giovedì 1 luglio 2010

L'IRA DI ACHILLE

Circa un anno fa, su questo blog, descrissi uno degli incontri che quotidianamente facevo nel corso del mio giro mattutino per le strade del rione dove abito. Si trattava dell'incontro con una signora o signorina – ancora non ho chiesto informazioni e non ne chiedo – intorno ai quaranta anni, bionda forse ossigenata, piccolina, grassottella, ad ogni modo di piacevole aspetto, con al guinzaglio un magnifico e atletico cane lupo a passeggio per le necessità di quest'ultimo. All'epoca, questo bellissimo animale definito dalla signora "il bimbo" aveva quattordici mesi ed era vivacissimo con una gran voglia di giocare. Data la vicinanza delle nostre rispettive abitazioni ci siamo naturalmente incontrati parecchie volte sempre salutandoci cordialmente e scambiandoci reciprocamente qualche frase di circostanza, mentre osservavo che il "bimbo" cresceva a vista d'occhio.
Questa mattina ho assistito ad un incontro particolare, sempre con quella signora col lupacchiotto al guinzaglio: attualmente ha superato i due anni. Lei faticava enormemente a tenere il suo cane il quale "incacchiato" di brutto, abbaiava a più non posso contro un altro cane non so di che razza, anche lui al guinzaglio tenuto da una ragazza. Non c'era verso di trattenerli, le due facevano sforzi enormi per cercare di allontanarsi dal posto dove si stava verificando lo scontro, poi finalmente la ragazza ci è riuscita e si è avviata in tutt'altra direzione.
Con molta prudenza mi sono avvicinato alla signora bionda la quale, tenendo con tutta la sua forza il guinzaglio del suo lupacchiotto che voleva lanciarsi all'inseguimento dell'altro cane della ragazza, mi dice:
= Ha visto che fa?
= Vedo che è un po' nervoso stamattina...
= Ma no. Sapesse quanto è buono, un agnellino
= Non si direbbe...
= Scherza? Ha notato come si comporta con i bambini?
= Sì, dalla mia finestra. Quando passate nei pressi della scuola tanti bambini vi vengono incontro...
= Ha visto? Lui si accuccia in terra e da loro si fa fare tutto: carezze, lisciatine sul pelo, lascia che gli prendino la coda e si fa persino baciare dai più coraggiosi. Pensi che si ricorda perfettamente sia le ore di entrata e di uscita dei bambini dalla scuola sia la strada che facciamo per passarci accanto. Capisco che è facile dato che facciamo questo tragitto tutti i giorni e anche due volte al giorno, però mi fa tanta tenerezza il suo comportamento.
= Chissà invece come si comporta con i gatti...
= Con i gatti? Quelli sono come degli amici. Dove abito ce ne sono due o tre e quando a volte li incontriamo si guardano come per salutarsi e si passa oltre.
= Veramente?
= Almeno è la mia impressione. La vuole sapere un'altra cosa?
= Dica, dica...
= Non abbaia alle femmine...
= Parla di cani femmina vero?
= Sì, sì...le annusa un po', le squadra, scodinzola per qualche secondo e sta zitto e quieto. Vorrei capire il motivo per cui Achille...
= E chi è Achille?
= Lui, il mio bambinone...non le ho mai detto che si chiama Achille?
= Ma chi, il lupacchiotto?
= Sicuro. Lui è il mio Achillone. Vorrei sapere perché ce l'ha con i cani maschi
= Lo so io il perché, è l'ira di Achille che non vuole rivali.
= Già, non ci avevo pensato... Adesso devo andare. La saluto e arrivederci alla prossima...
= Certamente...arrivederci.
Curioso, né io e neppure la bionda signora sappiamo quali sono i nostri rispettivi nomi però
conosco il nome del lupacchiotto: Achille!

40 commenti:

Nicole ha detto...

Caro amico che non volendo ho trascurato è sempre un piacere leggerti. Scrivi in modo divino...rituffarmi nella tua dolce ironia è stato come sempre più che piacevole:)

enrico ha detto...

Forse le femmine sono il suo tallone...

Armando ha detto...

terzooooooooooooooo !!!!!!!!!!

Armando ha detto...

leggo e commento ...........

Armando ha detto...

sai con quante persone parlo e non conosco il loro nome? milioni .... ahahahahah Però il bello di roma è anche questo.

un abbraccio

Maraptica ha detto...

Il problema? Gli ormoni! :) Semplicissimo. Qui sotto casa mia c'è Pluto: un lupo incrociato con un hasky, mollato da poco... con i maschi diventa un leone inferocito a digiuno, con le femmine e con i gatti, un agnello. Oh, noi femminucce mica le facciamo tutte ste storie! ;)

riri ha detto...

Caro Aldo, è proprio così, per anni ci vedevamo con chico,dick,casper,senza conoscere i nomi dei rispettivi accompagnatori, poi io ho chiesto ed è nata una bella amicizia..adesso c'è bull,zuck,un altro chico,dimenticavo hola un pastore tedesco femmina (l'unico nome che non so è quello del signore un pò robusto con la pipa che la accompagna) in compenso so tutta la sua vita ahahah..Baci ed auguri di incontri sempre belli ed anche un pò "audaci" nel senso della chicchierata amichevole, che aggiunge e dà sapore alla vita:-)

Chica ha detto...

"...cantami o Diva del pelide Achille l'ira funesta....":DD

...avevo un pastore tedesco, di nome Boss (per amore di Springsteen!!)....beh...lui che abbaiavaa chiunque si avvicinava alla casa, quando lo portavo fuori non abbaiava a nessuno, maschi femmine, gatti....li guardava , magari rinchiusi nei loro cancelli abbaiare contro di lui, li fissava un attimo, gli faceva una pisciatina sul cancello e andava oltre...:DD

ady ha detto...

...e lei sarà TETI, la madre di Achille, d'altronde lei dice che è il lupacchiotto è il suo bambinone...buona giornata Aldo

Ellys...o meglio Martina ha detto...

Achille….e io che vorrei chiamare il mio futuro figlio Achille….

Janas ha detto...

Cantaci, o Aldo, del cucciolone Achille l'ira funesta...
e ora mi sembra giusto sapere anche il nome della gentile accompagnatrice!
Ciao Aldo, un salutissimo!

Ernest ha detto...

Fantastico Achille da controllare assolutamente il tallone...
buona giornata aldo

DIANA B ha detto...

Ciao Aldo,
come al solito, avvincenti i tuoi racconti!!!
I cani a volte sono proprio strani.... le mie cagnoline, al minimo rumore vicino al cancello, pare debbano sbranare chi si avvicina...Poi, se la persona le chiama affettuosamente, iniziano a scodinzolare e si buttano a pancia all'aria.
In caso dovesse arrivare un ladro, se le coccola, non occorre che dia loro una polpetta, lo sanno accompagnare in casa...per la via più breve.
Però sanno dare tanto affetto questi nostri amici a quattro zampe.
Ciao carissimo, ora vado a vedere la manifestrazione di Roma alla tv.
un abbraccio
Bruna

Marianna ha detto...

Ma che incontri strani!!!!!
allora non sono l'unica qui a Roma ad imbattermi in gente particolare mahhhh ....buona serata ALDO .

Nounours ha detto...

Nel mondo dei cani nessuna solidarietà fra maschi. La territorialità è una questione vitale.
E pure i gatti non scherzano. Oggi è arrivato Briscola, il gatto di mio figlio Marco, che rimarrà qui da me per qualche giorno. Qui vivono altre due gatte.La Wizzy non fa che soffiargli contro mostrandogli le fauci spalancate e insieme alla sua compagna Molly si appostano nei punti strategici della casa, una di fianco all'altra. Il Briscola si piazza in spazi con le pareti alle spalle e sta ad osservare le mosse delle due rivali. Quando va in paranoia gira in tondo e cerca di afferrarsi la coda.
Questa notte,io e lui, ci chiuderemo nella stessa stanza cercando un po' di riposo.
Sempre belli i tuoi racconti. Il post precedente l'ho trovato surreale perché non era descritto il rumore delle strade di Roma e quelle tre frasi dell'anti italiano non hanno che rafforzato la mia impressione.
Buonanotte Aldo carissimo.
Nou.

Nounours ha detto...

Nel mondo dei cani nessuna solidarietà fra maschi. La territorialità è una questione vitale.
E pure i gatti non scherzano. Oggi è arrivato Briscola, il gatto di mio figlio Marco, che rimarrà qui da me per qualche giorno. Qui vivono altre due gatte.La Wizzy non fa che soffiargli contro mostrandogli le fauci spalancate e insieme alla sua compagna Molly si appostano nei punti strategici della casa, una di fianco all'altra. Il Briscola si piazza in spazi con le pareti alle spalle e sta ad osservare le mosse delle due rivali. Quando va in paranoia gira in tondo e cerca di afferrarsi la coda.
Questa notte,io e lui, ci chiuderemo nella stessa stanza cercando un po' di riposo.
Sempre belli i tuoi racconti. Il post precedente l'ho trovato surreale perché non era descritto il rumore delle strade di Roma e quelle tre frasi dell'anti italiano non hanno che rafforzato la mia impressione.
Buonanotte Aldo carissimo.
Nou.

luly ha detto...

.....e bravo Achille!:O)
Aldo caro, come stai? Sono appena tornata da una gitarella in quel di Napoli ed eccomi a leggerti.
Un abbraccio.

Spes ha detto...

A volte succede così, si parla ma non ci si conosce. Soprattutto in città.

Achille...bel nome però! :)
Adeguato alla foga del lupacchiotto!

il monticiano ha detto...

A tutti gli amici.
Chiedo scusa. Avevo risposto ad ognuno di voi riguardo i vostri commenti, ma Pasquale, il mio pc, me ne ha combinata una delle sue.
Quando ho cliccato per pubblicare tutto quello che avevo scritto è appars una pagina bianca con la scritta "NOT FOUND".
Ho litigato con Pasquale e ce l'ho mandato.

Chica ha detto...

mmmhhh...lo sai Aldo, che da qualche giorno anche a me fa questo scherzetto mentre scrivo dei commenti??? scrivo tutto e poi al momento dell'invio mi da la pagina con scritto "not found" o peggio "error 404".....che stiano facendo prove tecniche per "oscurarci"????

Pupottina ha detto...

anche io parlo con tante persone di cui non ricordo il nome... la colpa però è soprattutto mia... sono già smemorata questa età, ahimè!!!

upupa ha detto...

Achille...il comportamento che ha è frutto del nome che porta?
un abbraccio

il monticiano ha detto...

@Chica: Ho l'impressione che tu abbia capito tutto.
Stiamo in guardia blogger!

@Pupottina: Io non solo non li ricordo ma nel caso di questo post non conosco neppure il nome della signora bionda.

@upupa: Credo abbia influito molto per la verità.
Anche da me un abbraccione.

Lu ha detto...

Comunque, preferisco gli animali agli esseri umani ;-))
Il mio 'lupacchiotto' se la sta ronfando al fresco.
Ciao caro Aldo, è un immenso piacere ritrovarti e ritrovare le tue storie.
Un bacio, un abbraccio e buon week-end.

Elly ha detto...

Ok, adesso vengo a Roma e perlustro il tuo quartiere, non è possibile che capiti tutto a te :)

Ma è il bello della vita...

Ciao

rosy ha detto...

Caro Aldo, arrivo in ritardo, ma avevo da lavorare.
Achille non vuole rivali, tutte le femmine devono essere sue.
Via brutto maschiaccio qui annuso solo io mica è fesso il lupacchiotto.
Ha capito tutto della vita
Bravo Achille
Un abbraccione. ciao

Angelo azzurro ha detto...

Aldo, ora che hai rotto il ghiaccio, la prossima volta che l'incontri, il nome della bionda deve uscire. In fondo non è così difficile, dai!
Un caro saluto

il monticiano ha detto...

@Lu: Ti sei riaffacciata sui blog, questo mi fa molto piacere. Tutti i blogger anici lo apprezzeranno.
Anch'io ricambio di cuore.

@Elly: Fammi sapere quando vieni così rintraccio le persone che mi danno l'occasione di scrivere sul blog.
Ciao.

@rosy: Achille e'no sciupafemmine
e non vuole rivali.
Un grosso abbraccio anche a te.

@Angelo azzurro: Ho capito, devo proprio domandarle come si chiama.
Non vorrei essere frainteso però.
Ciao e un caro saluto.

Ambra ha detto...

Bellissimo il tuo racconto e soprattutto le pennellate gustosissime sulla signora bionda e il suo Achille

Tina ha detto...

Ma poverina, non sapeva che Achille combatte la concorrenza...
Però ti assicuro che da "adulti" diventano indifferenti, neo ho uno di quasi 17 anni che non si cura di niente, in questo momento ha messo il suo guinzaglio in mano a Maurizio guaiendo un

Nnamo a fare due passi e una sana pipì ;-))
Notte buona Aldo

il monticiano ha detto...

@Ambra: Una coppia che incontro quasi ogni giorno. Stiamo diventando
amici.

@Tina: Che vuoi Tina, ad una certa età non rimane che mettere il guinzaglio nelle mani di qualcuno e cercà d'anna' a fa' du passi.
Qualsiasi riferimento al sottoscritto è puramente casuale.
Buonanotte,
aldo.

la Volpe ha detto...

mi fai sempre sorridere, Aldo. grazie, in questo periodo ne ho tanto bisogno :)

Marianna ha detto...

Buon pomeriggio ALDO ma vedo che il commento che ti ho lasciato ieri, non è stato postato o è mangiato dal tuo bel pc ...
ciaooooooooooooooooo

il monticiano ha detto...

@la Volpe: Mi fa piacere che quello che butto giù riesca a sollevarti un po' il morale.
Ciao e grazie amico.

@Marianna: Come avrai potuto constatare non c'è traccia del tuo commento di ieri.
Misteri della rete.
Ciao e buonanotte.

Marianna ha detto...

ciao hai incontrato Achille anche oggi chissà domani che accadrà o oggi cosa sara accaduto mah ciaoooooooooooooo buona serata Aldì

Nicolanondoc ha detto...

Già Aldo, la considero una delle mie migliori estati...straordinario il tuo racconto del cane Achille, io invece mi limito ad osservare un bimbo di 2 anni (il mio principino) e Poker di circa 16 anni (con un'intelligenza di un bimbo di 3 anni,come sostengono gli studiosi), per capire alla lunga chi tra loro due diventerà il capo-branco :-)
Un abbraccio.

Tua madre Ornella ha detto...

Aldo

Passo per un grande abbraccio ad un grande amico!

Un bacio
Ornella

il monticiano ha detto...

@Marianna: Sono tre giorni che non incontro Achille e neppure la bionda.
Cambiamento d'orario? Chissà.
Buonanotte Maria'.

@Nicolanondoc: Principino e Poker una bella accoppiata.
E la tua felicità si comprende benissimo.
Un abbraccione.

@Tua madre Ornella: Ti ringrazio per le tue parole così affettuose.
Sono sempre con te e Niki.
Un abbraccio.

Marianna ha detto...

nun te vogliono incontrà !!!!
bacio non avevo letto la tua risposta tiè la controbattuta ciao ALDì BELLO
te manno un bacio gigantescooooooooo

Marianna ha detto...

nun te vogliono incontrà !!!!
bacio non avevo letto la tua risposta tiè la controbattuta ciao ALDì BELLO
te manno un bacio gigantescooooooooo