venerdì 3 giugno 2011

RICORDI VAGHI

Due giorni fa, di mattina, esco dal barbiere vicinissimo casa mia e, fatti alcuni passi, all’incrocio tra via Emanuele Filiberto, Via Galilei e Via Bixio, mi ferma una signora: attempatella, grassottella, elegantella (non si dice ma trattasi di licenza “patetica”), bel viso tondo, begli occhi celesti, bel sorriso.
Mi apostrofa e mi fa:
= Per favore sa indicarmi Via Nino Bixio?
Io la guardo stupito sia perché la via l’abbiamo di fronte gli occhi e sia perché è la via dove abito ed è quella che sto iniziando a percorrere per andare al mercato di Piazza Vittorio a comperare qualcosa.
= Ecco signora è proprio questa davanti a noi e…
= Uh! Che sbadata…non ricordavo più dov’era…sa ci venivo negli anni cinquanta per frequentare la scuola elementare…c’è ancora la scuola?...a quei tempi io stavo con la maestra Taddei…era anziana, ma le volevo bene e lei altrettanto…(così, tutto d’un fiato)
Interrompo il flusso e dico:
= La scuola c’è sempre, anzi adesso c’è anche l’asilo-nido che è piuttosto recente…
= Davvero?...Mi piacerebbe rivederla…
= Se viene con me ci passiamo proprio davanti…Mi segua io poi proseguo per il mercato di Piazza Vittorio…
= Anche quello c’è ancora?...
= Sì ma adesso c’è quello nuovo, al coperto…
= Vorrei tanto andarci…(sempre tutto d’un fiato)…io sono nata al campo profughi di Piazza Santa Croce in Gerusalemme dove c’era il Museo dei Granatieri…i miei genitori son dovuti scappare dalla Libia subito dopo la guerra, loro erano contadini friulani e si andò nelle campagne vicino Latina. Con noi anche i miei tre fratelli e…
Torno a frenarla e la informo:
= No, il campo profughi non c’è più, il museo invece sì, vicino la Basilica di Santa Croce, se facciamo pochi passi gliela indico…
= Volentieri…
= Ecco, questo è l’asilo-nido e questo è l’ingresso della scuola…
= Sì, sì…adesso ricordo perfettamente…che bei tempi…ricordo persino i miei compagni di scuola, come ci divertivamo…e quante risate…poi le custodi…ne ricordo una che mi abbracciava sempre perché mi diceva che le ricordavo una sua nipotina…quando venivo qui c’era la maestra Taddei…(ancora tutto d’un fiato)…
= (cercando di essere il più cortese possibile sforzandomi un po) Ormai credo non insegni più…
= Lo penso anch’io…
= Be'…io adesso vado al mercato…
= Le dispiace se vengo anch’io?...
= No e perché…
Camminando camminando, parlando parlando, arriviamo dopo poco all’ingresso del mercato e lei, porgendomi la mano mi fa:
= Ciao, io mi chiamo Anita…
= (per fare lo spiritoso) Garibaldi?...
= (spiritosa anche lei)…bé…sono un po’ più giovane…non trovi?...
= Certo, scusami…io mi chiamo Aldo…ciao… (e ce ne andiamo ognuno per la sua strada, sorridendo entrambi).

23 commenti:

Gianna ha detto...

Sempre incontri che s'interrompono, Aldo...

Ernest ha detto...

Che incontri Aldo! un saluto

Nounours(e) ha detto...

Dolce l'atmosfera dell'incontro. Se vengo a Roma voglio andare anch'io al mercato assieme a te...Ti aspetto sotto casa e poi ti chiedo dove sta la via Nino Bixio...giuro! :) :) :) e poi ti chiedo dove c'è un buon ristorante che abbia menu di pesce "fresco" e siccome non mi piace mangiare da sola: ti invito!
Ciao carissimo Aldo!

riri ha detto...

Ciao Aldo, sempre mi strappi un sorriso con i tuoi deliziosi incontri:-) Ti racconto l'ultima: dal tabaccaio-bar-regali ecc."- scusa C. hai i palloncini da far volar via?"-risposta di C. e G.loro aiutante: ma vanno ad elio:-( (sguardo sgomento) ed io: bè se mi date i palloncini vado anch'io da Elio:-)), risguardo sbigottito...ahahah, scerzavo, ho aggiunto dopo un attimo, lo so che vanno ad elio ed A. la moglie di C.: rideva a più non posso dei 2 "addormentati nel bosco", morale zen..se vai da Elio, meglio non dirlo in giro:-))) Un abbraccio.
Ti ho inviato mail con nuova giunta comunale di Torino.
Buona giornata, qui ha smesso di piovere, per ora..per giunta..riprenderà a breve;-)

Marianna ha detto...

C'è la mia vecchia scola lì, che bello ma sai le vorte che se semo visti mortè !!!!!
Aldì stavolta sei stato rimorchiato azz.......

Maraptica ha detto...

Devi avere un qualcosa che spinge le persone a fidarsi subito di te, c'hai mai pensato Aldo? :)

Simo ha detto...

Beh, almeno a Roma si esce di casa e si possono incontrare persone nuove, più o meno interessanti. Inoltre Anita è un nome interessante già di per sè. Qui dalle mie parti, l'incontro più interessante che si può fare è con una mucca che ti attraversa la strada! Un bacio!

Pupottina ha detto...

che bel ricordo ed anche il titolo del post...
lei, Anita, aveva ricordi vaghi di tutto... ma adesso avrà il bel ricordo di aver passeggiato con un simpaticone come te ;-)

Ibadeth ha detto...

Anita Garibaldi! AH AH AH!!!

cristiana2011 ha detto...

Aldo, sei er mejo cucador de Roma, però racconti con tanto garbo che ti si perdona tutto.
Cristiana

Adriano Maini ha detto...

Ma non é che da quelle parti hanno a suo tempo ambientato "Italiani! Arrangiatevi!" con Totò e Peppino, allora?

elena ha detto...

ciao aldo... anche questa volta un'incontro interessante e curioso... è sempre strano rivedere i luoghi dell'infanzia. ciao a presto

NêZ ha detto...

Che bello... A volte la vita è bella proprio grazie a questi incontri

Luz ha detto...

Co' tutti 'sti ricordi me tocca venì a famme un giro dalle parti tue, che poi so' puro le mie!
Comunque a quella scuola c'è andato mio fratello, io, altri tempi, ho frequentato le elementari a via Paolina (bellissima stradina con la fontanella con l'angioletto).
E' proprio ora, lunedì vengo a Roma...

rosy ha detto...

Incontri fugaci ma che restano dentro di noi.
Sei una persona straordinaria ecco perchè tutte il bello ti segue...

Buon fine settimana caro Aldo.

enrico ha detto...

secondo me voleva caricare, le conosco queste furbette...

Ambra ha detto...

Come mai non le hai chiesto dove abitava e l'hai lasciata andare? Forse non ti piaceva oppure si è spinta troppo in là troppo rapidamente.

chicchina ha detto...

Incontri sempre più frequenti e strani,Aldo.Ma li vai a cercare o veramente Roma è cos' bella? Cosmopolita e di borgata,nel senso più bello del termine,una città dove si può vivere..Ciao,trovandomi a Roma,mi piacerebbe avere te come guida,perchè la tua città la vivi davvero.

Insana ha detto...

Estava com saudades de suas palavras, meus dias sem ter o que dizer me tirou ate gosto por ler. mais volto e aos poucos recupero o que perdir..


bjs Insana

Sandra M. ha detto...

Ispiri fiducia in tutti, eh, Aldì!

Nicolanondoc ha detto...

Aldoneeee, ma perchè questi incontri non capitano a me? Magari con una giovane signora? :-)) Scherzo, altrimenti sono un uomo senza..cena:-) Un abbraccio e buona serata.

Grace (ma NANA che al REFERENDUM vota SI) ha detto...

Racconto bizzaro e proprio per questo straordinario, come tutti i tuoi racconti del resto..
Ma il sorriso me l'hanno strappato queste parole:"mi ferma una signora: attempatella, grassottella, elegantella (non si dice ma trattasi di licenza “patetica”)".
Adorabile Aldo, ma che dico...ALDORABILE, ecco! ;)

Soffio ha detto...

Molto bello complimenti