sabato 27 ottobre 2012

MI SA CHE CI SIAMO

Proprio così.
Sono arrivato a questa convinzione tre giorni fa quando ho incontrato un conoscente quasi mio coetaneo in quanto io recentemente sono entrato negli 83 e lui ne è appena uscito. Naturalmente sto parlando di anni.
Non ricordo più da quanto tempo incontro questo mio conoscente ma dev'essere da molto. Per dirla tutta fino a sei o sette anni fa lo incontravo quasi tutte le mattine perchè accompagnava ad una sezione della scuola vicino casa mia un suo nipote down.
Dopo di allora l'ho incontrato saltuariamente e sempre da solo ma non nei pressi di quella scuola. Per discrezione non gli ho mai chiesto dove fosse il nipote.
Quelle volte che ci incrociamo per strada mi hanno permesso di sapere che abita in un fabbricato di una via laterale che fa angolo con quella dove abito io.
Ci salutiamo con un semplice "ciao" e proseguiamo per le nostre rispettive destinazioni.
Fino ad oggi.
Questa mattina l'ho incontrato sotto uno dei portici di Piazza Vittorio che trascinava un carrello per la spesa. Probabilmente doveva recarsi al mercato coperto dal quale provenivo io.
Invece di dirmi solo "ciao", come al solito, mi ferma e mi dice
= hai capito te? Pensa che er portiere ha chiesto un aumento de la paga ma mica de dieci o de venti euri al mese, noooo, ne vo' settanta. Ma te pare giusto?
Certamente mi ha preso alla sprovvista ma lì per lì sono rimasto come un baccalà perché non riuscivo a capire di quale portiere parlasse. Da me sono quasi venti anni che non esiste più il servizio di portineria e così pure nel suo e in tutti i fabbricati della zona poichè ci si serve dei citofoni. Così ho preso subito la decisione di non metterlo in difficoltà e di dimostrargli tutta la mia comprensione:
= certo che anche a me sembra una richiesta esagerata...
= e te credo. Pe' mme l'artri der condominio possono da decide quello che je pare ma io nun caccio 'na lira
Stavo per ricordargli che le lire non ci sono più e che anche nel suo fabbricato è stata eliminata la portineria ma ho lasciato perdere
= che venghi dar mercato te?
= sì, come vedi ho comprato qualcosa...
= ahò, hai visto come so' aumentati li prezzi de la robba?
= altroché me ne sono accorto benissimo...
= bé mo' vado sinnò faccio tardi, ciao, te saluto
= ti saluto anch'io, ciao.
Nel fare ritorno a casa ho fatto un'amara riflessione: se tanto mi dà tanto e cioé se come età io e il mio conoscente siamo quasi coetanei vuol dire che lui si è rimbambito prima di me e io ci sto arrivando.
Sì, sì, proprio così, mi sa che ci siamo.

34 commenti:

riri ha detto...

Aldo!!!!Non ci siamo, tu sei una persona che tiene sveglia la mente ed anche i tuoi lettori, ci incanti con i tuoi racconti di vita vera e ci hai fatto conoscere il valore di un Uomo per bene, come pochi..Ti abbraccio caro Amico, con affetto.

Gianna ha detto...

Ma no Aldo!

Tu sei così lucido, non ti riguarda il verbo rimbambirsi, credi a me!

Buon fine settimana

luly ha detto...

Eppure, Aldo carissimo, a me non sembri affatto rimbambito!:)
Buon weekend!

Sciarada ha detto...

Ciao Aldo, un uomo che sa cogliere questi spettacolari attimi di vita è molto ma mooolto lontano dal diventare rimbambito!
Allegro fine settimana!

Cri ha detto...

Che c'entri tu con lui?
Conosco trentaduenni che sono rimbambiti peggio di questo qui. L'età c'entra sempre molto, molto relativamente ;)
(Lo so che lo sai di non essere rimbambito, eh! ;) )

Sandra M. ha detto...

Ma-va-là...Aldo...che caspita vai cianciando??!!Non ti riguarda proprio. Punto.

keiko ha detto...

Aldo pensa che sono così rimbambita che pensavo parlassi del bus 83!!!!
Ma dai!!!!
Che dici!!
Se tutti i bamba fossero come te.....
Mi sa che lo sono più io:)))!!

Punzy ha detto...

ma non dire idiozie!!!

Nou ha detto...

Ti puoi rassicurare che non hai niente che assomigli al rimbambimento!
Vorrei essere presente alle cose come lo sei tu e pure come lo è mia mamma che ha compiuto 98 anni l'8 settembre scorso.
L'età non c'entra con il timore che si insinua a partire da una certa data in poi.
Anche in questo post sei molto piacevole, Aldo!
Un abbraccio
Nou

chicchina ha detto...

Ma il tuo amico ce l'ha un blog interessante e straripante di simpatia come il tuo?Il tuo amico sa raccontare storie vere che sembrano favole e favole che sembrano reali,come sai fare tu?
Noo?Allora non stare a preoccuparti,non è la stessa cosa,carissimo Aldo! Un abbraccio e buona domenica.

nucci massimo ha detto...

Io farei un'altra domanda,
lui è felice così come sta?
Se è felice il problema non è mica suo,
è di chi gli sta intorno,
a lui che gliene frega!
Ciao Aldo.

Tina ha detto...

Domani vedo di trovare 10 minuti per telefonarti e fare la comparazione tra la prima telefonata che ti ho fatto per stabilire se ti sei rincoglionito ;-))

Aldo...il tuo coetaneo ha cancellato 12 anni di vita...paga in euro e le chiama lire...questo deve bastarti a farti pensare che sei il nostro "giovanotto" sempre attento a quello che gli ruota attorno ;-))

Notte buona Sornione ;-))

AlessandraLace ha detto...

Ma cosa dici, Aldarè! tu sei gaiardo, altroche! ti abbraccio

cipralex1 ha detto...

caro Aldo,

volevo chiederti: ma tu quanto paghi di portineria?

Sto arrivando anch'io...!

Buonanotte. robi

monteamaro ha detto...

E meno male che il portiere non c'è più, altrimenti chissà quanto avrebbe chiesto d'aumento!! E chiamalo fesso il tuo quasi coetaneo!
Ciao Aldo in gamba...

cristiana2011 ha detto...

Aldo, la prossima volta che incontri quel tuo conoscente, chiedigli l'indirizzo della sua mail e l'URL del blog e quando ti guarderà stralunato capirai che non si è tenuto al passo coi tempi, vuoi per ignoranza o per scarso interesse, o per pigrizia mentale.Di motivi se ne possono trovare a decine e sarebbero tutti inversamente proporzionali a quelli che hanno fatto di te la persona squisita e briosa che sei. Punto, come dice Sandra.
Buona notte.

Soffio ha detto...

con questa ironia mi sa che sei lontano

Adriano Maini ha detto...

Esercitare come fai tu la curiosità - e scrivere e parlare e... - credo ti preserverà a lungo dal rischio da te paventato! Buona domenica!

Blogaventura ha detto...

Aldilà del blog, del tuo essere "tecnologico" sei una persona veramente in gamba e io passo sempre di qua per trovare la tua saggezza, la tua arguzia e la tua ironia... sei un grande Aldo! Un abbraccione, Fabio

riri ha detto...

Ciao Aldo, un buon inizio settimana con un sorriso:-)

Pupottina ha detto...

aldo, di te si può dire tutto, fuorché che sei rimbambito

;-)

buon inizio settimana

Nicole ha detto...

Ritorno ridendo da te:). No no tu sarai lucido fono a 150 anni, tu lo alleni da sempre il cervello:)

Enrico Bo ha detto...

Tu scrivi , scrivi, vedrai che è un ottimo antidoto, per mantenere sveglia la mente... mmm non mi ricordo più cosa volevo dirti, ma fa niente lo stesso, l'importante è resistere, Aldo!

Veneris ha detto...

Ma dai!!! Il segreto sta nel tenere la mente sempre allenata e questo blog credo sia un buon modo per farlo. Sempre allerta Aldo!!

m4ry ha detto...

Aldo, ma che dici ??? Io ti adoro ! Sei una persona VIVA in tutti i sensi, te l'ho già detto..tu dovresti far invidia a uomini che hanno la metà dei tuoi anni ma che hanno uno spirito da babbei ! Uomini come te, non ne esistono praticamente più..io ci metterei la firma ad essere come te alla tua età !
Bacio grande !

@enio ha detto...

sti femomeni si verificano anche a 60 anni la chiamano demenza senile... e acchiappa a chi meno e a chi di più...

Ambra ha detto...

Eccomi, caro Aldo. Appena tornata e ancora sfasata.
Come sempre, vengo da te e mi butto in terra dal ridere.
Grandissima e ammirevole la tua autoironia, segno di grande intelligenza.

Sciarada ha detto...

Ciao Aldo, lieta festa di Ognissanti a te e famiglia!

cavaliereerrante ha detto...

Er tempo score, se sà, è 'n gran puzzone
e nun c' è mai niscijuno che lo ferma
usanno la pistola o co' la scherma,
prima che ce sprofonni ner burrone !

Sì, da che monno è monno, pe' fermallo
nun nacque omo, capace a 'sto servizzijo ...
lui nun s' aresta, nun molla, è 'no sfracello ...
che tira carci e ce pista 'a busso e striscijo' !

Però ... però ...sippuro quer boijaccija
ce seggnija mille rughe su la faccija
e ce riappijoppa da vecchi ogni orpello,
c' è sempre @Ardo che ce lo renne bello !

Fusse 'n pensijero, 'na virgola, 'n racconto ...
che a la tristezza dovemijo mette' 'n conto,
er @Monticijano l' acchijappa e l' aritorce
e 'gni quarvorta ce lo sforna dorce !!! :-)

Ibadeth ha detto...

Mica è detto, Aldo. A parte che c'è gente rimbambita a vent'anni, ma guarda la Rita Levi Montalcini che ne ha 103 ed è più sveglia di me (ma ci vuol poco). Tu, che scrivi quasi tutti i giorni, non corri questo rischio perché mantieni i neuroni in movimento.

riri ha detto...

Un abbraccio Aldo!!!

Alberto ha detto...

Ma cosa dici, chi ha il tuo humor non rincoglionisce mai e poi mai.

@enio ha detto...

il rimbambimento (demenza senile)è soggettivo e non è mai uguale tra coetanei...

Paolo Falconi ha detto...

Aldo,
non è l'età che rimbambisce le persone, so le beghe condominiali che le porta a sbatte col capoccione:-)

Se vede che il tuo amico è così traumatizzato ... del resto non vive nello steso portone:-)
Che ce voj fà,
poro Cristo
bisogna capillo e ce vò comprensione ...
è solo che sei stato più fortunato de lui:-)

Aldo, scherzo!
ovviamente
la tua Verve
non conosce tramonto:-)