domenica 18 luglio 2010

LA REALIZZAZIONE DEL MIO SOGNO

L'ho sognato da tanto tempo e finalmente quel giorno è arrivato.
Sin da ragazzo ho cercato di far diventare realtà quel sogno e, dopo aver chiesto qua e là per Roma, ci sono riuscito. Ho avuto fortuna, non posso negarlo.
Sono le 12:20 e mi sto avviando con passo veloce all'agenzia di crociere di una famosa Società di navigazione che le organizza per il Mediterraneo con partenze anche da Civitavecchia in provincia di Roma. Quindici giorni da trascorrere sull'Autostrada del Mare e a bordo di una nave bellissima munita di tutti i comfort. Una coppia di coniugi, miei conoscenti con i quali mi sono confidato mi ha "raccomandato" alla loro unica figlia dipendente di quella Società di navigazione. Mi sono informato a dovere presso l'agenzia ed anzi la gentilissima nonché affascinante figlia della coppia dei miei conoscenti - Milena, questo il suo nome – proprio stamane mi ha telefonato e mi ha messo al corrente di qualcosa di meraviglioso. Lei, quale dipendente della Società, ha diritto ogni anno ad un premio di produzione che consiste in una crociera al costo ridotto del 50%, senza alcun altro esborso. Per l'intera durata della crociera - quindici giorni – usufruisce gratuitamente di tutte le comodità e i servizi offerti. C'è un piccolo problema però, quello cioè che la cabina di prima classe messa a sua disposizione è per due persone che devono occuparla benché per il secondo passeggero non si debba pagare nulla. Milena, quando mi ha telefonato questa mattina, mi ha messo al corrente di un suo piano riguardo questo viaggio e me ne ha riferito tutti i particolari. Entrambi i suoi genitori sono partiti per altri lidi e lei avrebbe dovuto occuparsi della nonna materna durante la loro assenza. La nonna, una vedova perfettamente autosufficiente ed in buona salute, per carità, ha comunque una certa età e quindi non si può lasciare da sola giacché Milena in realtà ha tutto un altro programma di vacanze da trascorrere con il suo ragazzo in giro per l'Europa. Però come si fa a rinunciare ad una tale occasione? Allora mi ha fatto una proposta: me la sarei sentita di fare quel viaggio da me tanto sognato facendo compagnia a sua nonna ad un prezzo vantaggiosissimo e cioè a metà della metà del costo reale complessivo? Dopo alcuni chiarimenti chiesti a Milena e dalla stessa ottenuti ho detto sì. Mi ha fornito ulteriori dettagli e adesso sono in Agenzia a perfezionare la "scenetta" , già tra noi concordata, a voce alta, a beneficio dell'intero uditorio:
= buongiorno signorina, sono passato per sapere se ci sono novità per la crociera Mediterranea
= buongiorno anche a lei, aspetti che controllo perché forse c'è qualcosa che le può interessare (e inizia a spiegarmi tutti i dettagli della faccenda: nome della nave, giorno e orario di partenza, il numero della cabina etc etc, anche altri elementi di cui sono già a conoscenza)
= benissimo, d'accordo su tutto. Dove posso accomodarmi per attendere l'altro passeggero?
= è una passeggera ed è già lì seduta su quel divano, se vuole andare a parlarle
= certo, con permesso allora... (mi dirigo verso il divano, lì giunto faccio un mezzo inchino e chiedo alla signora seduta che so essere la nonna di Milena) posso sedermi?
= er posto c'è
= grazie. Sento dall'accento che lei è romana (nel frattempo la osservo: è piuttosto in carne, capelli bianchissimi, neppure un filo di trucco, due occhi vispi di un colore incerto, senza occhiali, vestita molto sobriamente)
= da na marea de generazzioni
= anch'io sono nato a Roma ma da antenati siciliani. Mi chiamo Calogero, il nome del mio nonno materno
= io me chiamo Nanda e nun è er nome de nessuno de' li parenti
= grazioso nome. È il diminutivo di Fernanda vero?
= macché, me chiamo proprio Nanda
= sono un pensionato e...
= te credo che voleva ancora lavora'?
= no, certo. Lei invece lavora?
= all'età mia? No, no, sto in pensione, prima facevo la fruttarola, ciavevo er banco a Campo de' Fiori. Puro mi padre prima de me e mi nonno prima de lui, tutti fruttaroli armeno da cent'anni
= a proposito di anni io ne ho ottanta
= e io settanta. In due famo un secolo e mezzo pensa un po'
= cambiamo argomento...
= sì, si è meijo
= quella bellissima impiegata che vede lì a quel bancone...
= chi quella? È mi nipote, la fija dei mi fija
= benissimo...
= mica tanto. Pensi che noi tre ciavemo tutte lo stesso carattere e nun riuscimo a anna' d'accordo. Però se volemo bene e sa perché? Mica perché vivemo nella stessa casa, ma pe' er fatto che io so' vedova da diecianni e mi' genero c'è e nun c'è, nu' lo vedi e nu' lo senti, quinni...
= quindi ecco spiegato perchè vi volete bene
= già. Senti un po', m'hai fatto parlà solo a me ma de te nun hai detto un granché
= ti ringrazio per essere passata ad un tono un po' più confidenziale, ma di me c'è poco da dire: sono vedovo anch'io, ho due figli, sposati, che hanno le loro famiglie però quest'anno ho deciso che voglio fare una crociera senza di loro
= e puro io. So' anni che me la sto a sogna'. Siccome mi nipote m'ha dato la cabbina sua che però è pe du' persone sto aspetta' che quarchedu...ma dimme un po', ma che gnente gnente annammo su la stessa nave?
= non solo, anche nella stessa cabina così in due risparmiamo
= e vabbe' ho capito però famo a capisse pure noiartri due. Te rendi conto che dovemo da passa' quinnici giorni drento la stessa cabina?
= certo, soltanto la notte però
= e lo so però nun te mette gnente in testa che...
= non porto cappelli
= nun fa' la spiritoso, sai che voijo di'
= tranquilla so benissimo come comportarmi
= ecco bravo, comportate da ragazzo educato...adesso annamo da mi nipote a sistemà l'urtime cose
= sì, vedrai che sarò un perfetto gentiluomo
= e sinnò 'na ciavattata in testa nun te la leva nessuno
= grazie ti ringrazio per la tua bontà (ridendo andiamo da Milena la quale avendo assistito da lontano a tutta la scena sorride anche lei).
Tre giorni dopo, di domenica, alle 9:00 a.m. in punto io e Nanda dalla nave salutiamo la cara Milena diretti verso la meta agognata, l'inizo della realizzazione del nostro sogno.

31 commenti:

Spes ha detto...

ahahahah troppo forte Nanda!^___^

Buon viaggio a entrambi allora, divertitevi e godete del sogno ogni secondo.
Un bacio!

Aglaia ha detto...

Troppo belli!
Fra tutti e due,se non c'eravate,bisognava inventarvi!!!!
Aspetto il racconto della crociera!!!
Divertitevi;-D

Armando ha detto...

TERZOOOOOOOOOOOOOOOOO !!!!!!!!!

Armando ha detto...

leggo e commentoooooooooooo

Armando ha detto...

ma non ho capito già ci sei stato?

comunque caro aldo vaiiiiiiiii cor tangoooooooo.

un abbraccio

riri ha detto...

La Nanda, un tipino tutto pepe..però non è mancato il coraggio di stare insieme ad una così:-)..del resto i sogni bisogna saperli condividere:-)..e se poi russava od era sonnambula?...Un bacio e buona domenica.

Tina ha detto...

Questa è da glicemia alle stelle, ma quella glicemia che non fa danni.
Ci sono alcune tue pagine che mi fanno salire un solo desiderio, assistere all'episodio mentre si svolge, a questo avrei voluto esserci ;-))

Buona crociera a tutti e due.

Chica ha detto...

giura!!!!!!!!!!!!!...davvero vai in crociera?????? ci sei già andato????????? 'orcu ladro Monticià...ma è bellissima sta cosa!!!

Nounours ha detto...

Nanda ha fatto bene a fidarsi di un gentiluomo come te, e anche Milena.
Spero che vorrai raccontanci qualcos'altro della crociera tua e di Nanda.
Il dialogo è uno spasso!
Buona domenica, Aldo.
Ciao Nou.

Viviana r ha detto...

Mai dire mai nella vita, prima o poi, se te lo meriti, il premio arriva per tutti. Ovviamente qui si aspettano i dettagli della crocera, mica ci vorrai lasciare a bocca aperta, vero?
Buona vita, Viviana

Marianna ha detto...

buon divertimento caro Aldo e raccontaci tuttooooooo!!!!!!

Maraptica ha detto...

Che bello, sono strafelice per voi. E poi Nanda mi sta troppo simpatica, mi ricoprda mia nonna! :) Oh fai il bravo eh, che quella davero te mena! ;)Un abbraccio grande!

Bastian Cuntrari ha detto...

Buona vacanza e comportati bene, Monty!
Nanda, me sa tanto, s'è portata le noci de cocco e ce l'ha sotto ar cuscino... Vedi de nun torna' cor ficozzo 'n testa...

ady happyborn ha detto...

...non fare che mi ritorni sposato, sai che i capitani delle navi in alcuni casi possono celebrare i matrimoni...e non vorrei che se ne verificassero le circostanze...goditela tutta baci

upupa ha detto...

Che bello!!!!!!!!!!!!!!!!Sei in "ottima"compagnia!!!!!!!!!!!!L'imperativo è ....divertimento!!!!!!!!!!!

Lu ha detto...

Ah...ma ci vai tu caro Aldo? Leggendo, ho creduto fosse uno dei tuoi bellissimi racconti...mmm.
Comunque 'na ciavattata in testa'....ahahah forti sti romani, anvedi ao!
Buona serata carissimo!

rosy ha detto...

Caro Aldo, qui da noi fa caldissimo...tu dirai che c'entra con il racconto?
Giusto e mo te spiego.

Questo fatto della crociera è vero? Se e si parti e goditi la crociera e dopo vogliamo tutti i particolari...mica te la cavi cosi bello mio

Putacaso ci stai tirando uno dei tuoi amati scherzi, sei scusato fratellone, colpa del caldo...

Diciamo, che questo tuo racconto mi ha riportato alla mente Albertone...in le vacanze intelligenti... se non sbaglio erano anche loro fruttaroli vero?

Un bacione fratellone ho gustato tanto, adesso aspetto il vostro ritorno dalla crociera.
Ciao e salutami Nanda

Punzy ha detto...

mi raccomando eh? comportati da gentiluomo!!!

luly ha detto...

Aldo, ma sicuro sicuro che sognavi proprio di andarci con una tipa così?!?!?!? :O)
Ciao!

Ibadeth ha detto...

Anche a me, come ad Armando, non è chiara una cosa: stai raccontando qualcosa che t'è già successo o la cosa sta succedendo?
Comunque, la tizia con cui condividi la camera è una sagoma, a dir poco. Sembra la compianta Sora Lella. Ma non dubito che tu sarai in grado di tenerle testa, in ogni campo.
Facci sapere come procede la crociera (o com'è andata, se la cosa appartiene al passato)!

Angelo azzurro ha detto...

Eccomi qua! Aldo, scusa, sempre in ritardo, ma arrivo.
La storia mi piace un sacco e non vedo l'ora di leggere il seguito. Perchè ci sarà un seguito, vero?
Troppo ganza sora Nanda; adoro le donne con carattere. Vediamo che ci riserva 'sto personaggio!
Un abbraccio!

il giardino di enzo ha detto...

La Nanda pare 'a Sora Lella :)
Se è frutto della fantasia... non smetti di stupirci, se è cronaca... divertiti assai!!

enrico ha detto...

Dacci sotto! da cosa nasce cosa e la Nanda sembra sveglia. Sappiamo che non racconterai i particolari proprio perchè sei un gentiluomo. E non preoccuparti per la ciavattata, dicono sempre così, poi si lasciano andare.

Il Ballo dei Flamenchi ha detto...

Bon Voyage!!

Luz ha detto...

Mi pare di capire che tutti abbiano preso per vero questo tuo ennesimo e divertente racconto!!
Allora fai finta che sia così, chiudi gli occhi e respira a fondo questo odore di mare, anche se immaginario.

Paola ha detto...

Hehehehehe che forti!!!
Cmq... se il sogno è reale e quindi in partenza... attendo con trepidazione le vostre avventure... :-)))
E vi auguro buon divertimento!!!
Un grosso bacione!!!

Luca and Sabrina ha detto...

Mi fa troppo sorridere questo incontro con la Nanda, una donna talmente verace da risultare affascinante, sei rimasto colpito da un fulmine anche tu mentre davi forma al racconto, vero? Hai un modo di scrivere che mi ci incanto tra le tue righe!
Buona settimana
Sabrina&Luca

Nicole ha detto...

Ho commentato la fine, ma riccomento qui...

Sei veramente speciale, arguto, ironico ma un'ironia sana che fà solo sorridere.
Ah Aldo...guai a te se nella seconda vita non mi sposi!:)))

DIANA. BRUNA ha detto...

Aldo, sei fantastico!!!
Questo racconto sprizza tutta la vostra romanità!!! Questa Nanda pare la Sora Lella dei film di Albertone.
Quanto sei bravo....te l'ho già detto e te lo ripeto...all'infinito....PUBBLICA UN LIBRO con questi racconti!!!!
Sono sicura che avrebbe un successo strepitoso perchè sono di una simpatia, di un'umanità e di un'ironia incredibili.
Ciao carissimo
un abbraccio
Bruna

Mary ha detto...

That's really beautiful! I wish I can visit that place soon.Maybe I can ask my Dad to let me travel for my 21st birthday. Thanks for sharing this with us. More power to you!

Realizzazione siti internet

AlessandraLace ha detto...

che spasso!!! ma te le inventi o sono vere? un abbraccio