domenica 15 maggio 2011

IERI NOTTE HO SOGNATO UN CAFFE' E UNA BRIOCHE CON LA CREMA

Già.
Ecco perché quando mi sono svegliato il ricordo del sogno si è trasformato in un desiderio da soddisfare in quella stessa mattinata.
Di solito, quando devo fare le analisi del sangue – e ciò avviene ogni sei mesi circa – mi reco alla ASL che fortunatamente si trova vicino casa, naturalmente a digiuno e, una volta effettuate dette analisi, faccio colazione al bar-torrefazione poco distante. Niente caffé purtroppo – sono dodici anni che l'ho dovuto eliminare per non cadere in tentazione della immancabile sigaretta al seguito – ma soltanto un bicchiere di latte caldo e una brioche senza crema.
Allora mi sono chiesto: che faccio vado o non vado? Vado, almeno aspiro l'aria col naso per sentire e assaporare il profumo del caffé.
Verso le 11:00 a.m, con la scusa di dover acquistare un chilo di zucchero, mi reco al solito bar e una visione si para davanti ai miei occhi.
In fila alla cassa per lo scontrino, subito prima di me ma dopo altre persone, una figura femminile da sogno che attrae non soltanto i miei di occhi ma anche quelli altrui.
La curiosità è troppo forte e allora decido di fare di lei una descrizione la più accurata possibile al punto che, per osservarla minuziosamente, lascio passare altri clienti attirando l'ironica attenzione della giovane cassiera – si chiama Natasha - e delle giovani commesse le quali se ne sono accorte e sorridendo maliziosamente mi rimproverano con un gesto delle loro mani. Mi conoscono da anni e sherziamo spesso insieme.
La figura di cui parlo, e che per il momento posso ammirare soltanto posteriormente, è una stangona di circa un metro e ottanta, più o meno; una massa di capelli biondissimi e ondulatissimi, quasi a riccioli, che le copre il volto quasi totalmente, tailleur blu scuro con mini-mini-minigonna aderentissima tesa a cercare di ornare due slanciate splendide gambe le quali si dipartono da un qualcosa di perfetto; scarpe nere con tacchi vertiginosi.
Mi attardo ancora qualche secondo sempre seguito dalle ironiche occhiate delle giovani commesse e cassiera.
La stangona dopo aver pagato e ritirato lo scontrino alla cassa, sempre senza mai voltarsi, si avvicina al bancone del bar, ordina il caffé – non riesco ad udire la sua voce – lo ottiene, lo sorseggia, dopo di che, senza che io sia riuscito a vedere il suo volto e, per la precisione neppure se e quale camicetta indossasse, esce dal bar con un'andatura altera, quasi sprezzante. Credo si sia accorta che era "sotto osservazione" della qual cosa pare non gliene importasse una cippa. Forse perché abituata a comportamenti analoghi.
Mi rivolgo alle giovani ed anche al barista ma se la stanno ridacchiando di cuore e poi mi dicono che è la prima volta che l'hanno vista nel loro bar.
Ammetto di essere uscito un po' sconsolato ma anche sempre più convinto che la donna – tutte le donne, sono qualcosa di meraviglioso da ammirare. A prescindere.

P.S. A berlusco' che te sei perso...se c'eri te nun te saresti fatta scappa' la ministra per le pari felicità.

30 commenti:

Gianna ha detto...

Aldo, hai sognato caffè e brioche solamente?

Bastian Cuntrari ha detto...

La conosco bene, io, quella stangona di un metro e ottanta, caro il mio Monty: in realtà si chiama Boris, e lavora ai mercati generali.

Ma è lo stesso un peccato che Berlusconi non l'abbia incontrata/o: magari lei/lui avrebbe potuto fare al cav. il servizietto - ormai diventato un cult - che Pennacchi paventa a chi non gli darà il voto, diventando la/il nostro/a vindice for ever!!!

... ma non cambi mai, eh? sporcaccione libidinoso che non sei altro ...

Nounours(e) ha detto...

Ciao Aldo, biricchino! :) ti immagino mentre cedi il passo nella fila. Aldo, ti conoscono le commesse e la cassiera eh?... Sempre, dai tuoi racconti, mi par di vedere una sequenza di un film e anche mi sembra di trovarmi in fila dopo di te a godermi la scena pervasa dell'aroma di caffé, profumo divino. Chissà perché ogni volta che descrivi i tuoi miti a tacchi vertiginosi penso subito a un trans. Sarà che ormai solo loro tendono a spingersi in alto, ad emergere. Speriamo che voti bene, se vota. Aldo, sei eroico nel seguire così diligentemente il tuo regime alimentare. Chapeau mon ami!
Buona Domenica!
Nou

cristiana2011 ha detto...

E' sempre lecito ammirare il bello, anche sfacciatamente.
Io ad esempio, mi incanto a guardare i cani.
Cristiana

enrico ha detto...

Annichilito dal lato B, altro che brioche!

Gianna ha detto...

Grazie della solidarietà, Aldo.
Abbraccio

Annarita ha detto...

Un caffé, una brioche...e il lato B di una stangona bionda...Beh ti sei trattato bene, caro Aldone, sogno o realtà che sia.

Ti auguro una serena domenica.

Un abbraccione.
annarita

franz90 ha detto...

ma---famme capì: ma tutte queste femmine che stanno lì in bella mostra per te, ognuna col suo bel lato B in esposizione, che fanno? si passano parola di modo che:"alè, via una - sotto un'altra!"?che tu sia già famoso in zona come "Esperto Intenditore di Femmine"? D'ora in poi ti chiamerò così: E.I.F.!


P. S. SPERO DI POTERE RESTITUIRTI TUTTO IL MALLOPPO AL PIU' PRESTO!

desaparecida ha detto...

E' che tu non l'hai notato ma c'era pure una brunetta,chiaramente non alta 1.80 cm,ma almeno 20 cm in meno,senza tacchi a aspillo,quindi nuda nella sua statura media-bassa,con capelli lunghi lisci che dal tavolino in fondo tra il cappuccino e il panzerotto alla crema,notava un signore calamitato da una stangona binda e boccolosa.
Non l'hai notata vero?

Beh siamo tutti soggetto-oggetto di asservazione.

Il che mi fa ben sperare! ;)
Un abbraccio

Luz ha detto...

La prossima volta prenditi un latte macchiato, non ti fa male e non ti fa venire tutta 'sta voglia di fumare! E poi, ho capito, le donne sono da ammirare, le donne sono belle, le donne sono desiderabili (magari la stangona nascondeva qualcosa di poderoso negli slip), ma Aldo, a volte le donne sono anche molto stanche delle occhiate vogliose o umilmente adoranti degli uomini, non parliamo di quelle dei vecchietti poi...

Adriano Maini ha detto...

Cose che a Roma, se ricordo bene, capitano spesso!

Paolo Falconi ha detto...

Bel contrasto, evidenzi e fai riflettere:
da una parte l'andatura altera e sprezzante,atteggiamento consapevole del proprio potere di attrazione, abituata a ben altro che a occhiate languide e per questoforte e decisa in ogni suo piccolo gesto (chiede il caffè e lo ottiene) sono le 11,00 il banco non deve essere vuoto e lei per farsi sentire non ha bisogno di gridare ... sono donne, belle ma che hanno in se una forza da stritolare chi crede ancora al sesso debole.
Dall'altra giovani commesse che ridacchiano e simpaticamente scherzano con Te ...
figure femminili dolci che con la loro piccola attenzione sanno donare calore, un raggio di sole e riempire di colore il tuo posta:-))
Un saluto
a Te Aldo

riri ha detto...

Aldoooooo, sei incorreggibile
:-)))La ministra per le pari felicità è eccezionale, hai superato te stesso...
Stamattina (ero ad una cerimonia) e seduto davanti a me c'era un tipo sulla sessantina, ma anche meno, snello elegante, lato b. ma ad un certo punto si è girato dalla nostra parte (io sorridevo ai 2 amici presenti) e loro mi facevano smorfiette, ma quando si è girato, lato a (ti rubo il mestiere):-) c'aveva na faccia rubiconda, come uno appena uscito dalla cantina del mio vicino aahahahahah, ed era veramente poco interessante (voglio essere educata) data l'ora di fascia protetta:-)))Non per il naso rosso, ma per l'occhiataccia che ha fatto alla mia amica S.che sorrideva a me..il trullo di alberobello:-))l'ho ribattezzato (senza offesa ai Trulli veri che mi piacciono un sacco)..
Un abbraccio

petrolio-muso ha detto...

la ministra col portafogli... ce la facci vedereeeeeeeeee il ministero, così siam tutti più felici! ;)

Ambra ha detto...

Aldo, la battuta finale su berluscò è troppo forte. Non ce la facevo più dal ridere.
Ma com'è che tu sempre splendide donne incontri?

Sandra M. ha detto...

Aldo "le gambe che dipartono da un qualcosa di perfetto" mi ha fatto ribaltare!E così hai dimenticato il caffè!!

Nicole ha detto...

Ahahah, sto ridendo con mucho gusto...e mi hai hai fatto venire alle 2 di notte anche voglia di dolce:))
Ma se ci ritroviamo tra centanni, mi prometti di essere fedele sempre?;))))

Ibadeth ha detto...

Temevo anch'io che finisse con la bionda che si girava e mostrava un bel paio di baffi... ma per fortuna non è andata così! A questo punto, Aldo, io mi sarei consolata sbafandomi una bella brioche con la crema...

Paola ha detto...

Hehehehehe... come vedi il caffè fa male!!!
Ti rimane quel gusto "amaro" in bocca... fortuna che avevi comprato un chilo di zucchero!!!
Ganza... "la ministra per le pari felicità"... sei troppo forte!!!
Ciao mio caro mattacchione buon inizio settimana con un sorriso... besitossssssss!!!

Pupottina ha detto...

eheheheh
un ottimo consiglio per il Berlusca...eheheheh ormai i ministri hanno bisogno soltanto dell'avvenenza come curriculum... ;-)
e anche tu, Aldo, sei un attento estimatore!!! peccato che non tutti siano galantuomini come te...
la tentazione del caffé è contagiosa. se non ne bevi da 12 anni sei un mito... eheheh
io non riesco a farne a meno... ma ne bevo anche troppi... e poi corro sempre... eheheheh
a volte capita di fare sogni così... giorni fa mi è capitato di sogare che stavo preparando una spremuta d'arancia a colazione... peccato, al mio risveglio, non averne in casa!!!

buon inizio settimana ^______^

Ernest ha detto...

Grazie come sempre
e un saluto Aldo

Essenza ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
chicchina ha detto...

Ma a sto punto,Aldo ,un caffè sarebbe stato meno dannoso! puoi mica lasciarti coinvolgere così,emotivamente....
Hai ragione il berlusca non se la sarebbe lasciata sfuggire,non se ne perde una.
Ciao Aldo.

La Mente Persa ha detto...

Attento che il lato B non sia minorenne ;)

Bida ha detto...

Si...ma non ci hai più detto se hai poi preso il caffè e la brioche con la crema!!!
O la signorina ti ha poi fatto passare...la voglia??

hahahahah...

UN ABBRACCIO AFFETUOSO, CARO ALDO!

anche se non commento molto ultimamente, sappi che ti leggo sempre sempre...
SEI UN MITO!!

Tina ha detto...

Certo che tra il sogno e la realtà che hai incontrato la differenza l'ha fatta ... il lato B ;-))

Il finale mi sta facendo sganasciare, la ministra delle pari felicità...sei un mito Aldo.
Un abbraccio ;-))

Maraptica ha detto...

Vedi che vuol dire quando si dice "sogno premonitore?" Dovevi proprio andare al bar a farti sta colazione... ;)
p.s. E se ERA na ministra 'pe davvero?! :)))

sR ha detto...

povero silvio :)

Nicolanondoc ha detto...

Aldo, tu sai che questi argomenti con me..non li devi toccare, qui mi "bastonano", se ti parlo del posteriore od anteriore:-))Sei grande Aldoooo, hai tutta la mia simpatia. Buona serata ed un abbraccio.

rosy ha detto...

Caro Aldo da noi quando una persona guarda una cosa bella e non la può toccare, scherzosamente la si prende in giro con questa frase napoletana.
Mi viene spontanea dirla
Aldù mi dispiace e fatt...
"Uocchie chine e mane vacante"

Ma almeno ti sei lustrato gli occhi.

A proposito ma poi hai consumato?
La colazione..cosa avevi capito!

Con simpatia e affetto
Ciao