mercoledì 27 ottobre 2010

CASO A COSE

Prima di parlare di cose cui sto facendo caso da un po’ di tempo, capitano molto spesso davanti la vista cose alle quali, magari involontariamente ci si fa più caso.
Credo di aver incasinato l’inizio .
A questo proposito mi torna in mente una breve e innocente barzelletta che l’indimenticabile Aldo Fabrizi amava raccontare. Prima in teatro, quando faceva avanspettacolo, poi al cinema e quindi in TV. A me sembra di ricordarla così: “Ahò…ci avete fatto caso che quanno annate ar cesso pe’ lavavve le mano, pjate ‘na saponetta, ve insaponate ma ve casca guasi sempre ner lavannino?…Quanno la riccojete ce trovate sempre un capello appiccicato…però si ve casca un capello cor cavolo che ce trovate appiccicata ‘na saponetta.”
Io ad esempio, quando tutte le mattine o quasi, prima passeggio per circa un’ora, poi vado al mercato a comprare qualcosa, o viceversa a seconda della temperatura, nel rientrare a casa mi accorgo che cammino con la stessa andatura e faccio le stesse mosse di un mio caro amico, più anziano di me, reduce dalla seconda guerra mondiale che non ha alcun impedimento fisico nella deambulazione.
Quindi niente a che vedere con il proverbio “chi pratica lo zoppo impara a zoppicare”.
Per di più non facciamo lo stesso percorso né si conciliano i nostri orari, lui esce da casa all’alba io invece un poco più tardi e, pur abitando a poca distanza l’uno dall’altro, c’incontriamo raramente, almeno in strada.
Come si spiega?
Da dove nasce questa sorta di emulazione?
Ho cercato di darmi una spiegazione e sono arrivato ad una semplice conclusione: è l’età, cari noi due, 88 anni lui e 80 io.
E’ perfettamente naturale che noi si viaggi a scartamento ridotto e un po’ penzolanti.
Altre cose a cui faccio caso - ricomincio? - sono gli abbigliamenti delle persone che incrocio per le strade del rione.
Per esempio quelli di noi maschietti-vecchiottii - incluso anch’io - che alla nostra veneranda età andiamo in giro con: scarpe da basket, blue-jeans da cowboy, camiciola ampia - adatta a nascondere la pancia abbondante, come la mia tanto per non fare nomi - cappello da baseball.
Così d’estate. Quando fa più fresco cambia poco, salvo l’aggiunta di un giubbotto dal colore indecifrabile imbottito da non so cosa che ti fa sembrare l’uomo michelin.
Io ricordo che, a qualunque età, direi a cominciare dalla nascita, non si usciva da casa se non con tanto di giacca, cravatta, pantaloni, scarpe normali, tutto o quasi della stessa tonalità e poi con i capelli luminescenti - brillantina oppure olio di cucina.
Incontro spesso un signore, anziano, che in una qualsiasi delle quattro stagioni - credo siano rimaste lo stesso numero soltanto quelle musicate da Antonio Vivaldi - indossa questo completo: scarpe lucidissime, pantaloni, camicia, cravatta, giacca con tanto di fazzoletto nel taschino, il tutto dai colori intonatissimi, senza mai il cappello. E sì che non ha capelli.
Ovviamente esamino anche fanciulle, ragazze e signore anche di una certa età.
Di loro faccio caso ad ogni cosa - non è ora di smetterla?- specialmente quando, indossando blue-jeans o micro-gonne a vita molto bassa espongono all’aria aperta anche indumenti particolarmente sfiziosi oltre alle loro parti inferiori del corpo comprese tra il torace e il bacino. Molte indossano pantaloncini microscopici.
Ognuno è libero di abbigliarsi come meglio crede.
Soltanto un suggerimento a chi fa parte dell’altra metà del cielo: per le più giovani se debordano maniglie dell’amore e quant’altro è meglio che non seguano la moda; per le attempate ci andrei un pochino più cauto.
Perché a questo punto mi viene in mente la favola della volpe che non potendo arrivare all'uva troppo in alto diceva che era acerba?

41 commenti:

riri ha detto...

Ciao Aldo, buona giornata.
A volte nella moda manca il buon gusto, ti spiego, seguire la moda può essere piacevole, ma farsi vedere il deretano non credo lo sia..e non parlo solo per i giovani, mi era capitato anche al mare, donne non più in erba,con abbigliamenti da ragazzina..Tu rimani un signore, per cui il tuo modo di vestirti è casual, diciamo anche conodo, per il resto sono convinta della tua forza e forse sono gli altri ad emulare te.

Ellys...o meglio Martina ha detto...

Si, hai ragione a volte si vedono ragazze e signore di una certa età che sono vestite in modo veramente scandaloso...
A volte una persona dovrebbe avere un pò di pudore e non seguire la moda.

enrico ha detto...

Posto che per fortuna ognuno può vestirsi come gli pare, agli altri però sia pur consentito di farsi una sghignazzata al vedere, il pantalone a vita bassa che di certo è stato inventato da qualcuno che odia le donne e le vuole far apparire più brutte di quello che sono. Anche se sono magre, l'innaturale strizzatura all'altezza sbagliata fa uscire un antiestetico salamotto che trasforma la deliziosa curva dei fianche in un 8 sghimbescio. Mahai certo ragione tu Aldo , trattasi della volpe e dell'uva. Rivolgiamoci a Sant'Andrea, pregamdolo che se ci leva la forza, ci levi anche l'idea.

Primo Estinto ha detto...

Le belle donne,giovani e vecchie meno sono vestite e meglio e'.Le bruttine che sono sette su dieci sotto questi cieli italici,si vestano pure anche abbondantemente,il buon gusto non e' richiesto.

Alberto ha detto...

Molto azzeccate queste tue descrizioni dei vestimenti. Però il buon gusto, nel vestire come in ogni altra cosa, se uno non ce l'ha non se lo può dare.

Tina ha detto...

Mi capita sempre più spesso guardando la gente, di pormi una domanda:

Ma quei bei specchi lunghi non li fanno più?

E comunque, adoro jeans, camicia pullover, scarpe da ginnastica, in alternativa, le tute.

Se obbligata dalle circostanze, il classico tailleur preferibilemente pantalone e non più di 4 centimentri di tacco (ci cadrei)
;-))

Nounours(e) ha detto...

Caro Aldo, a proposito dell'età ieri ho avuto un colpo micidiale andando dall'oculista. Diagnosi: secchezza degli occhi o xeroftalmia. Ce l'ha anche mia mamma che di età fa 96 compiuti e...ho capito che ormai sono un'anziana senza rimedio. Ieri di pomeriggio sono stata dal dermatologo per trattare con crioterapia alcune macchie scure "dell'età"...Essendo la terapia abbastanza lunga ho avuto modo di socializzare con lo specialista così da metterlo al corrente anche dell'altro sintomo, aggiungendo che mi sentivo alquanto avvilita perché: "Xe fadiga a deventar veci!" Lui gentilmente mi ha incoraggiata dicendomi che no:"Lei, signora, è ancora giovane!" Così mi è toccato specificare:"Solo de parlantina!"
Pe ciò che riguarda la moda del voler sembrare tutti ragazzi e ragazze giovani penso che ormai:" El cervelo el xe andà a remengo".
Ciao Aldì, sei più in forma che mai
altro che andatura ciondolante...vedessi me!:)))
Baci, Nou.

ady happyborn ha detto...

carissimo, mi sa che anche se virtualmente ti stò frequentando troppo, perchè anch'io ho preso a camminare con l'andatura che hai tu e quel giovanotto del tuo amico, non è l'età è la sciatica! baci

Tizyana - Azzurraa ha detto...

Meglio la semplicità e il buon gusto, poi ognuno si vesta come vuole. Complimenti per il blog, mi unisco al tuo gruppo.

Adriano Maini ha detto...

Eh, sì, mi pare che tu abbia proprio ragione.

cristiana ha detto...

Penso che tu sia una persona discreta e di buon gusto, quindi mi fido del tuo giudizio.
Cristiana

Maraptica ha detto...

E' vero che ognuno decide come abbigliarsi, ma la buona decenza sta alla base della civiltà. Non credi? E tu sei davvero un attento osservatore.... dici che è ora di smetterla?! Perchè, c'è un'età per farlo? :)

Sandra Maccaferri ha detto...

Proprio vero, Aldì, in giro si vede di tutto. Penso davvero che ciascuno sia libero di conciarsi come crede ma, come ha già detto qualcuno, gli altri son liberi altresì di farsi due risate.Di fronte alle "salsicce" debordanti, all'inizio-chiappe ( e anche di più) che esce dai pantaloni ed altre robe così, la domanda sorge spontanea: ma non si vedono allo specchio? Oppure: possibile che non abbiano un amico sincero che glielo dica?
Il massimo del ridicolo, però, secondo me lo raggiungono i tipi "dietro-liceo-davanti-museo" : cioè uomini o donne (ma sono soprattutto le donne) che si abbigliano e si atteggiano come le loro figlie o nipoti adolescenti.

nonno - enio ha detto...

ste majette corte, sò bbelle e fanno vede un sacco de ciccia,ma crdeo che avremo un popolo di malate in vecchiaia... co tutti sti spifferi che s'acchiappano sulla schiena e sulla panza!

Marina Fligueira ha detto...

Ciao Aldo, mi congratulo con voi a vivere in una città bella come Roma. Io ero lì in visita e sono tornato in amore con i suoi monumenti e le antiche città, ricco di storia. Ho visitato anche il Colosseo è rinnovato e sembra bello, si respira in là ... forse la storia crudele di un lontano passato. Sono stato anche in Vaticano, Piazza San Pietro, è molto bello. Venezia, Firenze e alcuni altri che ora non ricordo. Un bacio dalla Spagna Galizia.

ESP.......

Hola Aldo:
Te felicito por vivir en una Ciudad tan hermosa como es Roma. Yo estuve ahí de visita y he vuelto enamorada de sus Monumentos y ciudades antiguas, con mucha historia. También visité el Coliseo que está restaurado y queda muy bonito, ahí dentro se respira la historia quizá… cruel, de un pasado lejano. También estuve en el Vaticano- la plaza de San pedro, es muy hermosa. Venecia, Florencia y algunas otras que ahora mismo, no recuerdo. Un beso- desde España Galicia.

Eva ha detto...

Ti ringrazio molto per il tuo delicato commento, mi ha fatto piacere.
Mi rappresento l'immagine di te in jeans, ginniche e camicia che gravita, fluttuante, di apparente casualità, durante la passeggiata mattutina.
Credo che una mise così leggera e raffinatamente sobria nasconda qualsiasi andatura. Baci.

zefirina ha detto...

anche se fossi più giovane non potrei mai portare i pantaloni a vita bassa...odio prender freddo ai reni, l'effetto è disastroso!!!

per il resto ormai ho una certa..età e so bene che l'abbigliamento deve essere consono però ai jeans non rinuncerò mai

rosy ha detto...

Si dice a Napoli
"che i megl parole so chell ca nun se dicon"

Traduz..Le migliori parole sono quelle che non si dicono

Per cui caro fratellone sulla moda
Non comment!

Sul resto del post, condivido ogni parola, virgola, e punto.

Notte serena ciao

il monticiano ha detto...

@riri: Io è da tanto tempo che non vado al mare, ma credo che avvenga proprio quello che tu dici, che vuo farci.
Grazie e un abbraccione.

@Ellys...Martina: Bisognerebbe avere questa volontà, ma che ci vuoi fare, ognuno è libero.

@enrico: L'8 sghimbescio mi pare molto appropriato.
Spero però che mi si lasci almeno l'idea.

@Primo Estinto: Questo che hai detto credo sia un bell'inno all'altra metà del cielo.

@Alberto: Forse le mie saranno state da bacchettone, ma spero solo di non aver esagerato.

@Tina: Ma sai che ho nostalgia del classico tailleur da donna.
Sarà la mia età.

il monticiano ha detto...

@Nounours(e): "El cervelo el xe andà a remengo" musica per le mie orecchie
Mi sono riconsolato con le tue parole
Ciao Nou e grazie.

@ady happyborn: Lo sai cara che hai ragione?
Dev'essere proprio la sciatica, io ne soffro da molti anni.

@Tizyana-Azzurraa: Benvenuta nel gruppo e grazie anche per il commento al post precedente.

@Adriano Maini: Mi chiedo se avessi avuto 50 anni di meno se io avessi ragionato così.

@cristiana: Penso che sia un giudizio dettato dalla veneranda età.

@Maraptica: Hai ragione, finché uno ce la fa non c'è un'età per smettere.

il monticiano ha detto...

@Sandra Maccaferri: "Dietro-liceo-davanti-museo" mi ha fatto fare una bella risata, ma mica hai torto anzi
è proprio così.

@nonno-enio: Sai a quelle età non ci si pensa, così come avrò fatto anch'io magari.

@Marina Fligueira: Grazie per gli elogi a questa Città che li merita tutti, ma grazie soprattutto per il tuo commento al post precedente e per quello bilingue italo-spagnolo a questo.
Magari imparo a capirlo e parlarlo

@Eva: Io ringrazio te per la tua visita e per il tuo generoso commento.

@zefirina: Hai ragione e poi sai che ti dico? La donna in jeans è molto seducente.

@rosy: Da oggi in poi, sorellina, sarò muto come un pesce.
Grazie della condivisione e buona giornata.

Ambra ha detto...

Sei un osservatore e un meditativo incredibile.
Le tue osservazioni sulle maniglie dell'amore mi hanno fatto sorridere. Hai ragione, in giro si vedono cose da non credere, che sarebbe meglio non vedere per non guastare i nostri occhi

Luigina ha detto...

Sei forte Aldo! Non è da tutti riuscire a "far caso" a certi dettagli curiosi, particolari, apparentemente insignificanti di persone e cose, con la sottile ironia sorniona che ti contraddistingue e che rende i tuoi post uno squarcio di vita anche nostra. Buona giornata e continua a far caso alle cose ...così ;)

Ernest ha detto...

Grande Aldo come il Grande Fabrizi che hai citato
un saluto

Carlo ha detto...

Ciao Aldo e buon pomeriggio! Che osservatore!! Per come la penso io, ognuno può vestirsi come meglio crede... però, uno specchio in casa e qualche regolina di "buon gusto" attaccata sopra, come promemoria, io la consiglierei! Un po come te, sono sensibile sia al "bello" che... all'inguardabile!

Però, a proposito delle abitudini che cambiano sul vestiario... non ho la tua stessa età ma vestire "più comodo" e, soprattutto, il cappellino ho preso l'abitudine di portarlo anche io, specialmente d'inverno! Vorrà dire qualcosa?

il Socio ha detto...

son d'accordo Aldo, infatti da quando ho messo un po' di chili qua e la' non esco piu' in minigonna

riri ha detto...

Buon fine settimana dall'isola che ti è affezionata:-)

il monticiano ha detto...

@Ambra: E come si fa a non osservare certe cose? Saltano subito agli occhi. Poi magari uno ci medita pure sopra.

@Luigina: Cercherò di continuare a far caso alle cose così, proprio come dici tu.
Buona giornata anche a te.

@Ernest: Il Fabrizione nostro è stato un grande, veramente.
Un saluto anche a te.

@Carlo: Per quanto riguarda il cappellino io lo metto perchè sono pelato e in autunno e inverno
semto freddo. Non so tu.

@il Socio: E perché? Guarda che ci sono anche le maxigonne.

@riri: Grazie dell'affetto e grazie anche per avermi rammentato quello che ho imparato.

il giardino di enzo ha detto...

Nella tua risposta a Tina ho letto che hai nostalgia del tailleur.
L'altra sera abbiamo guardato un bel film, "Il vento che accarezza l'erba", di Ken Loach. E' ambientato nella Irlanda del 1920. E mentre vedevo questi giovani ragazzi rivoluzionari, guardavo con nostalgia i loro abiti, un po' sdruciti: camicia, cravatta, giacca e pantalone in tinta.
Vesto sempre in jeans e maglione, ma quando raramente mi metto in giacca e cravatta mi sento un'aria diversa addosso.
Ciao Aldo, buona giornata

Stella ha detto...

Mi dispiace vedere donne obese di qualsiasi età essere fasciate da pantaloni attillati...
E il bello è che mi dispiace per loro...

Francy274 ha detto...

Mi ci voleva proprio un pò di ilarità, dopo una settimana di tran tran senza sosta.
Ringrazio Te, narratore fantastico, Enrico e Nou che con i Loro commenti hanno calcato la Tua ironia facendomi divertire davvero.
Siete in gamba.

Ho letto anche dell'avvocato e della fantastica tavolata ;)

Un abbraccio

Aglaia ha detto...

caro Aldo,c'è sempre chi "non si arrende" al fatto che certe cose proprio NON può permettersele a qualsiasi età: ma la colpa è dello stilista che disse, a suo tempo ,per far comprare le minigonne: le gambe son sempre gambe ! e quindi via ! cotechini al vento e trippe all'aria!!:))))

@enio ha detto...

c'era un mio zio, 84nne, che aveva alla sua venerando età i capelli quasi tutti neri e sembrava un pischello... saliva sui bus, vestito come un ippie e toccava i culetti alle donne... lo faceva sentire giovine e forte!!!

Carlo ha detto...

... Aldo, io i capelli ce li ho ancora... ma come tiene caldo il cappellino!! (rido!!!) Sai che ti dico? Se sotto al cappellino c'è una "testa" come la tua... è un cappello fortunato!

Ciao Aldo, ti auguro un sereno fine settimana

riri ha detto...

Ciao Aldo, ti auguro un bel ponte..senza scioperi sotto casa..coi tempi che corrono ce ne saranno tanti..allora tutto quello che riguarda i piccoli problemi del quotidiano scompare..Ritornando alla moda, c'è di peggio, a volte le persone così appariscenti vogliono solo imporre la loro presenza "-eccomi, ci sono anch'io"- allora questo è un segnale..Oggi sò filosofa:-))Baci ed abbracci da noi tutti. Aldo, sei un mito!!!

il monticiano ha detto...

@il giardino di enzo: Quel film di Kean Loach non l'ho visto ma ti ringrazio del suggerimento ed hai ragione per quanto riguarda l'abbigliarsi con giacca e cravatta, anche a me capita la stessa cosa.
Ciao e buona giornata anche a te.

@Stella: "E il bello è che mi dispiace per loro..." Formidabile questa frase.

@Francy274: Ringrazio te per il tuo gentile commento e anche per il tuo passaggio nei post precedenti.

@Aglaia: "Cotechini all'aria e trippe al vento", mi hai fatto sbellicare dalle risate.
Grazie e un abbraccio amche a te.

@enio: Beato quel tuo zio, ma aveva ragione se si sentiva così,
se lo poteva permettere.

@Carlo: Grazie, a volte questa "testa" se ne va per conto suo.
Ciao Carlo e ricambio l'augurio.

@riri: E brava la nostra filosofa!
Grazie e un abbraccione a tutti:

rosy ha detto...

Buon fine settimana caro fratellone
Un bacio.

Alive2 ha detto...

Tu ne sai una + del diavolo vecchio o mejo giovane lupachiotto. Perchè molte persone sono fuori luogo ma molte persone non lo sono affatto essendo semplicemente se stesse senza trucchi e litghing... ciao barba bianca.
Ivonne

La Mente Persa ha detto...

Io mi vesto sempre in maniera scandalosa così posso farmi segnare a vista dalla gente ;)

il monticiano ha detto...

@rosy: Altrettanto a te cara.
Un abbraccione.

@Alive2: Hai ragione, merito una
lezione.
Ciao a te ed alla tua bellissima famiglia.

@La Mente Persa: Non vedo l'ora di incontrarti, magari per caso, per poterti segnare a vista.

Nicole ha detto...

Sei er mejo...leggerti è sempre un perdersi nella momora e non...Io sono monotematica nell'abbigliamento, ma sai che tempo fa frequentavo una persona che balbettava e dopo un po' avevo preso a farlo pure io?