lunedì 29 aprile 2013

LA TATTICA

Sempre più frequentemente si leggono sui giornali o si vedono in TV episodi, anche gravi, di incidenti capitati a persone che, sulle strisce pedonali, vengono travolte o ferite con conseguenze serie.
Poiché sono un pedone almeno da una ventina di anni e a volte ho avuto serie difficoltà nell'attraversare le strade, da qualche tempo io ho adottato una certa tattica.
La seguente.
Quando attraverso una strada, dove soprattutto non ci sono semafori e il traffico funziona in entrambe le direzioni, io mi fermo sulla mezzeria della strada specialmente se tutto ciò che corre su ruote, due, quattro o anche di più, lo fa con una certa velocità. Perché quelli sono i momenti in cui mi sembra più opportuno fermarmi onde evitare incidenti di qualsiasi tipo.
Da quando il tempo ha cessato di fare i capricci ho ripreso a uscire di casa e ho
pensato di affinare questa tattica nel senso cioè di agire con cortesia.
Mi spiego meglio.
Per prima cosa guardo bene se posso attraversare, poi mi fermo come dicevo, sulla mezzeria della strada e, anche se i mezzi di locomozione di qualsiasi tipo sono abbastanza lontani, non mi muovo dal punto dove mi sono fermato e faccio ampi gesti con la mano invitando chi guida a passare ma, e qui sta il bello, la persona che mi vede pare che si senta in difficoltà e allora, sconcertato, fa lui ampi gesti con la mano, rallenta, si ferma e mi fa un sorriso, incurante tra l'altro del fatto che dietro di lui si vada formando un piccolo corteo.
Io allora riprendo l'attraversamento ricambiando il sorriso e, annuendo con la testa a mò di ringraziamento, proseguo.
Certo se ero giovane avrei attraversasto di corsa ma a quest'età...
Forte dell'esito positivo di quella tattica, ieri mi sono quasi divertito ad usare lo stesso sistema attraversando le numerose strade nei dintorni di casa, soprattutto di quelle dove non ci sono semafori.
Per curiosità le ho contate, sono esattamente dieci e, per lo stesso numero di volte, la tattica ha funzionato a meraviglia.
Magari se incontro qualcuno che mi conosce e mi vede fare quest'operazione si domanderà se sono diventato matto però a me non interessa, l'importante è tornare a casa non ferito ma soprattutto vivo.

25 commenti:

Antonio C. ha detto...

Fai bene, anzi togliti la soddisfazione di passare con tutta la lentezza che ti serve, perché il tempo riprenda la misura che si addice agli uomini e non alle macchine dalle quali ci siamo lasciati trasformare in pezzi di ricambio.

Paola1961 ha detto...

Tutte le volte che vado dalla parrucchiera trovo parcheggio solo oltre un viale trafficato che poi devo attraversare e non ci sono strisce, a meno di non percorrere un lungo tratto che mi allontanerebbe dal negozio, e io sono sempre in ritardo.
Devo dire che a volte trovo gente gentile che vedendomi ferma ad aspettare rallenta. Ma da come sfrecciano di solito gli altri, fermarmi in mezzo mi preoccupa un po'.

Ambra ha detto...

Hai ragione, io non mi fermo sulla mezzeria, ma ho esperimentato che se mi metto un pezzetto avanti sulle strisce pedonali mentre un'auto sta arrivando a tutta velocità, questa si ferma. Se invece cammini come è tuo diritto avendo la precedenza visto che sei sulle strisce, allora il rischio che ti travolgano è altissimo.
Aldo, ti immagino:)

Nou ha detto...

Che bel ricordo mi hai fatto venire in mente della mia prima volta a Roma, carissimo Aldo!

Strade larghe non ne avevo mai viste e Roma è stata la prima grande città che vedevo nel 1968. Non c'era il traffico di oggi, naturalmente. Ad ogni modo a me dava l'impressione di un traffico enorme. In quell'occasione ho fatto chilometri e chilometri a piedi in giro per Roma. L'emozione più grande è stata attraversare la via dei Fori Imperiali davanti il Vittoriano. Avevo il cuore all'impazzata perché non ero affatto sicura che tutte quelle macchine a trascorrimento incessante si sarebbero fermate. Ma si sono fermate, TUTTE, lasciandomi passare, mentre ostentavo disinvoltura avevo la pelle d'oca:))) Non lo dimenticherò mai. Non c'erano semafori in quel punto ma striscie pedonali belle larghe.

Baci

Nou

P.S.
Mi sembra abbastanza buona la tua tattica...sbracciare, sbracciare, funziona sempre ;) Ciao Aldo

Nou ha detto...

correggo trascorrimento in scorrimento

Nou

cipralex1 ha detto...

Da automobilista non sopporto tutti quei pedoni convinti che il mondo si deve fermare perchè le strisce sono una conquista assoluta dell'umanità, indipendentemente dal buon senso che il momento richiede; da pedone aspetto, senza pretese, il primo volontario a cedermi il passo che ringrazio con la mano e mi affretto con le gambe. (Da una mia statistica le probabilità che il volontario sia un essere umano, genere femminile non sono molte...)
Ciao Aldissimo. Buona settimana. robi

zefirina ha detto...

un'altra cosa pericolosa è attraversaare davanti ad un autobus, io quando sono in scooter e in macchina sto attenta, mio fratello da ragazzo ci ha rimesso la faccia!

Tomaso ha detto...

Caro amico Aldo, credo che tu hai escogitano un buon sistema di sicurezza, oggi non si è mai sicuri camminando nelle città.
Ciao e buona settimana amico.
Tomaso

Bastian Cuntrari ha detto...

Come stratega, a Rommel gli fai una sega...

m4ry ha detto...

Ottimo sistema caro Aldo, e credimi, certi rischi non sono legati all'età..in giro ci sono matti !
Ti abbraccio forte...e ti ho pensato mentre ero lì, d'avanti al Colosseo...

keiko ha detto...

Da pedone ti dico che la prudenza è sempre troppo poca!!!
Dovremmo avere 1000 occhi.
Ricordi il mio post" Ma che colpa abbiamo noi!"? Parlavo proprio del rapporto difficilissimo tra pedoni e automobilisti.
Ottima tecnica:-))
Un abbraccio:)))

Mirta ❤ ✿- Luce nel cuore ha detto...

░░░ ░
░░░░♪░░░
░░░░░░ ♪
░░░░░░░
♪░░░░ ░░░
░░░░♪
__████████████
__███▒(“v”)▒▒▒▒▒███████
_███▒▒ ‘v’▒▒▒▒▒▒▒███__ ██
███▒▒▒▒▒▓▓▓▓▒(“v”)██ __██
██▒▒▒▒▓▓▓▓▓▓▓▒’v'▒██ _ ██
██▒▒▒▓▓▓▓░▓▓▓▓▒▒▒██ ██
██▒▒ ▓▓▓░░░▓▓▓▓▒▒ ████
██▒▒▓▓░◕░◕░▓▓▓▒▒███__█
██▒▒▓▓░░♥░░▓▓▓▓▒███_██
_██▒ ▓▓▓░░░▓▓▓▓▒██ ███
__ ██▓▓▓░░░░▓▓▒██
___ ██▓▓▓░░▓▓▓██
_____██████████
_████████████████ Buon caffe!!

nina ha detto...

Ottima la tua tattica, soprattutto perché è un'altra applicazione pratica della tua fantasia inesauribile.
Io comunque sono di quegli automobilisti che si fermano sempre alle strisce e a quelli che, sorpresi, ringraziano, faccio un bel sorriso e a volte anche ciao con la mano.
Anche a te un caro saluto

Nicolanondoc ha detto...

Fai bene Aldo, con certi automobilisti bisogna stare attenti e la tua è una tattica da imitare.
Un abbraccio dagli isolani.

Mariella ha detto...

Io ho rischiato di essere travolta molte volte, ad un incrocio con strisce pedonali e senza semaforo, che si trova vicino il mio ufficio.
Ho provato in ogni modo, camminando lentamente, provando ad essere più determinata, fermandomi a centro strada.
Ora di sicuro, adotterò la tua tattica.
Ti terrò al corrente.
Grazie, Aldo.

Cri ha detto...

Da automobilista ti garantisco che mi fermo sempre alle strisce pedonali. L'ho sempre fatto, anche quando guidavo come un pirata della strada.
E una macchina che si fermi alle strisce ha grosse possibilità di essere tamponata, a Roma...
Da pedone sono anche più spericolata, e spesso godo nell'attraversare sulle strisce mentre sopraggiunge un'auto. Si sono fermati sempre tutti, per ora!

Mondod'Arte di S.Pia ha detto...

Ciao Aldo,

dalle mie parti è molto più rischioso attraversare nel tuo modo,
non sempre le macchine seguono il percorso loro consentito, il sorpasso è sempre dietro l'angolo.
Meglio attendere con pazienza, altrimenti ti fanno pure dei gestacci.
Da parte mia il rispetto non manca.

Salutoni

Sandra M. ha detto...

Bravo. Ma, comunque, fai sempre tanta attenzione: soprattutto ai dementi che tentano a volte di sorpassare chi si è fermato per farti attraversare. Ci ho quasi lasciato le penne un anno fa e non l'avevo visto perchè nascosto dal grosso furgone che si era fermato per farmi passare. E mi son presa pure in "vaffa" ! Con tutto che ero sulle strisce....

EriKa Napoletano ha detto...

Con tutto quello che si sente ultimamente , hai ragione di comportarti così Aldo. Qui da noi , a Bari, corrono e sembra che non vedano mai i pedoni. Che differenza con il nord Europa dove se sei sul marciapiede loro si fermano ed aspettano anche se tu non hai alcuna intenzione di attraversare....
Buona vita!!!

Enly ha detto...

Roma ci sono stato quando avevo soli quindici anni MA COME SI FA A NON RIMANERNE INNAMORATI???

nucci massimo ha detto...

L'altro ieri a Roma ho visto uno che stava in mezzo alla strada a sbracciarsi, per poco non lo metto sotto. Eri te?

Blogaventura ha detto...

Sotto casa mia si rischia letteralmente la vita. Gli automobilisti se ne strafregano delle strisce e... tocca sempre aspettare se si vuole arrivare a destinazione sani e salvi. Ci vorrebbe molto più controllo da parte della polizia municipale. Un salutone e Buon Primo Maggio, Fabio

Adriano Maini ha detto...

Come cantava Gaber, gli amici ti chiaman... Drago! :)))
Bandendo gli scherzi, ho notato anch'io che, una volta richiamati alle loro... responsabilità, tanti automobilisti sembrano aver smarrito le ragioni della loro fretta e poi smaniano di fare... i vigili urbani.

Fra ha detto...

Io sarei terrorizzata a fermarmi al centro della strada, con i pazzi che girano in auto. Come ha detto qualcuno prima, ci vorrebbero molti più controlli...

rosy ha detto...

Una buona tattica ma fa attenzione mi raccomando Alduccio.

Invece mia madre aveva trovato un altro metodo si metteva a centro strada alzava le mani tipo vigile. le macchine si fermavano sia quelle sulla destra che sulla sinistra e lei con molta calma attraversava la strada.Come te camminava e ringraziava alzando la mano.
Cosa che le impedivo di fare quando stava con me.Se era per lei l'avrebbe fatto anche quando c'ero io.Ci aveva preso gusto.

Un bacione, ciao mio caro Alduccio.