro Aldo e questi tuoi racconti a me piacciono tantissimo perchè mi pare di fare parte della scena.
Ecco che cosa vuol dire essere artisti nell'anima!!!
Ciao carissimo,
buona giornata
Bruna

nonno - enio ha detto...

ho notato anch'io un atteggiamento simile alle casse io credo che lo fanno perchè sto inesorabilmente invecchiando!

rosy ha detto...

Caro Aldo ho letto e sorridevo.
Non farti tante domande
Una cosa è certa che la tua simpatia colpisce anche i giovanotti più grandi di te.
Bello questo post, dove l'umanità ne esce vittoriosa.
La tua Roma e voi romani mi avete stregata.
Un bacione a Roma e a te.

il giardino di enzo ha detto...

La simpatia, un misto di serenità e affetto, è come una corrente elettrica, rilascia un campo energetico che viene avvertito distintamente dalle anime gentili, una specie di somiglianza attrattiva.
E te, caro amico, inondi la rete.
Figuriamoci i supermercati :)
Ciao, buone cose a te

Nicole ha detto...

E' raro ma capita di incontrare persone sulla stessa lunghezza d'onda. Eppure se solo sorridessimo un po' tutti , le cose sarebbero molto più facili e digeribili.
E comunque tu sei irresistibile!;)

Sandra ha detto...

Hai un'aura positiva, direbbero quelli che se ne intendono.
E' bello quando le persone che incontri si comportanocon cortesia ...si cammina più leggeri.
Felice notte Aldo.