giovedì 17 maggio 2012

DUE GIORNI TRA LE NEVI

26 commenti:

cavaliereerrante ha detto...

"Robbbetta de ggnijente" ... l' hai chiamato, @Aldo, questo tuo ricordo di Ovindoli con la sua montagna innevata ed il pollaio arem di quel povero galletto che non conosceva il detto "bacco, tabacco, e venere ....", cose così ... che quarche vorta arispuntano ... magara senza volello ... ne la mente, chissà perchè ...
Ma è quasi impossibile, staccare gli occhi dalla tua faccia pulita, mentre racconti ed il racconto diventa nostro ... nostro quel rabbrividire dal freddo, nostro il ritorno accidentato e i tuoi pensieri ansiosi( ....tacci tua, Ovì ... mo' me rivedi ppijù ).... :-(
Nè mare nè monti, eh ?!?
Nè estati più, nè inverni ?!?
Così ti disse il @cardiologo ( ...cci sua e de su nonno ), riconsolandoti poi coi laghi e i fiumi, senza ricordarsi che Tu, a Rione Monti o a Parioli, a Panico o a Testaccio, a S.Maria Maggiore o a Lungotevere, hai laghi e fiumi, estati ed inverni, ma assai più spesso primavera, la stessa stagione che hai dentro e che, come nessuno, sai far vivere anche per noi che ti ascoltiamo come si ascolta un amico sincero, che conosce la vita ... ma soprattutto l' anima !!!
Un abbraccio @Aldo : io sfioro il metro e novanta d' altezza ( tu mi diresti : a @Bbbrù, me sembri 'n pennelllone co' la pipppa 'n bbocca da la matina a la sera ... chette possino ... ehm ... bbenedì ), ma per arrivare a te, francamente, mi ci vorrebbe una scaletta !!! :-)))

rosy ha detto...

Caro Alduccio, ascoltarti ci fa star meglio..sottoscrivo ogni parola, punto e virgola del cavaliereerrante.
Ti abbraccio.
Complimenti per il video:))

rosy ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Ambra ha detto...

Davvero bellissimo il tuo video e il tuo racconto. Sei unico, Aldo! Fai divertire e commuovi al tempo stesso.

enrico ha detto...

ormai completamente multimediale!!! bravo

cipralex1 ha detto...

ciao Aldo,
non so trovare le parole giuste e te lo dico con il cuore: me pare un capolavoro. robi

Nicole ha detto...

Bellissimo racconto in un romanesco garbato ,signorile di vecchio stampo.
Mi hai incantata...poi ho immaginato pure il povero gallo sfinito da maratone di sesso. Ma erano ninfomani le galline?
Ah...in una prossima vita ho già capito chi guiderà la macchina tra i due: IO!
Ahahahah

Grace (ma gnappetta della Val Gina) ha detto...

Aldo, tu sei SIMPATIA fatta persona :)
Il romanesco scritto mi piace, quello parlato mi ESALTA heheh!
Del tuo racconto ho adorato tutto, in primis le DIVAGAZIONI, la tua faccia quando hai parlato del gallo ritrovato con le gamb..zampette per aria mi ha fatto morire dal ridere.
Oh.. a Ovindoli hanno cambiato nome al campeggio, ora si chiama "Da er monticiano", l'albero che hai evitato per un pelo è diventato sito turistico hahah!
Tantissimi baci :)

cristiana2011 ha detto...

Aldo, già te lo dissi: dovevi continuare a fare l'attore!
Sei grandioso, naturale e, quando hai detto "DISCEEE", mi è venuto in mente Aldo Fabrizi. Avresti potuto fare la parte del tuo omonimo in "Roma nun fa' la stupida stasera"..
Cristiana

PS. Che idea questa di parlarci invece di scrivere!

Adriano Maini ha detto...

Sei così bravo e lo so, che trovo anche in questo caso splendida conferma della tua maestria!

Carlo ha detto...

Sono indeciso se sia più bello il racconto in se oppure se il racconto è bello perché ascoltarlo nel nostro dialetto diventa... poesia. Mentre decido, penso che se ti avessi conosciuto parecchi anni fa, quando ancora avevo tempo da dedicare a me stesso, ti avrei fatto diventare un pescatore provetto. Non è detto che non possa accadere: canne da pesca, mulinelli, lenze, esche artificiali e ami di ogni genere sono ancora in soffitta! Dovrei chiedere nuovamente la licenza di pesca, fatta scadere anni fa. Non mi ci vedo a correre con te, inseguiti dai guardiacaccia. Ci sarebbe il mare, dove pescare senza permessi... ma a te è proibito! Invece, sul lago mi sono ricreduto anche io, amante del mare da sempre. Da quando ci vivo ad un tiro di schioppo, ho scoperto le piacevolezze e la tranquillità dell'estate in riva ad un lago. Sul freddo, invece, andremmo d'accordo. A me, la montagna innevata piace guardarla da dentro uno chalet con il camino "a palla" e la tavola imbandita come si deve!! Della serie "sonno, pappa, sonno, pappa"! Beh, anche... altro. Ma son cose che teniamo tra noi "galli" riservati e signori!!

Ho deciso: l'uno, il racconto, senza l'altro, il dialetto, non ci avrebbero offerto questi 10 minuti di autentica poesia.

Ciao Aldo, una buonissima serata a te.

chicchina ha detto...

Il racconto è bello,ricco di spunti e divagazioni sfiziose,ma sentirlo dalla tua voce e in romanesco,è poesia! Aldo,sei un affabulatore nato,ed un amico di straordinaria simpatia.Ti auguro un sereno fine settimana,e ...segui i consigli,mi raccomando!

Vania ha detto...

Caro Aldo, come sempre sei fantastico. E' un piacere leggerti quando scrivi, ascoltarti quando parli. Mi sembrava di vivere quei momenti insieme a te, a proposito... brrr che freddo! Ho sentito il brivido per il freddo e la paura della strada ghiacciata!
Un abbraccio

riri ha detto...

Alduccio, sei una poesia fatta persona, hai lo sguardo leale e pulito, come pochi, racconti e fai vivere la scena, come un vero attore, l'attore che c'è in te.
Ti auguro un bel fine settimana, con un abbraccio ed un sorriso.

zicin ha detto...

Caro Aldo,non posso dirti altro che ripeterti che sei MITICO.
Come racconti tu... nessuno.
Bellissima la tua dizione e soprattutto la tua espressione.
Ma sto' dottore è proprio uno che ama il rovescio delle cose... e che ci vuoi fare... porta pazienza.
Ti ascolterei per ore... ma il video è finito... peccato... alla prossima... intanto ti auguro un bellissimo fine settimana. A presto

La Mente Persa ha detto...

Adesso ti porto su Facebook ;)


Mitico

Cri ha detto...

Sei davvero un grande attore, Aldo mio. Che padronanza del video!

Annarita ha detto...

Aldone caro, passare di qui è sempre respirare una boccata di aria buona.

Leggere ciò che scrivi oppure ascoltarlo attraverso un video (che siano aneddoti o ricordi personali non fa differenza)rasserena l'animo. Vedi, io non frequento molti blog per mancanza di tempo, ma qui da te ci passo sempre, appena posso, perché so che mi fa stare bene e mi arricchisce sempre umanamente.

Un abbraccione forte forte.
Annarita

Zio Scriba ha detto...

È stato come averti ospite qui nel mio studio.
Grazie per la visita e per il racconto, caro Aldo!
Un abbraccio.

Sandra M. ha detto...

Aldone ma che bello il video-post! Come averti qui!
certo che con slitte e discese innevate tu proprio...
"manco-pe-gnente", eh?!!

Gente Comune ha detto...

Dato che hanno già detto tutto gli altri non mi rimane e non è poco(da vero romano emigrato): Forza Lazio. Grazie dal mio cuore per quella scritta.
Continua a raccontà, se voi per altri 40 anni.
Albero

Blogaventura ha detto...

Grandissimo Aldo! un abbraccione, Fabio

Vania ha detto...

Aldo caro, ti abbraccio e ti auguro buon fine settimana.

cavaliereerrante ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
cavaliereerrante ha detto...

@Ardù me credi ? Dopo 'sto casino
de 'sti bboijaccija 'ndrento a quella Scola
mica m' è facile de ripijà 'r cammino
co' l' anima che stà sotto la sòla .
Mortacci loro : a Brindisi, 'st' infami
co' quella bbomba messa ner cassone
portorno vija quei poveri cristijani
e i soggni nostri e senza 'na raggijone !
Emmò ch' amjo da fà amico bbello ?
Tappacce 'ndrento casa chiusi a cchijave ?
Uscì de fora, portannose l' ombrello
e dà soddisfazzijone a ggenti iggnijave ?!?
A @Monticijà, Tu che n' hai viste tante
e de bbrutture e de vijaccherija,
come se fà, a mantenè 'r sembijante
de 'na persona onesta a sorte rija ?
Quanto me pijacerebbe, assomijatte
e sta co' tte .... magara a 'n' osterija
e daje ggijù cor vino che me sbatte
fino a sdimenticà 'sta zozzerija !!!
Tu ggijà lo sò, sapresti stamme accanto
co' la leggenda de la vita tua,
sapresti rinnovà tutto l' incanto
de sta vita de stracci ... tacci sua !
E me diresti, come 'n mago bbono,
che c' è solo 'na strada p' oggni omo ...
che se 'n cristijano vò scampà ar dolore
ha da combatte sempre co' l' autore !
@Bruno ....
Postescritto : @Aldo ... scusami ! A volte la malinconia fà proprio male ... a volte veramente ci verrebbe voglia di andarcene ad Ovindoli ... insieme a te, e starcene là ... lontani da tutto !

20 maggio 2012 21:29

Tina ha detto...

Qualcuno lo ha detto prima, è stato come averti dentro casa e ascoltare in religioso silenzio, anche le rare pause le ho sentite sonore ;-))

Ti adoro Aldo, racconta ancora ;-))

Buona serata Aldo