venerdì 1 giugno 2012

LA DIFFERENZA

= in fondo che male c'è siamo entrambi maggiorenni e vaccinati...
= sempre queste parole dette e ridette...
= sono d'accordo ma è così
= no mia cara perchè nel nostro caso c'è una differenza...
= quale, quella che tu hai 61 anni e io 45?
= ti sembra niente?
= cominciamo col dire che sei stato onesto per il fatto di avermi detto la tua età
= era il minimo
= non li dimostri e già te l'ho detto
= ancora un complimento?
= no è la verità e poi sai quanto me ne importa degli anni che hai?
= a me sì, e parlo della troppa differenza, anche se sei stata tu a farmi capire che...
= lo ricordo bene. Comunque siamo diversi e meno male. Per favore non ne parliamo più di queste cose così banali e ovvie. Diventano importanti solo per gente che non ha nulla da dirsi...
= noi invece?
= io ti piaccio e tu mi piaci, tutto il resto è spreco di tempo, non sei d'accordo?
= alcune volte ho timore di dirti parole particolari che mi ronzano in testa perché non so quale reazione potresti avere e quello che potresti dire...
= invece dovresti provare a dirmele queste parole senza dubitare tanto su quello che potrei dire o fare io, cosa penserò di te e blablabla. D'altra parte ascoltami bene una volta per tutte. Siamo entrambi single con un passato che non ci appartiene più, non abbiamo nessuno a cui dover rendere conto delle nostre azioni, godiamo della più ampia libertà, che cosa ci vieta di continuare a vivere tenendoci "metaforicamente" per mano?
= il mio sogno sarebbe quello di poter stare insieme...
= ma quante volte te lo devo dire? Se stai in una camera in subaffitto e non è possibile abitarci insieme non ti rimane altro che venire a casa da me e con me. La mia è abbastanza grande, comoda e tranquilla...
= e i tuoi vicini? I tuoi conoscenti? I tuoi amici? Cosa penserebbero e direbbero di questo vecchio che ti sta vicino? Sai benissimo che noi uomini invecchiamo più precocemente di voi donne...
= la questione è che sei un vecchio - e questo lo dici tu – che però non riesce a dimenticare il profumo della donna, che hai pensieri in testa e ancora di più li hai nel cuore. Dalli a me, se te la senti, così non vanno sprecati
= vorrei abbracciarti ma...
= che aspetti? Vedi di farlo così posso farlo anch'io e voglio anche baciarti.
Una coppia insolita ma che ebbe la fortuna di vivere circa vent'anni insieme.
Non si erano mai sposati, non vissero sempre felici e contenti ma si vollero un gran bene ed erano la coppia più invidiata del quartiere.
Quando lui lasciò questa terra lei, che negli ultimi tempi lo aveva accudito come fa una madre col suo bambino, rimase a lungo chiusa dentro casa, in compagnia soltanto del suo dolore per la perdita di un uomo con la U maiuscola. In definitiva del suo uomo.
Nel tirare le somme convenne con sé stessa che erano stati anni belli e difficili da dimenticare.

20 commenti:

keiko ha detto...

Che bella storia Aldo!!
.... L'unica differenza che conta è l'intensità con la quale si ama.
Come la canzone Teorema: chi meno ama è il più forte.
Ciao caro, a presto.

Cri ha detto...

Ma difatti non è quella la differenza... La differenza è tra chi è autenticamente uomo, e chi invece no ;)

cristiana2011 ha detto...

Detesto i pregiudizi del tipo "cosa dirà la gente". Ognuno deve poter scegliere, anche con qualche rischio, il proprio modo di vivere.
Beninteso scelte tra adulti consenzienti.
Commovente questa storia che smentisce ,appunto, i pregiudizi.
Cristià
che ti abbraccia

rosy ha detto...

La differenza di età è solo un particolare..Il cuore e l'animo non hanno età.
Un abbrccio.


Alduccio, il condominio ti aspetta.

Grace (ma gnappetta della Val Gina) ha detto...

Non sono mai stata con uomini molto più grandi di me (il mio compagno di adesso mi batte di soli due anni), ma, credo solo perchè non ne ho mai frequentati, non perchè mi spaventi la differenza di età.
Sai caro Aldo..la maestra che è in me ha notato che una virgola avrebbe potuto cambiare il finale del tuo racconto, leggi,eh!

Nel tirare le somme convenne con sè stessa che erano stati anni belli e difficili, da dimenticare.

O_o

Ibadeth ha detto...

Una storia commovente e dolcissima.

cipralex1 ha detto...

è quello che cerco di far capire a mia moglie da trentadue anni.....: sono troppo vecchio per te! Ma lei continua la sua penitenza...

Caro Aldo, il problema è provare quel sottile feeling mentale totalmente estraneo ai dati anagrafici, anche solo per un attimo.

Un caro saluto. robi

Blogaventura ha detto...

Tutte le differenze son solo un dettaglio quando c'è l'amore. Un caro saluto, Fabio

Ambra ha detto...

Si, una storia d'amore impostata su un dialogo contro l'insensatezza dei luoghi comuni

Maraptica ha detto...

A prova del fatto che l'amore proprio non ha limiti a volte. Commuovente Aldo :)

Gente Comune ha detto...

Mi ha impressionato la semplicità dei dialoghi e " la questione è che sei un vecchio - e questo lo dici tu – che però non riesce a dimenticare il profumo della donna, che hai pensieri in testa e ancora di più li hai nel cuore. Dalli a me, se te la senti, così non vanno sprecati" la rubo per quando sarò in là con gli anni.
Grazie.

Adriano Maini ha detto...

Un'esemplare storia d'amore e, soprattutto, una donna eccezionale!

desaparecida ha detto...

La "fortezza" dei sentimenti e del guardare nella stessa direzione.

:)

chicchina ha detto...

Quegli anni in più sono spesso così ricchi di tenerezza,protettivi,folli,
indulgenti,che è bello tentare di viverli insieme.L'età è nella freschezza del sentire nella voglia di dare,più che in un dato anagrafico.
Bella e toccante storia.
Ciao Aldo.

nina ha detto...

Una bella storia ben raccontata. Forse ispirata a persone vere? In questo caso beate loro.
Ciò che penso dell'amore è che non è un bonus che ci spetta diritto per il fatto di esser venuti al mondo. Molto spesso ci ignora o ne conosciomo dei surrogati. Perciò chi può sperimentare quell'incontro felice non si perda nei dettagli e sappia che è un treno che non passa tanto spesso!
Un saluto
Nina

Tina ha detto...

Forse una delle più tenere storie amorose che ho letto, non ti smentisci mai.

Buona serata Aldo ;-))

AlessandraLace ha detto...

l'amore non ha età, un bel racconto. buona notte

Sandra M. ha detto...

E meno male che hanno avuto la forza di fare la scelta giusta.

Vania ha detto...

Caro Aldo, penso che l'Amore con la A maiuscola non abbia età. La giovinezza sta nei pensieri e nella purezza dei sentimenti. Un volto che a prima vista ti da modo di capirne l'età non più giovanissima,può con la forza dell'amore diventare giovane ed attraente come tu solo puoi vederlo. La giovinezza è la forza dell'amore che si porta dentro.... e tutto sarà possibile. Quanto ai pregiudizi della gente... cosa importa? Non lo sai che hanno sempre da dire qualsiasi cosa si faccia? Allora ti dico un aneddoto che da bambina mia mamma mi raccontava, proprio perché imparassi a non far caso ai giudizi della gente. "Giuseppe e Maria si avviarono verso Betlemme in compagnia solo di un asinello e di pochi averi. Maria incinta, con un pancione prossima a partorire, il viso tirato e stanco. Giuseppe la faceva montare sull'asinello per farla stancare meno e le camminava vicino. La gente indignata l'additava! Lei così giovane seduta comoda e lui anziano a piedi,vergogna! Allora Maria lo pregava di dargli il cambio, e la gente indignata mormorava. Lei con il pancione così giovane e stanca a piedi e lui comodo seduto! Che vergogna!" Morale, alla gente non sta mai bene niente di quello che fai, ha sempre da parlar male! Quello che davvero importa nella vita, è di essere corretti e onesti, poi lascia pure che la gente parli, tanto avrà sempre da dire....
Un forte abbraccio e buon inizio settimana.

Paolo Falconi ha detto...

Quando ci si vuole un Mondo di bene ... non c'è spazio per altro.

La storia conferma, se non vado errato, che non occorre essere necessariamente Flavio Briatore, e questo mi piace sottolinearlo:-)

Ciao Aldo