mercoledì 29 agosto 2012

AVEVO NOTATO IL SOGGETTO E...

...l'osservavo incuriosito per il suo comportamento. Un uomo alto, capelli folti leggermente brizzolati, un viso con un cipiglio duro, baffetti sottili allaClark Gable, distintamente vestito. Stavamo entrambi fermi, insieme ad altre persone, in piedi sul marciapiede dove era posizionata la fermata di tre linee di autobus ognuno verso differenti destinazioni. Il soggetto in realtà era appoggiato ad una balaustra in ferro che divideva la strada riservata ai mezzi pubblici da quella del traffico privato. Volgeva lo sguardo verso le persone in attesa ma si soffermava soprattutto ad osservare le donne. Un paio di autobus erano sopraggiunti, molte persone erano salite, ma il soggetto no e per la verità neppure io. Evidentemente aspettavamo lo stesso bus e insieme a noi anche altre persone. Quando sopraggiunse il bus che aspettavo insieme ad altri ci accingemmo a salire ed io mi feci un poco da parte per far passare prima alcune donne ma venni bruscamente scansato da quel soggetto il quale, rapido come un fulmine, s'infilò tra me e una ragazza, forse ventenne, che si era messa in fila per obliterare il biglietto di viaggio. Non feci alcuna rimostranza per evitare fastidiose polemiche. Lo spazio era ristretto ed il bus strapieno. Molto lentamente ci stavamo avvicinando al centro del bus dove si trovava l'uscita quando mi accorsi che il soggetto davanti a me palpeggiava con le mani il didietro di quella ragazza ventenne. Lei si voltò due o tre volte senza parlare ma lanciando occhiate di fuoco verso il soggetto il quale, imperturbabile, con un sorriso mefistofelico sulle labbra, fingeva di guardarsi intorno. All'ennesima palpeggiata la ragazza, furiosamente, si voltò ed esplose

= la vuole smettere porco che non è altro?

= come ti permetti?

= mi permetto sì perché mi sta maneggiando sin da quando siamo saliti

= bada come parli, tu non sai con chi hai a che fare

= con un maiale, questo è poco ma sicuro

= se le cose stanno così allora guarda la mia tessera, io sono un sovrintendente di polizia, quindi adesso scendi con me e andiamo al commissariato...Autista? Fermi questo bus!

Facendomi coraggio e a brutto muso mi sorpresi a dirgli

= scusi lei sta commettendo un sopruso e sta abusando della sua qualifica...

= e tu chi sei?

= io sono uno che ha assistito a questa ignobile scena e non sono solo, vero gentili signore?

Due donne che si trovavano sedute proprio vicino al luogo del misfatto come se non aspettassero altro annuirono prontamente e...

= nun solo avemo visto tutto ma si nun scenne subbito lo pjamo pure a borzate 'n testa...

= allora dovete venire pure voi al commissariato...

= noi nun venimo da nessuna parte e si nun te sbrighi a annattene da 'sto coso becchi pure un par de pizze su quer grugno da...

Il soggetto, servito a dovere, scese dal bus bofonchiando chissà cosa. Noi invece, ampiamente soddisfatti, scoppiammo a ridere tutti quanti, compreso la ventenne.


23 commenti:

Pierrot ha detto...

Chi di mano ferisce...
Bonne journée Aldo (e moglie e figlio)
→:)Pierrot

Mirta - Luce nel cuore ha detto...

… ⋱ ⋮ ⋰
…….⋯ ◯ ⋯
..…(\_/) ƁƲƠƝ
…..( . .)
_c(”)(”)̡___
|’*✿♥✿*’| ƓƖƠƦƝƠ
\*✿♥✿*/¯))
’乀____乄¯

Bastian Cuntrari ha detto...

Nihil novi, caro Aldo! Quando lustri e lustri fa prendevo il tranvetto che era quello che andava da Cinecittà a Via Giolitti (o Gioberti?) c'era sempre qualche porco che molestava. Le tattiche più in voga erano due.
A - Quando, stando in piedi, ti reggevi al tubolare di metallo sopra la spalliera del sedile (da nana qual sono, non arrivavo a quello alto...), il maialaccio di turno appoggiava la "patta dei pantaloni" - capisci a mme! - alla tua mano. Soluzione: spostarsi verso un altro sedile o aggrapparsi come una scimmia al ferrone in alto. Imprese entrambe ardue.
B - L'accattone sessuale ti si metteva esattamente alle spalle e, con la scusa della gente che pigiava, pigiava pure lui il suo lato A sul tuo lato B. In questo caso la soluzione era più semplice. Un giorno mi sono voltata e ho apostrofato ad alta voce il tipo: "Scusi, le dispiace togliersi dalla tasca dei pantaloni la supposta? Mi punge sul sedere!"
Evaporato. Vanificato. Dissoltosi nel nulla pneumatico.

Oggi lo "molesterei" pure io, strizzandogli i coglioni in una morsa alla Mazzinga. Ma non prendo più il tram. E magari, pure se lo prendessi, ma chi mi si cagherebbe? Tempus fugit!

m4ry ha detto...

Bravo Aldo ! E' così che si fa ! Che schifo..in giro c'è certa gente che fa pena. E' bruttissimo quando qualcuno vuole approfittare del proprio ruolo per mettere sotto il prossimo..sei stato bravissimo :)
Buona giornata !

Pupottina ha detto...

che tipi che ci sono in circolazione sul bus e ovunque ormai... meno male che c'eri tu Aldo.
magari quel tipo avrà imparato la lezione perché certe cose non si fanno

cristiana2011 ha detto...

Son dei malatipericolosi e nè loro nè i familiari se ne rendono conto, purtroppo.
Se ogni volta trovassero qualcuno come te che li sbugiarda, sarebbe una gran bella cosa, ma la gente evita, in genere.
Grazie per aver dato un posto d'onore alla mia tesorona.
Baci
Cristià

PS. Ce ne vorrebbero di Bastian Cuntrari!

Sandra M. ha detto...

Mi monta una rabbia....sai che quando avevo 13 anni ho rotto il naso a un tizio che stava seduto accanto a me al cinema (ero con una zia) e mi aveva infilato una mano sotto la gonna? Son partita con la mano destra di piatto e di lato, l'ho beccato con le nocche del dorso della mano, anello compreso, proprio sul setto nasale. Se n'è andato silenzioso e sanguinante.

Nou ha detto...

Eh! conosco le tattiche. Chi ha viaggiato sui bus non può esserne all'oscuro. Se dovessi ritornare indietro viaggerei con un paio di cesoie bel affilate e oliate.
Ciao Aldo, siete stati troppo bravi a reagire in difesa della giovane.
Un abbraccio
Nou

Ambra ha detto...

Ciao carissimo.
Eccomi di nuovo, anche se la prossima settimana sarò ancora assente per qualche giorno.
Hai passato una buona estate?
Quella del palpeggiamento è un'esperienza che hanno fatto quasi tutte le ragazze, me compresa, ovviamente a suo tempo. E a me una volta, qunado ho reagito come ho sempre fatto, è capitato che il porco ha ribaltato su di me la cosa dicendo che ero stata io a toccarlo. Ha fatto ridere tutto l'autobus ed è sceso alla prima fermato con la faccia paonazza.
Ti lascio il mio saluto e un abbraccio.

Cri ha detto...

Ma che schifo, davvero. Se non ci fossi stato tu temo che sarebbe stato ancora più uno schifo. Quando invece, davvero, basterebbe poco, un minimo di "palle" e di attenzione agli altri, per raddrizzare un sacco di piccole e più grandi ingiustizie che fanno questa vita già difficile quasi insopportabile. Ma il menefreghismo impera. Non resta che sperare che tu campi più della Levi Montalcini :D

nina ha detto...

Una storia di ordinarie molestie neutralizzate dal senso civico di chi - grazie al cielo - non si trincera dietro gli "affari propri".
In più raccontata come tu sai fare che ti pare di esserci presente.
Unisco la mia partecipazione attiva nel mandare a quel paese il fetentone (in)potente.
un abbraccio
Nina

Maraptica ha detto...

Ma non valeeeee, quello poi è sceso dal bus ed è salito su quello successivo. Bisognava sapere il nome e farlo sapere al mondo intero :)
MarapticaVendicatrice

upupa ha detto...

...è sceso??????????????
Andava prima pestato!!!!!!!!!!!!!!
un abbraccio

Ibadeth ha detto...

Benone!!!

Carlo ha detto...

... sicuramente degno d'encomio il comportamento dei presenti, considerato il menefreghismo che impera. Peccato, però, per due occasioni mancate: la prima, una bella "ripassata" al maiale titolato. Qualche bella sberla, se la meritava; la seconda, non essere andati al commissariato con tutto il bus. 4 o più persone che testimoniano la stessa cosa, sarebbero stati la devastazione della carriera del "sov"!!

Ciao Aldo, buona giornata!

Nicole ha detto...

Grande! Così si fa, si deve avere coraggio nella vita , non si può piegare sempre la testa. Ti ammiro, non tutti l'avrebbero fatto sai?
Spesso la gente volge lo sguardo altrove e non è giusto.
Ti stringo forte mio eroe per caso:)

Nicole ha detto...

Ah una volta feci pure io un post intotolato : ''I maniaci della mia vita'' o qualcosa del genere.
Ora con i chiario di luna che ho, menerei più di prima. E senza pietà

Soffio ha detto...

si può dire "bello stronzo!!"

Adriano Maini ha detto...

Sì, mi sento anch'io come altri commentatori in vena di diventare un picchiatore...

'n aMico ha detto...

Soffio, non so se si puó dire, ma io lo urlo lo stesso cambiando solo un aggettvo:
- BRUTTO STRONZOOOOOO!

Baci, Monticia' :-)

nucci massimo ha detto...

Porci senza ali.

AlessandraLace ha detto...

dovevate marchiarlo in fronte, così non usciva più di casa! buona notte

Fra ha detto...

I porci che si prendono passaggi con le ragazzine purtroppo non sono infrequenti... a me è capitato una volta quando avevo 14/15 anni, in un autobus molto molto affollato: non ho avuto il coraggio di dire nulla e nessun altro ha visto o detto niente. Complimenti a te e alle signore! :)