lunedì 7 gennaio 2013

GUENDALINA MON AMOUR

Guendalina – da me abbreviato in Guen – ha più di trent'anni eppure si comporta come se ne avesse chissà quanti. O forse sono io che non ricordo quando arrivò a casa mia. Comunque l'età che ha la porta benissimo e io le voglio bene.
Fino a quando lavoravo Guen stava con me in camera da letto, dopo no.
È brava, molto silenziosa, fa il suo dovere però a volte si comporta in modo strano.
Ad esempio qualche volta si spinge troppo avanti, altre invece al contrario.
Eppure ogni sera, sempre alla medesima ora, faccio quello che spetta a me fare ma a Guen sembra interessare poco e si comporta come meglio crede.
Questa storia dura da parecchio e a volte mi viene voglia di prendere una decisione drastica poi ci penso un po' sopra e mi dico "ma adesso che me ne importa? Una volta, quando lavoravo, era comprensibile ma ora che ragione c'è di prendersela tanto con lei?"
Ragionamento che a me sembra logico.
Anche se la faccenda aveva perso interesse per me, un giorno mi son detto "adesso le faccio vedere io come devono andare le cose in questa casa".
Mi sono ricordato che con il film "Ricomincio da tre" debuttò come attore, sceneggiatore e regista il grande Massimo Trosi il quale, in una delle scene, cerca di far smuovere un oggetto distante da lui soltanto fissandolo e chiedendo "avanti movete, che te costa, ven'accà...".
Grazie del suggerimento Massimo, userò lo stesso metodo.
Infatti a colazione, a pranzo e a cena quando, seduto in cucina, davanti al tavolo predisposto per l'occasione,guarderò Guen il mio orologio-sveglia che si trova su un ripiano della credenza distante circa tre metri da dove siedo io tutti i giorni, la fisserò e le chiederò con gentilezza "fammi il favore, metti al punto esatto le tue due lancette che segnano le ore, i minuti e i secondi, così mi fai contento".
Lo farà? Spero di sì.
Mi sorge un dubbio. Non è che non le è andato a genio il fatto che non ho più messo in funzione la sua suoneria da quando sono in pensione?
Perché, mi chiedo, ho il vezzo stravagante di dare un nome proprio di persona a degli oggetti immobili o semi-mobili?
Non lo so neppure io.
SITUAZIONE AGGIORNATA A GENNAIO 2013
Quello che so è che purtroppo adesso viaggia al ritmo di venti-venticinque minuti in avanti ogni santo giorno. Perché soltanto in avanti e mai al contrario? Perchè tanta fretta? Forse c'è una spegazione. Credo che lei non veda l'ora di andarsene in pensione.


24 commenti:

m4ry ha detto...

Bel nome per una sveglia :))
Aldo, consolati..anche io ho l'abitudine di affibbiare nomi a cose/piante che per me hanno un valore particolare..
Comunque si, forse si è un po' risentita :)
Un abbraccio e buona giornata !

Antonio Caputo ha detto...

Sarà un po' tachicardica, se dai un nome agli oggetti è perché gli oggetti hanno un cuore caro Aldo.

nucci massimo ha detto...

Se le guardi nella schiena è possibile che trovi una levetta che serve a farla correre un po' più o un po' meno.
Per il nome alle cose è perchè le ami e quindi le umanizzi
il pericolo sarebbe se gli dessi un cognome e le chiamassi col "lei"
allora vorrebbe dire che le umanizzi ma vuoi mantenere un rispettoso distacco.
Ciao.

Nou ha detto...

Ti ha fatto compagnia per tanti anni Guen che si merita il tuo affetto. Va avanti perché è curiosamente impaziente, vuole sapere in anticipo, che so, il tempo che fa, cosa fa il suo amico Aldì prima degli altri: credo sia molto premurosa ed affettuosa.

:)

Un abbraccio Aldo, ciao Nou.

@enio ha detto...

anch'io ho avuto per tantissimo tempo una fiat 500(è andata al macero più che in rottamazione)a cui ero affezzionato e la chiamavo "Carolina".... è durata quasi 25 anni, un record e aveva pure il sedile ribaltabile, quello a lato passeggero.

cipralex1 ha detto...

caro Aldo,
se vai a dare un'occhiata al mio post "Un pensiero per l'estate" del 24 luglio 2011, capirai perchè questa volta il tuo racconto non mi ha creato suspence..... (All'epoca non ti commentavo ancora perchè non avevo l'account Google, ma leggevo già i tuoi meravigliosi racconti che Tina mi aveva suggerito)
Buon pomeriggio. robi

rosy ha detto...

Devi dire alla tua Guen che è troppo giovane per andare in pensione, forse lei non segue le notizie e ci credo, corre a passo spedito verso un qualcosa che solo lei vede.
Aldo, lasciamola tranquilla evidentemente si è è data alla corsa:) Che ne sappiamo noi della vita delle cose inanimate che ci girano intorno?

Sei in gamba, Alduccio!

Ti abbraccio

Zio Scriba ha detto...

Con la domanda finale mi hai anticipato... :)
Comunque il nome più spettacoloso rimane quello del pc Pasquale...

Sandra M. ha detto...

Va avanti perchè è piena di frizzante vitalità, proprio come te Aldone mio.
Quando ero ragazzina avevo dato alla lavatrice di mia mamma, comprata da poco (la lavatrice, non la mamma), che sgobbava finalmente al posto nostro: Cesarina, il nome della mia scontrosissima e severissima prof di filosofia.
Buona anno nuovo Aldo, scusa la lunga assenza: sono tornata.

Carlo ha detto...

Se è "meccanica", 30 anni sono una bella età... si capisce benissimo perché va a modo suo!!

Ciao Aldo e buona serata! Comunque, Guendalina è fortunata ad avere così tanto affetto! La mia, elettronica, sono 30 anni che, invece, è oggetto di ogni mia imprecazione! Soprattutto al mattino quando, puntualmente, mi sveglia! Andiamo d'accordo solo nei fine settimana o quando sono in ferie perché.... sta finalmente zitta!

cristiana2011 ha detto...

A mio parere, di mezz'ora in mezz'ora, ti vuole segnalare che tutto andrà benone.
Una sorta di oroscopo casalingo.
Ciao carissimo!
Cristia'

Adriano Maini ha detto...

Ad ognuno il suo! Io, invece, ho l'orologio del pc che va indietro di brutto: sai la fatica per rimetterlo a posto di continuo, per non perdere il collegamento ad Internet?!?! :))))

nina ha detto...

Casa tua mi sembra un posto incantato dove gli oggetti sono presenze a volte amiche a volte dispettose, che ti danno da fare in ogni momento della tua giornata. E chi li anima sei tu, con la tua sorniona carica vitale che ti si espande tutto attorno.
Ciao!

Alessandra Lace ha detto...

caro Aldarè, non la mandare in pensione la Guen, dalle solo una bella regolata, vedrai che capirà...e riprenderà il passo giusto. ti abbraccio fortissimo!!!!

Tina ha detto...

Puoi darti la mano con mio marito.

Maurizio ha spostato tutti gli orologi in avanti e gli unici che non ha potuto "falsare" sono quelli del mio PC e del mio cellulare.

Prova a darle l'ora esatta, magari Guendalina torna a essere se stessa.

Notte buona Aldo e buon inizio settimana ;-))

zefirina ha detto...

guen ha perso tempo perchè non vuole più correre dietro al tempo, se lo vuole godere, proprio come noi

Ambra ha detto...

Ciao Aldo, eccomi di ritorno!
La tua fantasia è davvero illimitata! Su una cosa concordo con te, avrà voglia di andare in pensione pure lei.

Cri ha detto...

Fantastica la tua sveglia, va avanti come fanno sempre i miei orologi (tutti: quello che ho al polso, quello dell'Astra seconda auto di casa, quello della sveglia che sta sul mio comodino, quello della caldaia). Si vede che è come me e te, si è abituata bene, è sprint e morde il freno.
Alfredo aveva piantato da piccolo un pino, in campagna, vicino al cancello, che cresceva storto. Per raddrizzarlo è bastato affiancargli dall'altro lato del cancello un altro pino comperato al vivaio. Io ti consiglierei perciò di provare a comperare un'altra sveglia, metterle nome Adelina (così fa pendant con Guendalina e hai fatto il nome delle due oche sorelle QuaQua de gli Aristogatti) e affiancarla a Guendalina. Adelina, non avvezza a vivere con voi, segnerà di sicuro banalmente l'ora esatta. Dunque può essere che influenzi Guendalina. A meno che non avvenga il contrario, come è ben possibile, e sia Adelina a lasciarsi influenzare dall'eccezionale vitalità tua e di Guendalina, cominciando a correre pure lei... ^^

Cri ha detto...

Oddio, BlaBla, non QuaQua!!! Ho bevuto troppo Chardonnay ;)

Ibadeth Hysa ha detto...

Povera Guendalina, lasciala correre, vuol dire che si sente una ragazzina.

nico ha detto...

Ma sei straordinario Aldo!!! Sia per questa pensata assolutamente imperdibile, sia per aver ricordato quella scena di Ricomincio da tre, stampata anche nella mia memoria in modo forte! Mia moglie mi dice sempre che si dovrebbe buttare un sacco di roba, ma è il tempo che manca...o forse la voglia? :)

Nicolanondoc ha detto...

Aldone!! Sei sorprendente, ma credimi è un piacere leggere qui, le tue storie, così reali, dare i nomi agli oggetti è simpatico, lo fa la Rosy:-) lo trovo divertente. Un abbraccio caro e cambia sveglia allora, ma sei troppo affezionato a lei vero?Allora mettila un po' indietro. Buona serata.

Carlo ha detto...

Caro Aldo.... da me, si scommette fino alle 20!!

Ciao e buona serata.

Punzy ha detto...

no dai..non ti separare da lei..