martedì 4 ottobre 2011

UNA DOMENICA NON SOLTANTO AL MARE

Era la tarda estate del 1957.

Da circa un anno mi ero sposato ed ero dipendente di uno studio professionale al centro di Roma, vicino al Teatro dell'Opera.

Lo studio aveva parecchi clienti uno dei quali, forse il piùgrosso – non nel senso del fisico – era un industriale cinematografico e produttore di alcuni film, il quale era anche proprietario di numerosi cinema qui a Roma.

Avevo fatto una discreta amicizia con il suo amministratore-commercialista-segretario che nutriva per lo studio un'alta stima e considerazione. Credo anche per me.

A quel tempo avevo un amico, alto e robusto, poco più grande di me come età il quale era disoccupato e cercava disperatamente un lavoro.

Ne parlai con il segretario dell'industriale cinematografico il quale mi disse che ne avrebbe parlato con il suo principale.

Qualche giorno dopo mi telefonò e mi disse di mandare da lui quel mio amico.

In breve, vista l'ottima presenza, anche atletica, dell'amico disoccupato, egli venne assunto come direttore del cinema Induno situato nel Rione Tastevere più precisamente in Via di San Michele che. dopo Porta Portese fronteggiante l'Istituto San Michele ex riformatorio-carcere minorile e dopo anche il cinema Nuovo Sacher di Nanni Moretti e la Sala Troisi, arriva fino a Viale di Trastevere ex Viale del Re.

Proprio una domenica di quella estate del '57, io e mia moglie eravamo andati, in treno, al Lido di Ostia e al ritorno, scesi alla Stazione Ostiense, decidemmo di andare a quel cinema Induno per vedere un film famoso: "Il terzo uomo" con Orson Welles.

Naturalmente non pagammo il biglietto d'ingresso grazie a quel mio amico-direttore il quale ci accompagnò fino in sala.

Seduti in una delle ultime poltroncine cercammo di vedere il film. Dico "cercammo" perché dopo neppure un quarto d'ora, stanchi morti com'eravamo, ci addormentammo e fino all'inizio dell'ultimo spettacolo nessuno ci disturbò.

Ci svegliammo verso le ventuno circa completamente imbambolati.

Subito dopo uscimmo e incontrammo l'amico-direttore il quale ci chiese =vi è piaiuto il film?= e noi, in coro, avemmo la faccia tosta di rispondere =molto=.

Non ho più visto "Il terzo uomo".

(Questo ricordo si è riaffacciato nella mia mente e l'ho acchiappato di corsa prima del suo ritorno da dove era uscito).

25 commenti:

Ambra ha detto...

Eh hai fatto bene ad acchiapparlo. Sono piccoli scorci di una vita, la tua, che suscitano tenerezza.
Da come ne parli sembra che i tuoi ricordi vanno e vengono, ma ne hai tantissimi.

cristiana2011 ha detto...

Che abbiate dormito è del tutto irrilevante, ciò che è notevole è che tu abbia trovato un posto di lavoro ad una persona in difficoltà.
Sei talmente generoso, Aldo!
Cristiana

zefirina ha detto...

confesso che qualche rara volta mi sono addormentata anche io e persino ad un film del mio regista preferito woody allen, iol film era Harry a pezzi, evidentemente ero anche io a pezzi perchè non so mica come va a finire!!!!!

Pupottina ha detto...

che onori!!!
essere accompagnati così in sala e poi ... e poi ... eheheheh ... capita... la stanchezza ha sempre la meglio e poi si vede che anche la sala aveva le poltroncine belle comode...
la risposta che avete dato è un normale gesto di cortesia e di ringraziamento.... eheheheh sono atteggiamenti giusti e ben educati.... avrei fatto lo stesso ;-)

rosy ha detto...

Fai bene acchiappa ogni ricordo e scrivi che noi siamo sempre contenti di leggere ogni cosa di tuo.

Caro Aldo, sei una persona cosi ricca di sentimenti che riesci a far diventare prezioso ogni parola che scrivi..la scrivi col cuore e questo ti rende unico.

Visto che al commento precedente ti ho lasciato l'abbraccio qui i lascio un bacio.
Ciao

Ernest ha detto...

ricordi da rivivere! grazie

enrico ha detto...

Dai che sei ancora in tempo, secondo me lo trovi da qualche parte sul web!

Luz ha detto...

Peccato! Il film è molto bello e vale la pena vederlo senza "abbioccarsi"... Puoi recuperare.

la Volpe ha detto...

ahhhhahahhaha

bella storia ^^

però mi dicono che "il terzo uomo" sia un bel film, anche se io non l'ho visto :|

riri ha detto...

Caro Aldo, un ricordo di n bel sonnellino:-)) Mi hai fatto venir in mente un lontano 1973 a.c. quando con Nick andavo ai cinema d'essai, andammo a vedere "l'albero di guernica", molto interessante, ma solo per me, il mio allora moroso si addormentò pacificamente fino alla fine..e meno male che non russava, altrimenti ci avrebbero fatto sloggiare:-)) I ricordi vanno e vengono, quelli belli afferriamoli e teniamoli stretti..scrivendoli agli amici..ti abbraccio:-)

@enio ha detto...

bellissimo ricordo che ci è arrivato chiaro e forte... nel 57 avevo 10 anni.

Nounours(e) ha detto...

Nel 57 avevo 11 anni e mi pare ieri!
Il tuo post mi ha rallegrata, ma ancor di più mi ha riscaldato il cuore.
Mi sento felice della tua generosità e vorrei averne/averne avuta altrettanta, per vivere ciò che resta sostenuta da un bel bagaglio di umanità come il tuo. Non che io abbia qualcosa da rimproverarmi, ma certamente la tua è una generosità innata e limpida. Si nota in ogni tuo racconto.
Ti abbraccio
Nou

Grace (ma gnappetta della Val Gina) ha detto...

Il buio della sala, le potroncine comodecomode e l'ingresso gratis..conciliano il sonno.
L'ingresso GRATIS più di tutto..oggi andare al cinema costa un botto..difficile addormentarsi dopo "aver uscito" tanti auri :P

zicin ha detto...

Aldo, sei stato un tesoro... per l'amico in difficoltà e i tuoi ricordi sono molto simpatici... acciuffane qualcun altro, ti prego, perchè come racconti tu... nessuno.
A presto

Carlo ha detto...

Ciao Aldo e buona serata! Non conosco il film ma, considerato il grosso piacere fatto all'amico, credo che potevi anche essere perdonato! Vi immagino addormentati in quella sala e mi viene da sorridere!!

Tina ha detto...

Conta solo il lavoro per il tuo amico ;-))

A me è capitato in un cinema d'essai, 10 minuti dopo l'inizio mi sono abbioccata...sulla spalla dello sconosciuto vicino ;-))
Quando è finita la pellicola avrei voluto sprofondare, gli ho chiesto scusa dicendogli che poteva svegliarmi, ridendo mi ha risposto
"perchè?...dormiva così bene" ;-))

Buona serata Aldo ;-))

il cuoco ha detto...

Dove si trovava il cinema' :-)?
Bel scorcio di vita normale... Ciao ldo

Sandra M. ha detto...

Ma che bello anche questo scorcio del passato: sale cinema così mica ce ne sono più tante!
Per il film...davvero dovresti vederlo!

Pupottina ha detto...

ciao Aldo
sono passata a vedere se c'era qualcosa di nuovo ... ma ti lascio comunque un affettuoso saluto...
buon fine settimana

^___________^

Gabry ha detto...

Un ricordo piacevolissimo, hai fatto benea fermarlo mettendolo nero su bianco e a condividerlo.

Un abbraccio e buon fine settimana!

Nounours(e) ha detto...

Buon sabato e domenica anche da parte mia.

Ciao Aldo

Un abbraccio Nou

TuristadiMestiere ha detto...

increbile che siate riusciti a dormire entrambi al cinema: o eravate davvero stanchi o il film...ma questa è un'altra storia!!! Un abbraccione Aldo!

upupa ha detto...

Che vita movimentata!!!!!!!!!!!Un abbraccio

AlessandraLace ha detto...

bello il tuo ricordo, ti leggo sempre con piacere. un abbraccio

Paolo Falconi ha detto...

Ciao Aldo,
Hai onorato in pieno la Tua Amicizia:
1- Hai aiutato l'amico che cercava lavoro;
2- Hai aiutato l'altro Amico,l'amministratore-commercialista, presentandogli una persona valida, mettendolo in buona luce nei confronti dell'industriale cinematografico, che ha da subito concesso un lavoro di responsabilità e di fiducia al neo assunto;
3- Hai onorato con la Tua Signora il Tuo amico appena assunto con una visita, e lo hai fatto con estrema leggerezza, suscitando in noi tenerezza.

Aldo sei Grande in tutti i sensi:-)