giovedì 13 ottobre 2011

HO CHIESTO PERMESSO

Malgrado abbia trovato tutto aperto ho chiesto ugualmente il permesso di poter entrare.

Poi appena mi sono avvicinato lui mi ha chiesto

= E te che vuoi?

= veramente sono venuto per una breve visita

= credi che non lo sappia?

= sono certo che lo sai però...

= non è ancora il tuo turno

= guarda che io non ho nessuna fretta...

= e allora?

= volevo parlare con i miei fratelli Giorgio e Pino

= so anche questo quindi?

= quindi vorrei parlare con loro

= non si può

= come mai?

= sono qui da poco tempo

= e che significa?

= significa che devono ancora ambientarsi

= mi puoi dire se si sono già visti e se stanno entrambi nello stesso posto?

= certo che si sono visti, sono sempre insieme e parlano, parlano a lungo

= potrei sapere di cosa?

= soprattutto di ricordi

= hanno incontrato...

= alt! Non posso dirti altro

= allora che faccio torno domani?

= no domani no, sta' tranquillo, è una decisione che ancora non è stata presa

= ma che fate mi avvertite?

= questo non si può fare

= e allora come faccio a saperlo?

= lo saprai al momento opportuno

= allora me ne vado, buongiorno...

= (e lui sorridendo) arrivederci

Gli squilli prolungati del telefono mi hanno svegliato di colpo.

Ma che razza di sogno ho fatto?

27 commenti:

mark ha detto...

Uno stato d'animo alla ricerca di risposte. Ognuno potrebbe darne una plausibile, ma l'interpretazione sarà sempre tale, un'ipotesi. Un consiglio, consultare la cabala per tramutare il tutto in numeri da giocare...buona fortuna :-)

Ambra ha detto...

Ma cosa è stato? Un sepolto tentativo di raggiungere i tuoi fratelli senza che il tempo ancora sia arrivato? Ti darei un consiglio: non mangiare peperoni piccanti prima di dormire:-)

Gianna ha detto...

Nostalgia Aldo, nostalgia...

riri ha detto...

Non è ancora ora di incontrare i tuoi fratelli caro Alduccio, questo vale anche per me:-) Io ho sognato lo szunami, ero in pericolo di vita, pensavo a salvare gli altri e mi sono persa, poi mi sono svegliata, ma che sogno è?:-) Baci e buona giornata.

Pupottina ha detto...

eheheheh
a volte capitano sogni molto strani ... sicuramente speravi di chiarire dei dubbi inconsci...
buon giovedì ^______^

cristiana2011 ha detto...

Ho scartabellato fra i miei libri dei sogni (ne avrò una decina) e sono giunta a questa conclusione:
visto il tono scorbutico del portinaio ( che penso fosse San Pietro)la tua ora è lontana. La ricerca dei fratelli potrebbe significare la nostalgia per un'infanzia che è stata bella.
Potrebbe albergare in te il desiderio di spiritualità.
Bacio
Cristiana

Ernest ha detto...

oh mamma!

enrico ha detto...

Okkio che sono sogni pericolosi!

Grace (ma gnappetta della Val Gina) ha detto...

Fortuna che TI HO TELEFONATO, Aldo..
Almeno ho interroto 'sto sogno stranassai ;)

zicin ha detto...

Aldo, mangia cose più leggere e sognerai paesaggi stupendi dove potrai sognare ad occhi aperti quello che vuoi tu...
Buona serata

Tina ha detto...

Ti voglio bene Aldo, non sai nemmeno quanto, ma fammi un favore, non guardare all'al di la, quanda all'al di quà.

Quando dovrai incontrarli lo capirai, ora sei con noi e restaci, non serve anticipare i tempi e come hanno detto altri amici di tastiera...non mangiare peperoni fritti la sera.

Uno SMAK gigante e notte buona adorabile Aldo ;-))

Nounours(e) ha detto...

Aldo la famiglia della nostra infanzia è quella perfetta..soprattutto i fratelli mancano, eccome!
Ci soffro a sentirti così malinconico, ma anche da malinconico scrivi che è bello leggerti.
Prova a sognare anche noi blogger e poi raccontaci...ma non dirci che è stato un incubo eh, mi raccomando!
Un abbraccio grande, Nou.

Sandra M. ha detto...

Nostalgia Aldo, nostalgia. Ma mica è negativo...poi squilla il telefono e racconti a noi!

Adriano Maini ha detto...

Hola, Aldo! Ma dai, "Il Paradiso può attendere"! E tanto ancora.

Adriano Maini ha detto...

Hola, Aldo! Ma dai, "Il Paradiso può attendere"! E tanto ancora.

il giardino di enzo ha detto...

Come scrivi, Aldo! A volte mi sembra di vedere un film invece dello schermo del pc.
Un po' ci inquieti con questo sogno, va bè', sarà colpa dei peperoni fritti :)
Ciao, buon fine settimana di proteste!

rosy ha detto...

Un bel sogno tutto sommato, la tua ricerca di affetti famigliari
e cosi eloquente.

Ma San Pietro ti ha rimandato indietro e a noi fa tantissimo piacere.

Alduccio il paradiso può aspettare

Un bacione e buona giornata.

Agnese ha detto...

bello, asciutto, stringato e diretto!!! :)

AlessandraLace ha detto...

mi hai fatto venire i brividi...ti abbraccio forte

Annarita ha detto...

E facciamo le corna, Aldone! Ma che razza di sogni vai a fare? Il paradiso può attendere e pure i tuoi amati fratelli:)

Dai fammi un sorrisone!

annarita

Gabry ha detto...

Il desiderio inconscio di rivedere le persone care si insinua fortemente in noi... un giorno li rivedremo ma per ora sono solo nel nostro cuore e nei nostri sogni....

Un abbraccio e buon fine settimana!

riri ha detto...

Buon fine settimana ed un abbraccione Alduccio:-)

Angelo azzurro ha detto...

Ah, i sogni...! Interpretarli è dura...il risveglio ci lascia sempre con degli interrogativi sul senso...a proposito, c'è sempre un senso dei sogni? Magari anche no, prendiamoli così, leggermente :)
Un caro saluto

Taglia46 ha detto...

Oh Monticià, ma dove vuoi andare? è da tempo che ti seguo, in maniera silente, e mi fai emozionare e sorridere...quindi, per favore, continua così e pensa a noi che ti leggiamo e che vogliamo farlo ancora mooooolto a lungo! Letizia

Luz ha detto...

Che forse è ora che torni alla vita. Lascia riposare i morti e goditi la giornata!

Luigina ha detto...

@ Spero che ieri tu sia stato ben tappato in casa, altrimenti ci pensavano i Black Block a farti la festa e a spedirti a trovare i tuoi fratelli. Buona domenica Aldo e per consolarti sappi che sognare di morire porta bene perché allunga la vita. Un abbraccio

DIANA. BRUNA ha detto...

O Aldooooo, ma chi t'ammazza te????
Poi noi come faremmo senza iniziare la giornata se non trovassimo i tuoi racconti così pieni di ironia, simpatia ed intelligenza?
Per ciò che è successo a Roma...
ti ho visto, sai, col cappuccio in testa e la spranga mentre rompevi i vetri? ahahahahah
Lo so, è sciocco ridere sulla gravità della violenza nelle immagini che abbiamo visto in televisione, dove pochi delinquenti mettono a ferro e fuoco una città come Roma. ...
ho cercato di sdrammatizzare, ma il dramma e pure grande, l'abbiamo sotto gli occhi giorno per giorno, consapevoli che é generato da una situazione italiana anomala...di un'Italia certamente più fragile delle altre nazioni in cui si è svolta la manifestazione dove non è successo quello che è successo qua,
più fragile e quindi più soggetta ad infiltrazioni di gentaglia come quella che abbiamo visto.
La polizia ha fatto ciò che poteva soprattutto se si pensa che lamenta il fatto di non avere mezzi sufficienti, e scarsità di personale ecc.
Ci sarebbe tanto da dire, ma....

Ciao aldo, buon inizio di settimana
Bacio
Bruna